Il Multicultural brunch, a Napoli le lingue si praticano a tavola

Il 25 giugno, presso il bistrot napoletano Lovit, si svolge il primo Multicultural brunch, un’esperienza originale da condividere con gli amici. Dalle 11.30 si potranno praticare le lingue straniere mentre si degustano cibo e vino.

Multicultural-brunch-Made-in-ItalyPer coloro che hanno bisogno di dare una ripassata all’inglese, che sono curiosi di conoscere lo spagnolo o che si lasciano affascinare dall’arabo arriva, sabato 25 giugno dalle ore 11:30, il Multicultural brunch – Made in Italy, organizzato da Lovit Italian food shop e dall’Associazione culturale Tecla.

Davvero un’occasione originale per degustare i prodotti di LOVIT, nella fantastica cornice del centro storico, e conoscere persone nuove praticando le lingue. Il multicultural brunch inaugura il Lovinlanguages, una serie di eventi tra food e intrattenimento culturale da vivere in assoluta spensieratezza in cui sarà possibile confrontarsi con madrelingua di numerosi paesi, assaporando i prodotti di LOVIT (tra cui taglieri di salumi e formaggi, panini e merende, vini di qualità) accompagnati da un piacevole sottofondo musicale. Grazie al contributo di TECLA, associazione culturale napoletana, si potranno praticare numerose lingue tra cui inglese, francese, spagnolo, tedesco, portoghese, cinese e arabo.

Lovit Italian food shop è un bistrot situato al centro storico di Napoli che propone un menù originale e gustoso. Tra le varie proposte, il “tagliere ubriaco” è quella che incuriosisce di più. Si tratta di un tagliere di salumi e formaggi che si caratterizzano per la presenza di vino nella ricetta di preparazione. Un esempio è il formaggio di capra al Traminer, prodotto con latte caprino e  vinaccia di uve Traminer o il salame toscano caratterizzato dai famosi lardelli tagliati a punta di coltello e dall’inconfondibile aroma di Chianti, utilizzato nell’impasto di preparazione.

TECLA è un’associazione nata con l’intento di valorizzare la cultura e le arti in tutte le loro forme espressive ed organizzative. In particolare, mira a favorire e valorizzare lo sviluppo dell’arte e della cultura italiana, promuovendo l’interazione tra linguaggi artistici diversi  e sostenendo l’interculturalità.

© Articolo di Anna Rancella


MULTICULTURAL BRUNCH MADE IN ITALY
Dove: Napoli, via Santa Chiara, 4 c/o Lovit Italian Food shop
Quando: 25 giugno 2016
Orario: 11.30
Sito web: www.lovitshop.itwww.iltecla.com


Print Friendly, PDF & Email
TAG:     , ,

Autore /


Redazione

La squadra di redazione de La Gazzetta del Gusto è ricca di professionisti della comunicazione, blogger, esperti di alimentazione e di cucina. Ognuno apporta un contribuito unico grazie a personalità ed esperienze eterogenee.

© Riproduzione vietata
Scritto il: sabato, 18 giugno 2016

Ti potrebbero interessare:

A quattro mani con maestri della ristorazione al MarePineta di Milano Marittima
Mangiandu e Scojandu: Antonimina tra gastronomia, canti e balli popolari
International Street Food Napoli, piazza Garibaldi riunisce i food trucker internazionali
Nuova Fiera Storica di Calderino, parte la grande festa delle tradizioni
Una terrazza sull’infinito: sul City Red Bus Bologna tra arte, natura e gastronomia