Gran Tiati Gold Vintage MMXII, l’espressione potente dell’Aglianico

Il simbolo enologico della longevità in bottiglia si esprime, già oggi, con una grande personalità. Serve però tempo per poterne godere appieno.

Gran Tiati Gold Vintage 2012 Cantine Teanum

Gran Tiati Gold Vintage 2012 Cantine Teanum.

È il simbolo enologico di un territorio. Un vino che ha un’anima, un’identità ed un’espressività chiara. Ha però bisogno di tempo per essere goduto al pieno delle sue caratteristiche. Deve stare lì, a riposare. Serve calma, pazienza e attesa per poter ammirare, al naso e al palato, un grande vino rosso meridionale.

Il Gran Tiati Gold Vintage MMXII di Cantine Teanum di San Severo, parte da un vitigno di origini antiche, si parla del periodo della dominazione coloniale greca lungo il Tirreno italico. Si tratta di un Aglianico in purezza e di fatto è la fotografia di come un terroir possa esprimere potenzialità enoica dal valore indiscusso. C’è corpo, struttura, s’intravede la morbidezza, ci sono bouquet caratteristici dei varietali arricchiti da terziari donati dalle botti di rovere. C’è cultura, attenzione e personalità in questo vino. Ma serve tempo, per il 2012, almeno altri cinque/sette anni. Ancora chiuso, non accarezza ancora come invece potrà fare più avanti. I tannini ci sono, si sentono, a tratti scalciano, sono balsamici quasi vegetali.

Sentori di frutti rossi, di passione amorosa, di tenacia tannica

Per fare il Gran Tiati Gold Vintage 2012 Cantine Teanum si utilizzano uve coltivate a 150 metri sul livello del mare, con allevamento a spalliera e una produzione per ettaro di 80 quintali. La vendemmia è manuale fatta a mano a cui seguono una lunga macerazione e affinamento.


Gran Tiati Gold Vintage 2012 Cantine TeanumDegustazione Gran Tiati Gold Vintage 2012 Cantine Teanum

Degustazione-Vino-colore

Il “Gran Tiati Gold Vintage 2012″ si presenta con un un colore rosso intenso, ancora  tendente al porpora, quasi impenetrabile. Archetti e lacrime lasciano intendere, immediatamente, che si sta per assaggiare un vino possente, fiero quasi austero.

Degustazione-Vino-Naso

Al naso, potenza e officinalità si alternano alle spezie, soprattutto zenzero e curcuma.

 

Degustazione-Vino-bocca

L’attacco in bocca non è proprio morbido. Forse un po’ spigoloso, si ammorbidisce dopo qualche secondo anche se i tannini rimangono presenti con la loro dirompente firma verde. Lungo il finale, che chiude in modo avvolgente e pieno con richiami di vaniglia, confetture di frutta rossa, prugna e ciliegia, ma anche tabacco e sentori di tabasco affumicato.

Vino-consigliatoAbbinamenti. Grandi piatti della tradizione pugliese, ruota di luganega con verdure, da osare con un ossobuco, spezzatino di manzo, carni alla griglia, arrosti e formaggi stagionati.

 

La scheda del vino

Nome vino: Gran Tiati Gold Vintage 2012
Nome cantina: Teanum
Luogo: San Severo (Foggia)
Vitigno: Aglianico
Vinificazione: 25 giorni a macerazione prolungata in acciaio
Maturazione e affinamento: barrique di legno americano e francese (primo e secondo  passaggio) per 12 mesi, affinamento in bottiglie per 6 mesi
Titolo alcolometrico: 14,5 % Vol.
Temperatura di servizio: 16/18
Calice: ampio
Punteggio: 89/100

Cantine Teanum
Via Croce Santa 48 – 71016 San Severo (FG)
www.teanum.com

Print Friendly, PDF & Email

   Il nostro parere


- Piatti della tradizione pugliese
- Ruota di luganega con verdure
- Spezzatino di manzo
- Carni alla griglia, arrosti
- Formaggi stagionati.

   



89


Legenda:

= Abbinamento cibo / vino

Il nostro consiglio:

= Lasciamo perdere - = Vale la spesa - = Il regalo ideale - = Il vino dei desideri

Rapporto qualità/prezzo:

= Buono - = Molto buono - = Ottimo

= Punteggio in centesimi
TAG:     , ,

Autore /


Riccardo Isola

Un viaggio tra inchiostro e liquidi nel cristallo iniziato, ahimé e purtroppo, diversi anni fa. Giornalista enogastronomico in orbita perenne attorno ai pianeti Vino e Cibo. Usurpatore, per professione e per passione, della lingua italiana. Improprio interprete, ma con dedizione e impegno, del raccontare ciò che da sempre fa grande il nostro essere italici: il Gusto. Salute!

© Riproduzione vietata
Scritto il: mercoledì, 11 ottobre 2017

Ti potrebbero interessare:

Vigna Rosara della Cantina storica "Il Montù", nell'Oltrepò Pavese
Chef Angelo Prezio, da Foggia a Londra per conquistare i vip
Osteria U Papa, sapori d'antan nel cuore di Imperia
Ristorante Capovolto: piacevole scoperta nel quartiere San Salvario
Enrico Bartolini, 30 ricette e la grande storia di uno chef pluristellato