Caduta dei capelli in autunno: i cibi giusti per combatterla

Il rientro delle vacanze può essere difficile e, oltre a stanchezza e disturbi dell’umore, si verifica una maggiore caduta dei capelli. Ecco alcuni suggerimenti per gestire meglio la nostra dieta, inserendo i cibi più adatti per affrontare i primi freddi e difendere la nostra chioma.

caduta dei capelli in autunno: i cibi giusti per combatterla

Caduta dei capelli in autunno: i cibi giusti per combatterla.

Tornare al lavoro dopo la pausa estiva e riprendere i soliti ritmi può essere fonte di stress e il nostro corpo reagisce ai cambiamenti con stanchezza, depressione e disturbi dell’umore dovuti anche alla diminuzione delle ore di luce rilevata dal nostro cervello che produce minor serotonina ossia il cosiddetto ormone del buonumore. Un altro effetto, che preoccupa soprattutto le donne, è la perdita dei capelli dovuta alla necessità fisiologica di assicurare un ricambio cellulare e prepararci al freddo.

Gli esperti di psicologia, in questo periodo, sono prodighi di consigli per affrontare il dopo-vacanze e per ottimizzare le nostre abitudini ma, come per tante altre situazioni che riguardano la salute, l’alimentazione è fondamentale per ottenere buoni risultati.

Caduta dei capelli in autunno: i cibi giusti per combatterla

Il principio sempre valido è quello di privilegiare i prodotti stagionali e, tra i cibi dell’autunno, ci sono tante prelibatezze proteiche che ci possono aiutare a star meglio, prevenendo e contrastando la caduta dei capelli.

Fondamentali in molte reazioni che avvengono nel nostro corpo, sono gli oligoelementi tra cui il ferro, contenuto nella carne, e lo zinco di cui sono particolarmente ricchi i mitili come le ostriche.

caduta dei capelli in autunno: i cibi giusti per combatterla

Cibi contro la caduta dei capelli: mitili, frutta e verdura a foglia verde, agrumi, latte, carne.

Anche le vitamine sono un prezioso alleato per comporre una dieta corretta e per limitare la caduta dei capelli. Il suggerimento è quello di assumere una buona dose di vitamine del gruppo B (soprattutto B2, B6 e B12), presenti in frutta e verdura a foglia verde, e vitamina C contenuta in kiwi, agrumi, broccoli e spinaci. Quest’ultima, in particolare, sembra esercitare una funzione protettiva nei confronti delle cellule che promuovono la crescita del follicolo pilifero ed ha una funzione “scavenger” ossia protegge dallo stress ossidativo e dall’invecchiamento.

Anche la vitamina A, contenuta nelle uova di gallina, nel fegato, nel latte e nelle verdure è preziosissima visto che favorisce la produzione di sebo dalle ghiandole sebacee che hanno la funzione di lubrificare il follicolo pilifero.

Con le uova acquisiamo anche la biotina che, insieme all’acido folico, aiuta a riequilibrare diverse funzioni metaboliche compresa la moltiplicazione delle cellule. Biotina e acido folico sono presenti anche in pane, cereali, nocciole, piselli, banane e legumi.

Un ultimo suggerimento, non meno importante degli altri e utile soprattutto per gli anziani, è quello di bere molta acqua in modo da mantenere la giusta idratazione e avere capelli più forti.

Print Friendly, PDF & Email
TAG:     , ,

Autore /


Vincenza Intini

Passion Nutribio - Sono una Biologa Nutrizionista in continuo aggiornamento, appassionata di cibo, libri e amo viaggiare. Vivo in Puglia, in un piccolo paese chiamato Noci nel sud-est barese, famoso per la buona cucina e l'ottimo vino.

© Riproduzione vietata
Scritto il: giovedì, 28 settembre 2017

Ti potrebbero interessare:

Cake alla zucca con gocce di cioccolato
Erbe aromatiche, una guida veloce su come usarle in cucina
Estate a tavola: colore e leggerezza per il benessere di corpo e mente
Dimagrire con i cibi SIRT: quali sono e come funzionano
Broccolo di Torbole, l'ortaggio che vuole vivere solo in Trentino