I mostaccioli, il dolce caro a San Francesco d’Assisi

Alla fine dei suoi giorni, Francesco d’Assisi volle incontrare la nobildonna romana e grande amica Jacopa dei Settesoli che portò in dono un dolce amatissimo dal Santo: i mostaccioli.

Ricetta Mostaccioli di Assisi

Mostaccioli di Assisi (Foto © www.discoverassisi.com).

Francesco d’Assisi, che Dante nel Paradiso paragona all’oriente del mondo, nacque  nel 1182 da famiglia borghese e ricca. Figlio di Pietro di Bernardone e di Pica, il padre aveva per lui grandi progetti e lo vestì da Cavaliere per andare alla guerra contro i Perugini in quegli scontri civili che caratterizzarono  quel tredicesimo secolo che gli storici oggi chiamano il “pieno ;edioevo”.

Nel 1202 a Collestrada i Ghibellini assisani furono sopraffatti dai Guelfi di Perugia e Francesco venne fatto prigioniero. In quei giorni di grandi privazioni e tormento, la lettura del Vangelo gli mostrò la vera ed unica scelta possibile. Il resto è una storia di estasi e povertà; migliaia di giovani lo seguirono, nobili e borghesi, uomini e donne.

Tutti sanno della fede di Santa Chiara d’Assisi, ma forse pochi sanno chi fu Jacopa dei Settesoli, una nobildonna romana della potente famiglia dei Frangipane che ispirò a Francesco la fondazione dei “Fratelli e sorelle della penitenza” detto anche “Terzo ordine francescano dedicato ai laici”. Grande fu l’amicizia spirituale tra il Santo di Assisi e Jacopa al punto che Francesco, ormai alla fine dei suoi giorni nel 1226, volle assolutamente vederla e Jacopa non poté non accorrere. Jacopa non andò a mani vuote, ma portò con sé un dolce semplice e sostanzioso che a Francesco era molto caro: i mostaccioli.

Ingredienti per la ricetta dei mostaccioli:

  • 300 grammi di farina bianca;
  • 130 grammi di mandorle pelate;
  • 100 grammi di nocciole;
  • 2 cucchiaini di cannella in polvere;
  • 200 grammi di zucchero;
  • 100 grammi di miele;
  • 50 ml di acqua tiepida.

Preparazione

Iniziate con il tritare finemente le mandorle con le nocciole.

All’ interno di una terrina mettete gli ingredienti e formate un impasto.

Fate rassodare per 30 minuti e poi realizzate dei  bastoncini di circa 7-8 centimetri di lunghezza.

Cuocete poi a 150° C a forno statico per circa 15/20 minuti.

© Articolo di Maurizio Minghetti

Autore /


Redazione

La squadra di redazione de La Gazzetta del Gusto è ricca di professionisti della comunicazione, blogger, esperti di alimentazione e di cucina. Ognuno apporta un contribuito unico grazie a personalità ed esperienze eterogenee.

© Riproduzione vietata
Scritto il: mercoledì, 5 ottobre 2016

Ti potrebbero interessare:

Lombos cum panitio: la vera storia della cotoletta alla milanese
Al Pratello di Bologna, un tempo strada di ladri e di magnaccia
Cassata siciliana, la sua storia dalla dominazione araba ai giorni nostri
Storia delle Pettole di Santa Cecilia: una bontà nata per caso
Sazerac, "the unforgettable" drink nato a New Orleans