Taste of Roma 2017: l’arte del gelato di Günther Rohregger

Anche quest’anno al noto evento dedicato alla cucina d’autore, dal 21 al 24 settembre, il gelato di Günther Rohregger vi aspetta per deliziare il palato.

Taste of Roma 2017, il gelato di Günther Rohregger

Il Matero gelatere Günther Rohregger (Ph © Facebook).

Günther Rohregger porta al Taste of Roma la sua filosofia di gelato e, quindi, la grande attenzione agli ingredienti, il rispetto della stagionalità e la lavorazione di prodotti naturali che raccontano la storia del suo territorio.

Sarà possibile assaggiare i gusti del maestro gelatiere allo stand durante i 4 giorni di Taste of Roma, presso l’Auditorium Parco della Musica, ma anche venerdì 22 settembre alle ore 12:00, nell’area Vip Lounge, per un evento privato unico e irrepetibile presentato da Vigne di Roma. Per l’occasione a Günther Rorhegger è stato chiesto di creare degli abbinamenti con 14 etichette laziali di differenti case vinicole, quali: Kius – Marco Carpineti; Aphrodisium – Casale Del Giglio; Olivella – Casale Della Ioria; Vermentino – Castello Di Torre In Pietra; Castore – Cincinnato; Alma Mater – Consoli; Pomele – Famiglia Cotarella; Sapiens – Federici; Propizio – Donato Giangirolami; Ametis – Papalino; Roma Rosso – Poggio Le Volpi; Stillato – Principe Pallavicini; Soremidio – Tenuta Sant’Isidoro; Zamathi – Terre Di Marfisail.

Non mancheranno idee consolidate come il Dopocena Toscano, pensate per chi ama le sensazioni forti e incisive, o il Pinzimonio, per chi preferisce la freschezza delle verdure come carota, finocchio, ravanelli e sedano, valorizzate da olio EVO, pepe selvatico del Madagascar e olive candite e pane croccante.

Un motivo in più per recarsi al Taste of Roma.

Print Friendly, PDF & Email
TAG:     , , ,

Autore /


Manuela Mancino

Il segugio scopritore. Quasi vent’anni di passione trascorsi tra territori e ricerca, tra curiosità e desiderio di conoscenza del mondo del food. Mi sono formata frequentando numerosi corsi di sommelier, tecnico di olio e olive da mensa, di birra, di salumi, di formaggi e di acqua, partecipando a manifestazioni, aggiornandomi e condividendo opinioni. Lasciarsi guidare da profumi e sapori, abbandonandosi alla propria passione e ricercando l’anima più profonda di ogni “frutto” degustato…questa la mia filosofia!

© Riproduzione vietata
Scritto il: venerdì, 22 settembre 2017

Ti potrebbero interessare:

Oktoberfest Genova 2015: anche la Liguria ha la sua festa della birra
Cioccoshow: Blend Cioccolato Bologna è la grande novità del 2015
Il Doc Italy 2016 raddoppia i suoi eventi
Italia nel Bicchiere Day fa tappa a Bertinoro
Sala Baganza festeggia la Malvasia, un vino antico e tutto da scoprire