Enologica Montefalco, sax e video mapping da Antonelli San Marco

Sabato 16 alle 19, nel bosco Il Macchione della cantina di Montefalco (Pg), concerto di sassofono e live electronics di Gianni Denitto e video mapping di Alessandro Arianti e Francesco Mori. L’azienda sarà presente con i suoi vini Bio ai banchi d’assaggio nel complesso di Sant’Agostino.

Cantina Antonelli San Marco a Enologica Montefalco

Filippo Antonelli.

Quest’anno Enologica Montefalco, il più importante evento dedicato al Sagrantino, compie 25 anni e torna dal 15 al 17 settembre nel piccolo Comune umbro, in provincia di Perugia, con degustazioni, banchi d’assaggio e vari eventi.

Come di consueto sarà presente la Cantina Antonelli San Marco con le ultime annate dei suoi vini: il Montefalco Sagrantino Docg 2012; il cru di Montefalco Sagrantino Chiusa di Pannone, annata 2009; il Montefalco Sagrantino Passito 2010; ma anche le Doc Montefalco rosso 2014 e Montefalco rosso riserva 2011 e i bianchi Montefalco Grechetto Doc 2016 e il Trebbiano Spoletino 2016.

Durante Enologica, sabato sera alle ore 19, nella tenuta Antonelli San Marco nel bosco detto Il Macchione (in caso di maltempo in cantina) è in programma anche un concerto di sassofono e live electronics con Gianni Denitto e video mapping di Alessandro Arianti e Francesco Mori.

La tenuta Antonelli San Marco

L’azienda agricola si estende per 170 ettari, in unico corpo, in località San Marco, nel Comune di Montefalco (Perugia), nel cuore della denominazione “Montefalco”. I terreni hanno altitudine media di 350 metri sul livello del mare, sono a giacitura collinare con esposizione prevalente a sud e ad ovest; hanno origine pleistocenica e alluvionale, sono in prevalenza profondi, argillosi, ricchi di calcare. Non mancano terreni più poveri ricchi di scheletro.

La tenuta è così coltivata: vigneti 50 ettari, oliveti 10 ettari, bosco di alto fusto 40 ettari, seminativi 50 ettari.

Antonelli San Marco a tutto Bio. Minori difese, più cure e qualità in vigna

Una decisa scelta “verde” per migliorare la qualità delle uve. Dopo l’olio extravergine di oliva Bio, certificato da Valore Italia, a partire dalla vendemmia 2012, dopo 3 anni di conversione, i vini Antonelli San Marco, sono ufficialmente biologici.  Attraverso il metodo di coltivazione Bio Antonelli San Marco intende produrre uve di maggior qualità per ottenere vini sempre più interessanti e complessi.

Gli artisti e il concerto

Cantina Antonelli San Marco a Enologica Montefalco

Gianni Denitto.

Gianni Denitto è un sassofonista eclettico nato con la musica classica, fiorito con il jazz e maturato nella sintesi tra suono acustico ed elettronico.

L’album Brain on a sofa (2015) ha portato Gianni a esplorare diversi Paesi come India, Cina, Nepal e Senegal, dai quali ha tratto ispirazione e materiale per il nuovo lavoro discografico, anticipato da un Ep in uscita a novembre per l’etichetta Musica Altra.

Brain on a Sofa esplora le possibilità non convenzionali del sassofono, usato come fonte sonora e non solo come strumento solista.
 Attraverso l’elettronica applicata al sax si creano così strati sovrapposti di note, sfumature e colori. Composizioni che prendono forma in maniera unica e personale ad ogni live.

Il concerto è un percorso musicale e geografico che accompagna gli ascoltatori in un lungo viaggio che unisce i sitar di Calcutta al balafon di Dakar. Durante il concerto Gianni anticiperà alcuni brani del suo nuovo lavoro discografico.

La performance vedrà in scena anche le creature oniriche dei musicisti e video artist Alessandro Arianti e Francesco Mori, che per l’occasione esalteranno la musica e la location con suggestive proiezioni in mapping.

Il mapping è una tecnica che consente di proiettare contenuti multimediali su una qualsiasi superficie, modificandone virtualmente la forma e la struttura. Questa tecnologia gioca sull’illusione ottica tra il supporto reale e la sua nuova veste virtuale, alternando e aumentando la percezione visiva e sensoriale.

Biografia Gianni Denitto

Tra i migliori musicisti italiani secondo la storica rivista “Musica Jazz”, già tra i migliori talenti emergenti nel 2010-2011.

Artista della Universal Music Italia, Roland Europe, sassofoni artigianali Rampone & Cazzani.

Da sempre appassionato di improvvisazione jazz, world music, elettronica e sound design.

Musicista eclettico con esperienze in diversi generi musicali. Laureato con il massimo dei voti in in Classica e in Jazz dopo 11 anni di Conservatorio.

Ha insegnato e tenuto masterclasses in accademie internazionali come il Kathmandu Jazz Conservatory (Nepal) Midi School of Music, Beijing Contemporary Music Academy e Yunnan Art University (Cina) Global Music Institute e True School of Music (India), Tafe Institute Perth (Australia) University of Kwazulu Natal Durban (South Africa), Escola Comunicaçao e Arte Maputo (Mozambico).

Ha recentemente collaborato con L’Ambasciata Italiana a Pechino a Dakar e a Maputo; l’Istituto di Cultura di Pechino, Shanghai, Hong Kong, Delhi, Mumbai Atene, Barcellona e Pretoria; il Consolato di Calcutta, di Canton e di Perth.

Già esibitosi con artisti tra cui Orchestra Sinfonica Rai, Miroslav Vitous, Francesco Cafiso, Billy Cobham, Ike Willis, Elio delle storie Tese, Perico Sambeat, Rita Marcotulli, Eric Vloeimans ,Furio di Castri, Fabrizio Bosso, Francesco Bearzatti, Flavio Boltro, Tullio de Piscopo, Indian Oceans, Aida Samb, Zion Train, Francesco De Gregori, Guido Catalano, Nicolai Lilin.

Print Friendly, PDF & Email
TAG:     , ,
© Riproduzione vietata
Scritto il: venerdì, 15 settembre 2017

Ti potrebbero interessare:

Gusto Nudo 2015 - La Fiera dei Vignaioli Eretici
All'Enoteca di Dozza, un weekend di degustazioni ed incontri
Galluccio: al via la Festa del Novello
Al Molo Vespucci di Formia un weekend all’insegna dello Street Food Parade
SANA 2017 Bologna, com'è andata la quattro giorni dedicata al biologico