Festival del Giornalismo Alimentare, Torino 2017. Al via la seconda edizione

Gli attori della comunicazione enogastronomica si incontrano, dal 23 al 25 febbraio, al Festival del Giornalismo Alimentare, Torino 2017.

Festival del Giornalismo Alimentare, Torino 2017

Festival del Giornalismo Alimentare, Torino dal 23 al 25 febbraio 2017.

Il Festival del Giornalismo Alimentare è un momento d’incontro e dialogo tra i comunicatori del mondo enogastronomico: giornalisti professionisti, blogger, aziende, istituzioni, scienziati, alimentaristi ed influencer si impegnano ad analizzare e approfondire tematiche sull’alimentazione. Inoltre viene data impulso alla diffusione di un’informazione corretta, che risulta basilare per una scelta più consapevole da parte dei consumatori, assicurando loro il diritto al cibo autentico, per origine e ingredienti.

L’attenzione a queste tematiche enogastronomiche è sempre più intensa perchè c’è l’esigenza di informazioni chiare e dettagliate dal lato dei produttori e dei consumatori che sono sempre più attenti ed esigenti. Da qui aumenta la responsabilità dei professionisti della comunicazione alimentare.

Festival del Giornalismo Alimentare, Torino 2017: argomenti principali

Quattro saranno le sezioni su cui il Festival si concentrerà su:

  1. biodiversità
  2. economia
  3. enogastronomia
  4. sicurezza alimentare.

Nelle aule della Biblioteca Nazionale, verranno trattati argomenti di grande presa sociale: l’impatto ambientale e la sostenibilità, con una digressione su una delle risorse più preziose del nostro Pianeta: l’acqua.

Ci saranno approfondimenti sulla sicurezza alimentare, gli sprechi e l’etichettatura: come ottimizzare e consultare questo “primo” e immediato strumento di informazione nutrizionale.

Inoltre verranno trattati temi come la gestione delle fake-news e dei reati alimentari, dibattiti su argomenti di grande attualità come l’Ogm, l’olio d’oliva e l’olio di palma: miti, paure e la disinformazione che vi è attorno; saranno citati casi di cronaca come la questione delle diete, intese come regime alimentare e il caro scuola nelle mense scolastiche. Non mancherà lo spazio dedicato ad approfondimenti sul valore dell’enogastronomia, quale mezzo di promozione e crescita economica di un territorio.

Si discuterà dell’impatto del web sulla comunicazione ed informazione alimentare; la nascita e la trasformazione in ambito comunicativo delle nuove categorie professionali e dei loro diritti: giornalisti e blogger, due mondi diversi in stretta collaborazione.

L’evento fornisce inoltre i crediti formativi per i giornalisti e le professioni medico scientifiche.

Festival del Giornalismo Alimentare, Torino 2017

Si parlerà anche di biodiversità al Festival del Giornalismo Alimentare di Torino.

Eventi off e press tour per il territorio

  • Giovedì 23 febbraio a partire dalle ore 20, in Galleria San Federico, ci sarà lo show cooking “Scienza, sprechi e musica in cucina”, una collaborazione tra Fiorfood di Coop, L’associazione insegnanti di cucina italiana e il programma radiofonico Cocina Clandestina di Grp. Presenzierà all’evento anche Massimo Bucchi, divulgatore scientifico che si diletterà con la scienza applicata ai fornelli.
  • Venerdì 24 febbraio, dalle 19, a Palazzo Birago (Via Carlo Alberto 16) ci sarà la presentazione e degustazione de ‘L Türinèis, il nuovo aperitivo con fave di cacao“, nato dal connubio del vermouth della storica azienda Anselmo con la tradizione cioccolatiera di Guido Castagna, entrambi Maestri del Gusto della Camera di Commercio di Torino, uno dei più importanti e longevi progetti di sviluppo delle eccellenze agroalimentari piemontesi.
  • Sabato 25 febbraio, l’educational tour nel capoluogo e per tutto il Piemonte presenterà una ricca varietà di proposte per gustare quanto il territorio e le sue aziende possano produrre e offrire.

Festival del Giornalismo alimentare 2017
Torino, Biblioteca Nazionale – Piazza Carlo Alberto 3
www.festivalgiornalismoalimentare.it


Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Alessandra Barbazza

Forchetta stilografica. Gastronoma e cultrice dell’enogastronomia. Il cibo è sempre stato per me sinonimo di convivialità. Il cibo fa parlare. Il cibo narra. Dopo un percorso di studi scientifici e classici, ho voluto intraprendere la strada del gusto, del cibo inteso come arte; mi destreggio ai fornelli con curiosità, dedizione e passione, ingredienti che non possono mai mancare nella mia dispensa. Ora do voce ai sapori attraverso la scrittura, cercando di descrivere e far quasi assaporare, ciò che il Cibo ha da raccontare. Il mio Istagram è @forchetta_stilografica

© Riproduzione vietata
Scritto il: martedì, 21 Febbraio 2017

Ti potrebbero interessare: