Cooperativa la Poiana: le tipicità della Valle Grana in 4 punti vendita

La Cooperativa la Poiana dal 1982 valorizza e promuove i formaggi e le altre eccellenze della Valle Grana armonizzando tradizione e sperimentazione.

Cooperativa-la-Poiana-Castelmagno-CNLa denominazione di origine al formaggio Castelmagno DOP è stata riconosciuta nel 1982, nello stesso anno si è costituito il Consorzio di tutela e, sempre nello stesso anno, è nata anche la Cooperativa la Poiana.

Voluta dallo storico sindaco di Castelmagno, Gianni De Matteis, aveva lo scopo di recuperare non solo quel formaggio storico, di cui le cronache parlano fin dal 1200, tornando all’utilizzo di fascere di legno e stagionature nelle antiche cantine di pietra, ma di valorizzare anche tutte le produzioni della Valle Grana, dal miele ai piccoli frutti, alla pera madernassa.

Dopo quasi trentacinque anni è chiaro quanto il progetto fosse avveniristico, concentrato sul trinomio tradizione, tipicità e territorio prima ancora che questi sostantivi diventassero di “abuso comune”. La strada segnata era quella e, sebbene nel tempo la Cooperativa La Poiana abbia rivolto lo sguardo anche oltre la Valle Grana, gli intenti rimangono gli stessi.

La Cooperativa la Poiana: tradizione e sperimentazione

Oggi la cooperativa conta diversi soci, tutti produttori che conferiscono i loro prodotti finiti e ognuno di questi rispecchia il proprio territorio, il proprio know how, le proprie tradizioni. Sono soprattutto i formaggi il settore in cui questa cooperativa, che ha sede a Castelmagno (CN), si è specializzata, tutti a latte crudo e stagionati in antiche cantine e infernotti di pietra su assi di legno pregiato.

Sono le maggiori dop della provincia di Cuneo, primo fra tutti il Castelmagno DOP, di cui La Poiana rimane l’unico produttore storico, con stagionature “controtendenza” che possono arrivare a diversi anni. Ci sono anche, però, nuove sperimentazioni che, nonostante un’ideazione innovativa, vengono prodotte nel rispetto della filosofia aziendale che risponde soprattutto alla parola Territorio. Ne è un esempio il “Gobbo alle pere”, un formaggio di pura pecora, ovviamente a latte crudo, nel cui latte viene aggiunto il succo delle pere Madernasse, varietà autoctona della Valle Grana. Il risultato è un formaggio originale, suadente, di grande equilibrio e impatto organolettico che mette in pratica il vecchio detto: “Al contadino non far sapere…”.

Cooperativa-la-Poiana-Presidente-Massimo-Monetti

Massimo Monetti, presidente della Cooperativa La Poiana (© Riproduzione vietata).

Tra tipicità e innovazione sono una cinquantina i formaggi prodotti della nostra Cooperativa – racconta il presidente Massimo Monetti. – Le nostre proposte sono in continua evoluzione, costantemente testate tramite il confronto diretto con la clientela. È questo, infatti, il valore aggiunto della nostra Cooperativa che ci ha permesso di crescere negli anni anche dal punto di vista qualitativo.”

Il nuovo punto vendita di Dronero (CN)

Proprio in questi giorni la Cooperativa La Poiana inaugura un nuovo punto vendita nella cittadina di Dronero (CN), il quarto dopo quello di Pradleves (CN), di Caraglio (CN) e di Ventimiglia (IM). Visitando questa struttura che ricorda, nei materiali e nello stile un’antica baita di montagna, si coglie il concept della società. Oltre ai formaggi sono protagonisti i prodotti tipici delle Valli Cuneesi, dalle farine macinate a pietra, le torte tradizionali, i biscotti di meliga e il miele raccolto sulle montagne.

Cooperativa la Poiana
Sito web: www.cooperativalapoiana.it

Print Friendly, PDF & Email
TAG:     ,

Autore /


Redazione

La squadra di redazione de La Gazzetta del Gusto è ricca di professionisti della comunicazione, blogger, esperti di alimentazione e di cucina. Ognuno apporta un contribuito unico grazie a personalità ed esperienze eterogenee.

© Riproduzione vietata
Scritto il: martedì, 19 gennaio 2016

Ti potrebbero interessare: