Le Bollicine aiutano la memoria e contrastano la demenza senile?

Uno studio della Reading University ha approfondito gli effetti della moderata assunzione di champagne sulla mente umana. Pur con le dovute accortenze, sembrerebbe che i componenti fenolici più piccoli, come acido gallico, acido protocatechuico, il tirosolo, l’acido caftarico e l’acido caffeico, oltre ai flavonoidi, hanno effetti benefici sulla memoria.

Bollicine aiutano la memoria e contrastano la demenza senile

Gli effetti del bere bollicine tre volte a settimana.

Bere buone bollicine tre volte a settimana aiuta a combattere la fisiologica perdita di memoria dovuta all’invecchiamento e nel contrasto alla demenza senile. Il dato è scientifico ed emerge da una ricerca condotta dall’università inglese Reading University che ha concluso come i composti fenolici di cui sono costituite le uve utilizzate per la produzione dei migliori spumantizzati, rappresentino validi alleati sui segnali che controllano l’apprendimento e sulle proteine che favoriscono la memoria.

Ciò che occorre però, è non farsi prendere dai facili entusiasmi del “purchè sia frizzante”, svaligiando le offerte presenti sugli scaffali dei supermercati degli spumantizzati ad 1 euro o poco più. Infatti, a rendere beneficio, sono i composti fenolici che si trovano nelle uve rosse contenute nei vini migliori, ovvero quel Pinot Nero e Pinot Meunier presenti in buone percentuali negli champagne di Francia ma anche nei Franciacorta nostrani o nei Cava Spagnoli.

Dunque bisogna puntare su dei Metodo Classico di buon livello, bere con moderazione, non mettersi alla guida dopo aver bevuto – come ci ricordano le norme – ma, di certo riuscire a prevenire l’invecchiamento brindando è un sicuro piacere.

Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Alice Lombardi

La psicogiornalista enologica - Giornalista, psicologa e sommelier AIS. Strana combinazione? Forse, o forse no perchè Alice la trasforma in un valore aggiunto,  intervistando le persone con l'empatia della psicoterapeuta e trattando la persona con la curiositas della giornalista.

© Riproduzione vietata
Scritto il: mercoledì, 28 giugno 2017

Ti potrebbero interessare:

Emilia Romagna, la regione dei "vini pop" secondo Luca Gardini
Solarys passito rosso da uve Magliocco, la novità di Cantina Spadafora
Gran Tiati Gold Vintage MMXII, l'espressione potente dell'Aglianico
Domaine Cabirau e il suo pregevole Côtes du Roussillon
Vino Santo Trentino DOC, il nettare frutto della pazienza