Pescheria le Sirene, a Imperia Oneglia il richiamo irresistibile della genuinità

Nello storico mercato coperto Andrea Doria, c’è un banco di pesce che attira per la freschezza e qualità del prodotto ma anche per la professionalità e il garbo di Gabriella e Serenella Biscotti.

Pescheria le Sirene a Imperia Oneglia

Mercato Andrea Doria di Oneglia, Imperia (Foto © Enzo Radunanza).

Chi non è affascinato dal mito delle sirene le cui leggende, già nel 1000 a.C., alimentavano la fantasia di Assiri e Babilonesi? Queste splendide fanciulle per metà esseri acquatici, sono state protagoniste di tantissime storie – dalla letteratura alla religione – e quasi sempre collegate al lavoro dei marinai.

Ma se le sirene dell’Odissea di Omero erano esseri pericolosi che ammaliavano i marinai con il loro canto, al solo scopo di farli naufragare per divorarli, presso il mercato coperto Andrea Doria a Imperia Oneglia ci sono due sirene – altrettanto affascinanti e cordiali – ma prive di pinne e non pericolose, anzi. Stiamo parlando delle sorelle Gabriella e Serenella Biscotti, titolari della Pescheria Le Sirene, un’attività ereditata dai genitori e che gestiscono con passione e competenza da quasi vent’anni.

La scoperta di questa piccola realtà è stata del tutto casuale mentre, durante le mie ultime vacanze imperiesi, passeggiavo all’interno di questo edificio antico che ospita uno dei mercati cittadini. In una struttura che meriterebbe di essere sapientemente restaurata e valorizzata, ci sono diversi negozi di generi alimentari gestiti da persone tra cui si è instaurato un rapporto familiare.

Pescheria le Sirene a Imperia Oneglia

Pescheria le Sirene a Imperia Oneglia (Foto © Enzo Radunanza).

Pescheria le Sirene a Imperia Oneglia

Tra colori splendenti e aromi inebrianti delle prelibatezze liguri, sono stato incuriosito da un banco di pesce pulitissimo e perfettamente organizzato. Triglie, naselli, totani, merluzzi, gallinelle, salmone e molto altro, dimostravano palesemente la loro freschezza grazie al colore vivo e occhi bombati con cornee trasparenti e pupille nere. Le squame, perfettamente aderenti alla pelle, facevano pregustare una carne tenera e saporita il cui profumo di alghe invitava all’acquisto per una immediata degustazione.

Dietro il banco, due giovani donne che sfilettavano il pesce – con velocità e maestrìa, per consegnarlo ai clienti in fila, per niente spazientiti perché il tutto era accompagnato da sorriso, chiacchiere amichevoli, consigli culinari e nozioni sulle caratteristiche del pescato. Si trattava della situazione ideale che mi fa amare tanto i mercati rionali, molto più accoglienti rispetto alla grande distribuzione dove siamo soltanto il prossimo numero annunciato dall’elimina code. In queste piccole realtà si crea una relazione di fiducia con il negoziante, spesso prodigo di suggerimenti anche sui cibi che conosiamo poco e che, magari, non tutti sono in grado di cucinare.

In un momento di calma, mi avvicino presentandomi a Gabriella e Serenella e inizio a chiedere informazioni su alcuni esemplari che non conoscevo e che poi avrei acquistato per cucinarli la sera stessa per una cena tra amici. La conversazione è stata piacevole al punto che ho fatto altre domande anche sull’attività e sulla sua storia.

Pescheria le Sirene a Imperia Oneglia

Da sinistra Serenella e Gabriella Biscotti.

«La pescheria è stata avviata nel 1973 dai nostri genitori – dice Gabriella – e io ho iniziato a lavorarci fin da giovanissima perché è un mestiere che ho sempre amato. Mia sorella Serenella, invece, ha conseguito un diploma alla scuola alberghiera e ha iniziato più tardi. Inizialmente veniva soprattutto per dare una mano ma oggi ha la mia stessa passione».

Da dove arriva il vostro pesce?
Quasi tutto dal Mar Ligure ma, soprattutto quando le barche si fermano o non c’è possibilità di approvvigionamento locale, lo acquistiamo anche dall’Adriatico, dall’Atlantico, dalla Norvegia o dalla Francia.

Come scegliete i vostri fornitori?
La maggior parte del prodotto viene pescato nel nostro mare e quindi conosciamo direttamente i marinai. Per una minore pescosità che si riscontra negli ultimi anni, vengono anche organizzate delle aste locali dove noi negozianti facciamo le nostre offerte; ovviamente minore è la quantità del pescato e maggiori sono i prezzi che dobbiamo offrire. Altre volte ci affidiamo ad allevamenti italiani di qualità, sottoposti a controlli rigorosi e che allevano in mare con un’alimentazione naturale; costa un po’ di più ma ne vale la pena.

Quali sono i pesci più richiesti?
Sicuramente quelli locali ed in genere tutte le varietà che possiamo sfilettare in modo da consegnare il prodotto al cliente già pronto per la cottura. Oggi la clientela non solo è molto esigente perché pretende un prodotto fresco, sicuro e sano ma richiede anche praticità. Per fortuna siamo diventate molto abili e veloci nella sfilettatura che diventa anche un momento di conversazione soprattutto con clienti affezionati.

Pescheria le Sirene a Imperia Oneglia

Le sorelle Biscotti intente a sfilettare e alcuni esemplari di pesce (Foto © Enzo Radunanza).

Quanti sono i giovani che vogliono fare o farebbero questo lavoro?
Non è uno di quei lavori che rientrano nelle aspirazioni dei ragazzi e non riusciamo a capirne il motivo. A noi piace molto anche perché è un’attività che ci è stata tramandata dai nostri genitori e in cui abbiamo vissuto fin da piccole. Sicuramente, per farlo con professionalità, è necessario maturare tanta esperienza e competenza.

Consigliateci un pesce buono, sano e che abbia un costo contenuto
Il pesce azzurro ha ottime proprietà e non è costoso. Pensiamo alle acciughe a circa € 8,00 al kg oppure agli sgombri e lanzardi, sullo stesso prezzo e che sono ricchi di grassi insaturi.

Sul banco noto un bellissimo salmone, da dove viene?
È uno dei nostri prodotti di eccellenza di cui siamo orgogliose. Viene allevato in Scozia con molto rigore e ha una qualità superiore perché all’animale non vengono somministrati antibiotici o ormoni. Si tratta di un salmone molto gustoso, sano e digeribile, a differenza di quello norvegese che è molto grasso e più pesante. Tutti conosciamo le proprietà del salmone per la nostra alimentazione perchè è un’ottima fonte di acidi grassi Omega-3, proteine, vitamine e minerali ma, come gli esperti raccomandano, è opportuno consumare solo quello di cui si conosca la provenienza, la tracciabilità e la serietà del fornitore.

Pescheria Le Sirene
Piazza Andrea Doria, Oneglia (Imperia), Mercato Coperto

Tel. 339 129 678
Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Enzo Radunanza

Il Cronista d’assaggio. Dalla Campania si è stabilito a Bologna per lavoro, ormai da tanti anni. Laureato in Economia aziendale, è esperto di web marketing e comunicazione, è copywriter e scrive di enogastronomia, teatro, musica, spettacolo e tv. Sta frequentando il primo livello del Corso di sommelier, presso l’AIS di Bologna (Associazione Italiana Sommelier).

© Riproduzione vietata
Scritto il: giovedì, 21 settembre 2017

Ti potrebbero interessare:

Azienda Accordini Igino: il suo Amarone “Le Bessole” è frutto dell’attesa!
Cantina Vino libero di Albenga ospita il Casaro della Regina Elisabetta
Il pesto alla genovese, tradizione e rigore degli ingredienti
Lo Spritz secondo Gorfer: profumi, struttura e colori
Con Birra in Borgo, Finalborgo dedica 4 giorni al mondo della birra