Sua Maestà il Maiale 2018 torna a Noventa Padovana

La rassegna gastronomica padovana, giunta alla terza edizione, si appresta a riscuotere maggior successo rispetto agli anni scorsi.

Sua Maestà il Maiale 2018, Noventa Padovana

Sua Maestà il Maiale 2018, a Noventa Padovana il 27 e 28 gennaio.

Sua Maestà il Maiale”, l’evento organizzato da Veneto a Tavola, in collaborazione con il Comune di Noventa Padovana e la Condotta Slow Food della Riviera del Brenta, spegne quest’anno la sua terza candelina.

La kermesse che si terrà il 27 e 28 gennaio a Noventa Padovana, presso la Barchessa del Parco Fornace, promette di essere molto di più che una semplice sagra gastronomica.

Vi sarà la possibilità di acquistare salumi e specialità a base di carne di maiale in un mercatino al coperto dove esperti norcini prepareranno cotechini, salsicce, salami e luganeghe. In un’altra area street food, allestita ad hoc, sarà presente un’offerta gastronomica variegata con proposte, sempre a base di suino, che vanno dalle piadine con la porchetta marchigiana al salame cotto con erbe di campo, dal maiale allo spiedo alla Mortadella di Bologna presidio Slow Food.

Veneto a tavola curerà l’incontro “Chiamatemi Signor Maiale” in programma domenica pomeriggio prima dell’incontro conclusivo di Slow Food sulla storia dei salumi italiani.

Venerdì 26, prima dell’inizio della rassegna, presso il ristorante Il Sogno a Scaltenigo di Mirano, si terrà una cena che vedrà protagonista il maiale, il quale verrà anche raccontato tra un piatto e l’altro.

Per informazioni e visione del programma: www.comune.noventa.pd.it.
Per prenotare la cena contattare la Trattoria Il Sogno (tel 0415770471, ilsogno2010@gmail.com).

Print Friendly, PDF & Email
TAG:     , ,

Autore /


Alessio D

Love You Can Eat - Nato a Chivasso nel 1995, con la laurea in Dietistica ho appreso quanto l’alimentazione sia importante per la nostra salute e come ciò che mangiamo abbia conseguenze più o meno positive sull’organismo. In virtù di un forte interesse verso il mondo gastronomico e le eccellenze italiane, mi accingo a frequentare il Master in Food e Wine Communication presso l’Università di comunicazione e lingue IULM.

© Riproduzione vietata
Scritto il: lunedì, 15 gennaio 2018

Ti potrebbero interessare: