Champagne Brut réserve della Maison Billecart-Salmon

Da la Marne un capostipite di qualità in calice, ottenuto dall’assemblaggio di Pinot noir, Chardonnay e Pinot meunier. Aristocratico, equilibrato e fine ma sempre di ottima beva. Un vino che ha longevità, dall’acquisto anche una decina d’anni, e che si impone dall’aperitivo al lume di candela sul bagnasciuga.

Billecart-Salmon Champagne Brut réserveSe la guida Decanter l’ha definito come il “Miglior brut del mondo” qualcosa vorrà dire. Questo Champagne Brut réserve della Maison Billecart-Salmon è effettivamente potente.

Aristocratico ma assolutamente beverino. C’è un equilibrio costante in ogni beva. C’è la delicatezza di una carezza carbonica ad ogni sorso. Non manca di elegante finezza ma di corposa presenza all’assaggio. Il “Brut réserve” è figlio dell’assemblaggio coordinato, sapiente ed antico di Pinot noir, Chardonnay e Pinot meunier della Marne. Un prodotto arrivato dopo una raccolta delle uve tendenzialmente realizzata tra fine agosto e i primi di settembre, con vendemmia selezionata dei grappoli a mano e pressatura soffice per il mosto vergine.

Questa è la carta d’identità autentica della Maison che produce questo straordinario Champagne dopo averlo fatto affinare per almeno 36 mesi sui lieviti prima di arrivare al dégorgement. In alcuni casi si arriva a 51 mesi di sosta.

Il “Brut réserve” trae la propria definizione “genetica” in vitigni distribuiti all’interno della Mareuil-sur-Aÿ, in territorio di Premier cru, nella Vallée del la Marne. La superficie vitata di questa Maison a conduzione familiare, si estende in 220 ettari all’interno di 40 crus della Champagne. La vinificazione avviene in piccole botti per poi passare all’affinamento in cantine pluricentenarie realizzate nel gesso che permettono di avere una temperatura costante e che portano in dono ad ogni bottiglia una soffice ed elegante effervescenza.


Billecart-Salmon Champagne Brut réserveDegustazione Billecart-Salmon Champagne Brut réserve

 

Degustazione-Vino-colore

Il Brut Réserve firmato Billecart-Salmon si presenta alla vista con un colore giallo paglierino intenso, con effervescenza numerosa, fine e prolungata.

 

Degustazione-Vino-Naso

Al naso si impongono sentori netti di frutta tra cui spicca la pera e la mela non ancora matura. Aromi che vengono seguiti da sentori di fiori e tracce di miele d’acacia per arrivare ad una nota minerale che ricorda la pietra focaia.

Degustazione-Vino-bocca

In bocca è l’equilibrio a sorprendere. Acidità perfetta si accompagna ad una equilibrata sapidità che chiude nel minerale e nell’amarognolo di frutta secca appena tostata. C’è subito l’attacco vinoso fresco e molto complesso che porta in dote ricchezza di bouquet e sfumature organolettiche decise e nette. Importante e caratteristica la struttura che si sposta da sensazioni fresche e morbide, quasi a ricordare delle pesche a polpa bianca (saturnia), ad una sbarazzina vitalità effervescente che sprigiona fragranze dalle latitudini tropicali.

Vino-consigliatoAbbinamenti. Ottimo come aperitivo e con antipasti di pesce e crostacei, risotti con ragù bianchi di molluschi e crostacei; da provare con il sushi e il sashimi oppure con tartarre di trota salmonata con erba cipollina e finocchietto selvatico ma anche con uova al tegamino e tartufo bianco di Alba. Non stona, anzi, con formaggi più o meno stagionati.

La scheda del vino

Billecart-Salmon Champagne Brut réserve

Carta geografica Mareuil sur Ay.

Nome vino: Champagne Brut réserve
Denominazione: Aoc
Nome cantina: Billecart-Salmon
Luogo: Mareuil-sur-Ay
Vitigno: Chardonnay (30%), Pinot nero (30%), Pinot meunier (40%)
Vendemmia: manuale, agosto/settembre, selezionata in vigneto
Affinamento: 36 mesi sui lieviti in botti piccole
Colore: giallo paglierino intenso
Titolo alcolometrico: 12 % Vol.
Temperatura di servizio: 6/8° C
Calice: ballon flute
Punteggio: 94/100

Billecart-Salmon
www.champagne-billecart.fr

Print Friendly, PDF & Email

   Il nostro parere


- Antipasti di pesce e crostacei
- Risotti con ragù bianchi di molluschi e crostacei
- Sushi e sashimi
- Tartarre di trota salmonata con erba cipollina e finocchietto selvatico
- Uova al tegamino e tartufo bianco di Alba
- Formaggi più o meno stagionati.

   

  

94


Legenda:

= Abbinamento cibo / vino

Il nostro consiglio:

= Lasciamo perdere - = Vale la spesa - = Il regalo ideale - = Il vino dei desideri

Rapporto qualità/prezzo:

= Buono - = Molto buono - = Ottimo

= Punteggio in centesimi

Autore /


Riccardo Isola

Un viaggio tra inchiostro e liquidi nel cristallo iniziato, ahimé e purtroppo, diversi anni fa. Giornalista enogastronomico in orbita perenne attorno ai pianeti Vino e Cibo. Usurpatore, per professione e per passione, della lingua italiana. Improprio interprete, ma con dedizione e impegno, del raccontare ciò che da sempre fa grande il nostro essere italici: il Gusto. Salute!

© Riproduzione vietata
Scritto il: giovedì, 17 agosto 2017

Ti potrebbero interessare:

Poderi Morini e Ancarani ottengono le "4 viti" dalla guida Vitae dell'Ais
Weiber, il vino medaglia d'oro al Concorso Generale dell’Agricoltura di Parigi
Vinitaly 2017: l'Emilia Romagna dei profumi e dei vitigni autoctoni
Premio Qualità Italia 2017: aperte le iscrizioni al concorso enologico nazionale
La mineralità nel vino, cosa significa?