Dosaggio Zero Talento di Letrari: tutta la classe di un perlage emozionale

Il Trento Doc dell’azienda agricola di Rovereto ha una personalità che sprigiona eleganza, carattere ed emozione. Ecco la nostra recensione.

Letrari: Dosaggio Zero Talento Trento Doc

Cantina Letrari: Dosaggio Zero Talento Trento Doc (Foto Riccardo Isola).

Questo Trento Doc firmato Letrari ha una personalità che conquista, sorso dopo sorso. Un risultato non banale figlio di un’interpretazione del Metodo classico fatto con la consapevolezza che il terroir non è solo lemma da lanciare ai quattro venti. Il Dosaggio Zero assaggiato nasce da selezione di Chardonnay e Pinot nero, raccolti a mano, e da un riposo sui lieviti lungo senza l’aggiunta di “liqueur de tirage”. È l’essenza stessa, a nostro modo, di intendere i contemporanei metodo classico: dare un’eleganza ed un’identità chiara di quello che si beve. Per carità nulla contro il tirage, e ci mancherebbe altro. A noi però l’essenzialità piace e viene riconosciuta.

Il Dosaggio Zero Letrari Talento Trento doc è un piccolo capolavoro di fine eleganza e croccante leggerezza al palato. Fresco, sapido ma gentile.

Letrari: Dosaggio Zero Talento Trento Doc

Tagliatelle al ragù di oca e fiori di zucca + selezione formaggi e confetture (Ristorante San Biagio vecchio – Faenza).


Letrari: Dosaggio Zero Talento Trento Doc

Letrari: Dosaggio Zero Talento Trento Doc.

Degustazione Letrari: Dosaggio Zero Talento Trento Doc

 

Degustazione-Vino-coloreIl suo paglierino brillante è intenso con riflessi verdognoli che ammaliano. Il perlage fine, per non dire straordinariamente molto fine, è anche persistente.

 

Degustazione-Vino-Naso

Le sfumature al naso sono baluardo di un caleidoscopio di fragranze tradizionali (crosta di pane, mela e buccia di pera) a note più “speziate” come la vaniglia, frutta secca (esplode la nota della mandorla e della nocciola).

Degustazione-Vino-bocca

Al palato è sensazionale. Vero, netto, pulito e demarca una complessità molto rinfrescante con una spalla acida perfetta, tagliente, verticale. Si presenta comunque strutturato, chiudendosi con bellissime presenze gentili di agrumi tendenti al bergamotto. Da emozione vera e pura.

Vino-consigliatoAbbinamenti. Ottimo come aperitivo e con antipasti di pesce e crostacei, fiori di zucca ripieni di primosale ed erbe aromatiche, tagliatelle con ragù di oca e fiori di zucca e selezione di formaggi (anche erborinati). Se poi si è in ottima compagnia, diventa partner mai incomodo anche bevuto per socialità.

La scheda del vino

Nome vino: Dosaggio Zero Letrari Talento Trento Doc
Denominazione vino spumante di qualità
Nome cantina: Letrari
Luogo: Rovereto (Tn)
Vitigno: cuvèe di Chardonnay e Pinot Nero
Vendemmia: Manuale
Affinamento: dai 24 ai 36 mesi in bottiglia sui lieviti
Colore: giallo paglierino brillante
Titolo alcolometrico: 12,5 % Vol.
Temperatura di servizio: 6/8° C
Calice: Ballon flute
Punteggio: 94/100

Azienda Agricola Letrari
Via Monte Baldo 13/15 – 38068 Rovereto (Tn)
www.letrari.it

Print Friendly, PDF & Email
Tagged with:     , ,

Autore /


Riccardo Isola

Un viaggio tra inchiostro e liquidi nel cristallo iniziato, ahimé e purtroppo, diversi anni fa. Giornalista enogastronomico in orbita perenne attorno ai pianeti Vino e Cibo. Usurpatore, per professione e per passione, della lingua italiana. Improprio interprete, ma con dedizione e impegno, del raccontare ciò che da sempre fa grande il nostro essere italici: il Gusto. Salute!

© Riproduzione vietata
Scritto il: martedì, 8 agosto 2017

Ti potrebbero interessare:

Il Multicultural brunch, a Napoli le lingue si praticano a tavola
Ristorante La Maison: a Bologna la buona cucina italiana
Nelle Terre di Faenza il vino si degusta sotto il cielo stellato
Ristorante Bagni Albenga: quando mangiare pesce sul mare diventa accessibile
Alla scoperta del Franciacorta, tra bollicine e prelibatezze culinarie