Successo di adesioni al Premio Qualità Italia 2017 e c’è ancora tempo per partecipare

Prorogato fino al 17 giugno il termine per iscriversi al concorso enologico nazionale organizzato dalla Scuola Leonardo di Città Sant’Angelo (Pescara). Soddisfatto il Direttore Mauro Pallini il quale parla di «Un successo che, seppur in parte previsto, sta superando ogni più rosea aspettativa. Quest’anno sarà presente alle degustazioni anche una delegazione ucraina, organizzatrice della Fiera di Odessa, che inviterà le cantine alla loro rassegna enologica internazionale».

Premio Qualità Italia 2017: come partecipare

Premio Qualità Italia 2017: come partecipare.

La terza edizione del Premio Qualità Italia 2017 ha registrato una partenza incoraggiante in virtù del grande numero di iscrizioni che sono pervenute fino a questo punto da parte delle cantine italiane. La Scuola di Alta Formazione e PerfezionamentoLeonardo” di Città Sant’Angelo (PE), che organizza il Concorso Enologico Nazionale, è perennemente all’opera, i tecnici degustatori sono già stati individuati e i campioni continuano ad arrivare ogni giorno.

Il Regolamento del Premio Qualità Italia 2017

Possono iscriversi tutte le aziende vitivinicole italiane le quali, entro il 17 giugno 2017, dovranno inviare i campioni di vino alla sede della Scuola Leonardo.

Alla presenza di un pubblico ufficiale, che vigilerà sulla regolarità della procedura, i vini saranno degustati alla cieca da una commissione di qualità composta da 5 componenti tra enologi e tecnici. I primi 5 vini che avranno ottenuto i punteggi più alti per ciascuna categoria, verranno sottoposti a una seconda valutazione da parte di 4 tecnici e 3 assaggiatori professionisti. I 20 premi , sia a livello nazionale che regionale, verranno consegnati nella grande cerimonia di premiazione del 1 luglio 2017.

È stata confermata la supervisione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali mentre, la Camera di Commercio di Teramo, sarà partner istituzionale dell’evento, a testimonianza che è stata riconosciuta un’iniziativa unica e di grande spessore nel panorama vitivinicolo abruzzese e nazionale, a sostegno di tutti i viticoltori che si impegnano per creare un prodotto meraviglioso da gustare in ogni occasione. Il main sponsor del Premio Qualità Italia 2017 sarà la Faicom Srl.

Premio Qualità Italia 2017: come partecipare

Premio Qualità Italia 2017: la scadenza per le iscrizioni è fissata il 17 giugno.

Le ragioni di un successo

L’appeal del Premio Qualità Italia è dovuto ad un’organizzazione seria e competente che, tra l’altro, ha previsto l’anonimato dei campioni in gara e la professionalità degli assaggiatori. A tale proposito il direttore tecnico del concorso, l’enologo Loriano Di Sabatino, ha precisato come siano importanti «lo stile dell’agire della Scuola Leonardo – estranea al mondo del vino – e la puntuale osservanza dei criteri legislativi, sia quelli ministeriali per la gestione del concorso sia quelli relativi ai disciplinari di appartenenza delle varie etichette».

In questa edizione il concorso enologico assumerà anche un carattere internazionale in quanto, dopo la finale, i migliori vini italiani saranno portati in Ucraina per essere presentati all’importante Fiera di Odessa. Le aziende che parteciperanno al Premio Qualità Italia saranno invitate ad essere presenti. Nei giorni delle degustazioni, sarà presente una delegazione ucraina per conoscere da vicino la qualità della enologia italiana. «Altre iniziative promozionali – ha dichiarato il Direttore Mauro Pallini – sono già in cantiere in Italia per i mesi successivi alla conclusione del concorso. Siamo veramente soddisfatti pur se costa molti sacrifici e grande impegno. Invito le aziende vitivinicole italiane a partecipare ancor più numerose al concorso con i loro campioni e ad essere presenti alla cerimonia di premiazione del 1° luglio in terra d’Abruzzo il cui territorio è tutto da scoprire e vivere. Il Premio Qualità Italia è da vedersi anche come rilancio turistico dell’Abruzzo dopo un periodo di grandi sofferenze. La presenza è già un sostegno, un segno di apprezzamento per quello che facciamo, nonostante tutto».

Le categorie di vini in gara

Le 6 categorie principali di vini in gara saranno: IGT (Rossi, Bianchi e Rosati), DOC (Rossi annate 2016, 2015, 2014, 2013, 2012 e precedenti, Bianchi annate 2016, 2015 e precedenti, Rosati), DOCG (Rossi, Bianchi e Rosati); Vini Frizzanti (Rossi DOC e IGT, Bianchi DOC e IGT, Rosati DOC e IGT); Vini spumanti (Rossi VSQ, DOC VSQ e IGT VSQ, Bianchi VSQ, DOC VSQ e IGT VSQ, Rosati VSQ, DOC VSQ e IGT VSQ); Vini passiti (DOC, IGT). Il costo dell’iscrizione è di 60 euro più Iva per il primo campione e di 40 euro per i campioni successivi.

Per informazioni su regolamento, scheda d’iscrizione, categorie di vino a concorso e verbale di prelievo, consultare il sito www.premioqualitaitalia.org, (E-mail: concorso@premioqualitaitalia.org – tel. 085.21963).

Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Redazione

La squadra di redazione de La Gazzetta del Gusto è ricca di professionisti della comunicazione, blogger, esperti di alimentazione e di cucina. Ognuno apporta un contribuito unico grazie a personalità ed esperienze eterogenee.

© Riproduzione vietata
Scritto il: lunedì, 5 giugno 2017

Ti potrebbero interessare:

Enologica 2015: prima giornata con tanto pubblico e giornalisti da tutto il mondo
La Cena Itinerante di Faenza: cibo ma anche cultura e arte
Bicchieri di solidarietà con "Sei Pecorini in cerca d'autore"
La Settimana della cucina italiana nel mondo ha come ambasciatore Pellegrino Artusi
Milano Golosa 2017: il viaggio italiano nel mondo artigiano