Chef Ivano Ricchebono, dalle 8 stelle Michelin ai nuovi progetti

Delle dieci stelle Michelin assegnate di recente alla Liguria, la sua è l’unica che brilla dalle parti della Lanterna. Intervista allo chef del Ristorante The Cook e tra i protagonisti de La prova del Cuoco.

Ivano Ricchebono, intervista allo chef 8 stelle Michelin

Chef Ivano Ricchebono (Foto dal sito web dello chef).

La stella Michelin per Ivano Ricchebono non è una novità, visto che gli è stata assegnata per l’ottavo anno consecutivo ma, in un momento in cui alcune personaggi eccellenti come Claudio SadlerCarlo Cracco hanno perso di lucentezza, mantenere certi livelli dimostra quanto ci sia d’impegno e di difficoltà nell’essere uno “stellato”.

In questa intervista, che ci ha rilasciato nel suo “The Cook” ad Arenzano (GE), ci ha parlato della sua gioia per il risultato raggiunto. Nonostante questo, non ha nascosto il suo malessere perché, forse, nella sua Genova una stella non viene apprezzata come conviene. Nel contempo ha anche fatto presagire che, nel 2018, potrebbe succedere qualcosa in questo senso.

Il Ristorante The Cook di Ivano Ricchebono è situato all’interno del Grand Hotel**** di Arenzano con ingresso indipendente, parcheggio esterno adiacente e ampio garage.
The Cook è sito in un punto strategico, in quanto rimane a circa 1 Km dall’uscita autostradale di Arenzano e sul Lungomare.

La sua cucina è un connubio tra piatti raffinati e la semplicità della tradizione, con un’attenzione maniacale alla qualità e ricercatezza degli ingredienti. Basta osservare i suoi splendidi e colorati finger food per notare un tocco creativo e artistico che trasforma ogni momento in una grande occasione.

Nell’intervista Ricchebono ha anticipato qualcosa sul suo libro di ricette che uscirà a maggio e della grande difficoltà nel conciliare gli impegni professionali e quelli familiari.

Print Friendly, PDF & Email
TAG:     , ,

Autore /


Marco Benvenuto

Zena a toua. Giornalista professionista e gastronomo critico di video web cucina: dalla forchetta “felice” e dalla scrittura “golosa”, metto in onda le parole della Liguria ma, purtroppo, non i suoi sapori. Appassionato di pesto al mortaio e finalista sconfitto ai campionati del mondo. Descrivo la Liguria del gusto nelle sue varie declinazioni sul blog Zena a toua (Genova a tavola), trattando di novità e tendenze.

© Riproduzione vietata
Scritto il: mercoledì, 13 dicembre 2017

Ti potrebbero interessare:

Lo chef Mario Ferrara protagonista al Refettorio Ambrosiano di Milano
Stefano Sforza alla guida de Les Petites Madeleines di Torino
Olio di canapa nella cioccolata spalmabile "CanaCiok": la Gelateria Perlecò elimina l'olio...
La Farinata di ceci, l'oro sulle tavole genovesi
9 chef e 9 portate a Cantù per una Mensa di solidarietà