Sottobanco, apre a Bologna il chiosco gastronomico per assaggiare, mangiare e comprare

A Bologna, in piazza Aldrovandi, è stato inaugurato “Sottobanco“, un piccolo chiosco enogastronomico in cui, ogni giorno, è scandito da golosità italiane da assaggiare e acquistare.

Sottobanco-Bologna-piazza-Aldrovandi-15

Foto La Gazzetta del Gusto (© Riproduzione vietata).

Negli ultimi anni il centro storico di Bologna, che sembrava essere sprofondato nel torpore e nel degrado, sta vivendo un rinnovamento e un’apprezzabile riqualificazione. Una maggiore pedonalizzazione, il restauro di palazzi, piazze e pavimentazioni, un’illuminazione più efficace ed anche le restrizioni alla circolazione dei veicoli privati, hanno reso il cuore del capoluogo emiliano un salotto dove è piacevole passeggiare, fare shopping o intrattenersi per un aperitivo.

In questo contesto anche le attività economiche hanno ripreso a fiorire e, contrastando i grandi centri commerciali, stanno aprendo moltissimi piccoli negozi, botteghe, ristoranti, bar e locali dove la sera si accende la “movida” bolognese.

Tra le piazze oggetto di rinnovamento, va segnalata la centralissima ed incantevole piazza Aldrovandi, situata tra via San Vitale e Strada Maggiore che sta diventando sempre più aperta ai pedoni ai quali saranno riservati maggiori spazi con l’inserimento di elementi di arredo e giochi per bambini.

Su un lato della piazza, affiancati ai tradizionali negozi presenti sotto i portici, sono collocati dei piccoli chioschi di generi alimentari che la rendono un esclusivo mercato cittadino dove si può fare la spesa, chiacchierare con il negoziante di fiducia e acquistare prodotti freschi e stagionali.

In queste suggestive casette, che fino a poco tempo fa erano occupate prevalentemente da extracomunitari, stanno tornando anche piccoli imprenditori italiani e si è creata una convivenza felice e cosmopolita che da sempre è una delle caratteristiche di Bologna.

Al civico 15/2, al chiosco n. 3, il 19 dicembre 2015 ha inaugurato “Sottobanco” un chiosco gastronomico innovativo, frutto dell’intuito e della capacità imprenditoriale di Giandomenico Bonura e Massimo Capriotti, il primo titolare del Ristorante Sette Tavoli di via Cartoleria e il secondo con una grande esperienza e competenza nel settore del vini.

Sottobanco-Bologna

Da sinistra Giandomenico Bonura e Massimo capriotti, fondatori di Sottobanco.

Sottobanco è un piccolo negozio con prodotti alimentari di alta qualità che vengono selezionati in base alla stagionalità e alla disponibilità offerta da artigiani nazionali.

Solo per citare alcuni si pensi ai gustosi e ottimi salumi della Macelleria Zivieri di Monzuno (BO), alla Mozzarella di bufala del Cilento del Caseificio Chirico, ai formaggi, al baccalà mantecato, alla trota affumicata “Regina di San Daniele”, ai vini selezionati, alle tisane e a tantissimo altro per una disponibilità che cambia continuamente per offrire solo il meglio della produzione di quel periodo.

In questo chiosco, dove la simpatia e la cordialità dei titolari fa sentire a proprio agio, si può rivivere l’antico modo di fare la spesa in cui è essenziale il rapporto diretto con il nostro negoziante che è capace di “raccontarci” i prodotti e di farceli conoscere, di sollecitare la nostra curiosità e il nostro palato offrendoli in degustazione prima di acquistarli. Inoltre l’alternanza dell’offerta di Sottobanco apre un’infinita varietà di sapori e di tipicità, conducendoci in un viaggio gastronomico che attraversa tutte le regioni italiane e che può rinnovare quotidianamente la nostra alimentazione.

Incontriamo Giandomenico Bonura e Massimo Capriotti per farci presentare meglio questo angolo delle golosità. In una piacevole chiacchierata scopriamo due persone genuine, competenti, affiatate e ricche di entusiasmo per il mondo della ristorazione.

Come mai avete scelto di avviare un’attività all’interno di un “mercato”?
Massimo Capriotti: La città sta cambiando; gli amministratori si sono resi conto che le piccole attività commerciali locali costituiscono un presidio e che tutti i piccoli esercizi possono contribuire a migliorare alcune zone della città. Abbiamo scelto Piazza Aldrovandi perché è una di quelle che sta risorgendo e, nel futuro, migliorerà ulteriormente. Inoltre avere un piccolo chiosco in un mercato, ci consente di ridurre i costi di gestione e di offrire prodotti di altissima qualità ad un prezzo giusto.

Ognuno di voi apporta a questa attività delle competenze complementari.
Giandomenico Bonura: Si, esatto. Io dopo sei anni di attività con il mio ristorante Sette Tavoli ho selezionato tanti produttori di tipicità italiane mentre Massimo è un esperto di vini che ha lavorato per anni in quel settore.

Massimo, cosa possiamo trovare esattamente da Sottobanco?
Si trovano cose buone che cambiano in funzione della disponibilità di produttori. Terminato il periodo di produzione il cliente dovrà aspettare la nuova annata ma intanto troverà altri alimenti stagionali. Il concetto che vogliamo realizzare con Sottobanco è che chi ci viene a trovare può assaggiare, mangiare e comprare.

Quindi è anche possibile fermarsi proprio a mangiare?
Certo, puoi assaggiare piccoli bocconcini di tutti i prodotti che abbiamo in vendita oppure chiedere un panino o delle bruschette. Alla fine, i nostri prodotti sono talmente buoni che la gente finisce per acquistarli e portarseli a casa.

Non temete la concorrenza della grande distribuzione?
La grande distribuzione, negli ultimi anni, ha avuto la caratteristica di appiattire i gusti perché, in questo modo, riesce ad essere più competitiva. Noi abbiamo, e promuoviamo, un concetto completamente diverso della gastronomia perché vogliamo presentare l’eccellenza, la tipicità geografica e stagionale. Ci fa piacere che la gente assapori cose sempre nuove e di alta qualità e che si possa permettere di acquistarle ad un prezzo abbordabile.

Saranno organizzati anche degli eventi presso Sottobanco?
Si, iniziamo il 5 gennaio dalle 18.00 con una degustazione del cotechino del “Boschetto” accompagnato da purè e Franciacorta. Successivamente ne organizzeremo altre e soprattutto quando sarà meno freddo le degustazioni saranno la sera dalle 19.00 alle 21.00.

Salutiamo e ringraziamo Giandomenico Bonura e Massimo Capriotti ricordando che Sottobanco si trova a Bologna, piazza Aldrovandi 15/2 al chiosco numero 3. Per informazioni: 329.9266331 (Giandomenico) oppure 334.3301698 (Massimo), info@sottobanco.bo.it.

Print Friendly, PDF & Email
TAG:     ,

Autore /


Enzo Radunanza

Il Cronista d’assaggio. Originario della Campania, vivo a Bologna dal 1999. Con "La Grassa" non è stato amore a prima vista. Abbiamo iniziato come amici e, lentamente, mi sono innamorato della sua cucina, dei prodotti tipici che propone, della sua creatività mista ad anticonformismo. Ho una laurea in Economia aziendale, mi piace leggere e scoprire storie, mondi e persone anche molto diverse da me. Coltivo la passione per il web writing, il web marketing e la comunicazione in generale che mi ha portato a scrivere di teatro, spettacolo, musica e tv. Attualmente mi dedico all'enogastronomia e frequento il terzo livello del Corso per aspiranti sommelier, presso l’AIS di Bologna (Associazione Italiana Sommelier).

© Riproduzione vietata
Scritto il: martedì, 5 gennaio 2016

Ti potrebbero interessare: