Benvenuto Elmo! In Valpolicella, scoperto un nuovo vitigno

Una nuova uva autoctona fa il suo ingresso tra le varietà già coltivate in Veneto. Il vitigno si presenta con acini scuri a bacca rossa, radi, adatti all’appassimento, ricchi di polifenoli e antociani che doneranno un colore intenso al futuro vino.

Elmo, scoperto un nuovo vitigno in Valpolicella

Elmo è la nuova varietà di uva scoperta in Valpolicella.

Le prime giornate fresche di fine estate e d’inizio autunno ci regalano atmosfere dai colori caldi, dalle temperature miti e dai sapori avvolgenti. A rendere ancora più piacevole questi momenti ci sarà anche l’arrivo di Elmo, una nuova varietà di uva a bacca rossa che è stata scoperta nel 2009, prima in Valdonega dalla Cantina Valpantena di Verona e poi anche nel vigneto di proprietà del produttore Guglielmo Ferrari a Valgatara, nel comune di Marano di Valpolicella.

La prima cosa che si nota di questa cultivar, e che la diversifica da molte altre, sono i suoi grappoli spargoli, ovvero formati da acini radi che sembrano adatti all’appassimento, scuri e ricchi di polifenoli e antociani in grado di donare un colore intenso al futuro prodotto enologico che ben si adatterà al ventaglio di vini già realizzati nella regione veneta.

Anche se il ritrovamento del vitigno risale a qualche anno fa, soltanto da poco si è conclusa l’identificazione che è stata affidata, per entrambi i vitigni, al Centro di ricerca di Viticoltura ed Enologia di Conegliano in collaborazione con l’ex Centro per la Sperimentazione in Vitivinicoltura della Provincia di Verona. L’occhio vigile degli studiosi ha analizzato la forma e la dimensione del tronco, dei tralci, dei grappoli e delle foglie per individuare i caratteri fenotipici e produttivi delle uve, dimostrando che esse non hanno alcuna parentela con altre varietà coltivate nello stesso territorio ma soltanto una lontana somiglianza con il vitigno Wilbacher, originario della regione austriaca della Stiria e coltivato in minima parte anche nel trevigiano. Le conclusioni, alle quali sono giunti gli studiosi, sono dunque che si tratta di una varietà di vitigno diversa da qualsiasi altra finora conosciuta.

Elmo, scoperto un nuovo vitigno in ValpolicellaCome ha spiegato Stefano Casali – agronomo di Cantina Valpantena Verona – «Le viti di Elmo pare siano molto produttive e soprattutto abbiano una forte resistenza agli attacchi dei parassiti».

Successivamente all’iscrizione al Registro Nazionale e alla classificazione a livello regionale sarà possibile dare l’avvio alla coltivazione e dunque alla diffusione di questa nuova varietà di uva. Tra qualche anno potremo degustare una nuova prelibatezza, benvenuto Elmo!

Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Cecilia Novembri

Una farfalla nel vigneto. Sono giornalista e sommelier e tutto è iniziato per caso durante i miei studi in Legge e la mia professione legale. Tra codici e tribunali, ho iniziato a coltivare una grande curiosità per il mondo enologico e ora mi muovo, con un batter d’ali, dalla vigna all’uva, dal vino ai suoi aromi fino ad arrivare agli abbinamenti con le pietanze.

© Riproduzione vietata
Scritto il: mercoledì, 6 settembre 2017

Ti potrebbero interessare:

Vigna Rosara - Oltrepò Pavese Pinot Nero D.O.C.
Chianti Collection 2017, al via l’anno dei vini
Adorè, il sorprendente Moscato secco di Casa di Grazia
Daunius Brut Rosè: lo spumante pugliese dal bouquet aromatico e suggestivo
Champagne experience, a Ragusa una serata tra bollicine e piatti stellati