Albana Dèi: chi sono i vincitori del 2017

A Dozza sono stati consegnati i premi del concorso enologico riservato alla prestigiosa DOCG Romagna. Con il suo “Cinquecento”, Tenuta Diavoletto di Bertinoro ha primeggiato sia nella categoria “Moderne”, che in quella “Albana del cuore”.

Albana Dèi, i vincitori del 2017

Foto di Gruppo di tutti i premiati dell’Albana Dèi 2017 (Foto © GdG)

In soli cinque anni, il concorso enologico Albana Dèi ha conquistato l’interesse del pubblico e degli addetti ai lavori, anche grazie al crescente apprezzamento riservato a questo vino romagnolo ottenuto da uve Albana della prestigiosa DOCG Romagna.

La fase finale della rassegna è andata in scena lunedì 26 giugno nella, sempre bellissima, cornice della Rocca di Dozza (BO), sede di Enoteca Regionale Emilia Romagna dove si è svolta la premiazione dei migliori vini di tipologia “secco” da uve Albana.

Tre le categorie premiate, alla presenza di un folto pubblico composto da giornalisti e produttori:

  1. Romagna Albana Dop secco – Moderne
  2. Vini da uve Albana di tipologia secco – All’Antica
  3. Vini da uve Albana di tipologia secco – Del Cuore.

Ciò che caratterizza l’Albana Dèi e un’organizzazione che tiene conto sia delle valutazioni tecniche espresse da enologi, sommelier ed esperti che del giudizio del pubblico. Anche questa quinta edizione, infatti, si è svolta in due fasi. Nella prima, una giuria tecnica composta da critici delle principali guide del settore, esperti enogastronomici, sommelier professionisti e commerciali del vino, ha degustato alla cieca oltre 40 etichette di Albana, selezionando la rosa di finalisti.

A questo punto, la palla è passata alla giuria popolare di circa 200 persone che hanno votato nel corso di 5 appuntamenti che si sono svolti a maggio in varie località della Romagna tra cui Oriolo dei Fichi (RA), Bertinoro (FC), Faenza (RA), Brisighella (RA) e Dozza (BO) per determinare la classifica dell’“Albana del Cuore” 2017.

Albana Dèi, i vincitori del 2017

Nella categoria “Moderne”, il podio è stato conquistato dal “Cinquecento” 2015 della Tenuta Diavoletto di Bertinoro (FC), seguito da “Poderi delle Rose” 2016 di Cantina Intesa di Faenza (RA) e “Cleonice” dell’Azienda Fiorentini di Castrocaro Terme (FC).

Tra le Albana “All’Antica”, medaglia d’oro alla cantina Fondo San Giuseppe di Brisighella (RA) con il suo “Fiorile” 2016 e, a seguire, Cantina San Biagio Vecchio di Faenza (RA) con il “Sabbia Gialla” 2016 e Azienda Tre Monti di Imola (BO) con “Vitalba” 2016.

Il “Cinquecento” di Tenuta Diavoletto ha fatto il bis, conquistando il primo posto anche nella categoria “Albana del Cuore” 2017, il riconoscimento attribuito dalla giuria popolare. Secondo e terzo posto, rispettivamente, per “Gea” di Vigne di San Lorenzo di Brisighella (RA) e “Leggiadro” di Ballardini Riccardo di Forlì (FC).

Albana Dèi, i vincitori del 2017

Con il “Cinquecento”, Tenuta Diavoletto ha conquistato i premi Albana Déi 2017 e Albana del Cuore 2017.

L’Albana Dèi è nato da un’idea di Carlo Catani e Andrea Spada ed è promosso dal Consorzio Vini di Romagna in collaborazione con Enoteca Regionale Emilia Romagna nell’ambito dell’evento “Alba di Maggio“. Questa manifestazione itinerante, che si è svolta nel mese di maggio attraverso i più bei borghi della Romagna, ha dato prestigio e visibilità alla DOP Romagna Albana, un vitigno per il quale ancora tanto si deve fare per esaltarne le innumerevoli qualità.

Dare riconoscibilità e valore aggiunto al vitigno, infatti, è la nuova sfida che si sono prefissati il Consorzio Vini di Romagna, Enoteca Regionale e tutti i vignaioli del territorio, soprattutto per promuovere la tipologia secco in quanto l’Albana passito ha raggiunto già livelli di eccellenza.

Si ricorda, infine che , il 2017 per l’Albana e la Romagna tutta, è un anno molto importante per un doppio anniversario: il 30esimo del riconoscimento della DOCG e il 50esimo del riconoscimento della DOC.

Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Enzo Radunanza

Il Cronista d’assaggio. Dalla Campania si è stabilito a Bologna per lavoro, ormai da tanti anni. Laureato in Economia aziendale, è esperto di web marketing e comunicazione, è copywriter e scrive di enogastronomia, teatro, musica, spettacolo e tv. Sta frequentando il primo livello del Corso di sommelier, presso l’AIS di Bologna (Associazione Italiana Sommelier).

© Riproduzione vietata
Scritto il: mercoledì, 28 giugno 2017

Ti potrebbero interessare:

Sagra della Salamina da sugo al cucchiaio di Madonna Boschi
Cuochi per un giorno - Festival nazionale di cucina per bambini
Fiera nazionale del Tartufo bianco pregiato | Sant'Agata Feltria (RN)
Tartufo Nero di Fragno, il dono naturale dal carattere forte!
Grillo Sicilia IGT: 13 etichette da provare