Piccole case editrici crescono: Edizioni del Loggione lancia la collana “Brividi a cena”

Brividi a cena di Edizioni del Loggione è la nuova collana che porta il giallo in cucina e che si va ad aggiungere alle altre cinque collane.

Collana Brividi a cena di Edizioni del Loggione

Il logo della nuova collana Brividi a cena di Edizioni del Loggione.

Prosegue, passo dopo passo, ma con inarrestabile determinazione, l’avventura di Edizioni del Loggione, la casa editrice emiliana con un’attenzione particolare all’enogastronomia e che mette al centro dei suoi libri le emozioni e la passione. Ogni progetto è il frutto di incontri emotivi ed emozionali, di sensazioni, di fiducia, di voglia di fare e di scommettere cercando di raccontare storie che arrivino direttamente al cuore, che evochino ricordi, tradizioni ed esperienze che appartengono un po’ a tutti noi.

La produzione letteraria di questo editore si articola in ben sei collane, ciascuna con una propria identità ma accomunate dalla caratteristica di attrarre ogni tipologia di lettore, intrattenendolo in maniera sobria e piacevole ma mai scontata.

Brividi a cena, la nuova collana che lascia senza fiato

Misteri e manicaretti dell’ Appennino Bolognese

Il primo libro esce a giugno 2017.

Una delle ultime novità appena introdotte è la collana “Brividi a cena” in cui la cucina, intesa come passione culinaria e ricerca storica sull’alimentazione, fa da sfondo a storie noir, appartenenti al genere poliziesco, con una propensione al giallo classico.

Sono ben tre i volumi già in cantiere nell’ambito di questa collana. Il primo, in uscita a giugno 2017, si intitola “Brividi a Cena – Misteri e manicaretti dell’ Appennino Bolognese” ed è una raccolta di racconti nata in collaborazione con l’Unione dei comuni dell’Appennino bolognese.

A luglio, invece, esce “Brividi a Cena – Misteri e manicaretti della Valle Marecchia” in collaborazione con l’Associazione MacGuffin e con alcuni tutor della prestigiosa “Bottega Finzioni” fondata da Carlo Lucarelli e altri autori. Infine, nei primi mesi del 2018, esce “Brividi a Cena – Misteri e manicaretti di Pellegrino Artusi” che celebrerà il grande padre dell’enogastronomia italiana.

Le altre collane di Edizioni del Loggione

Alle altre cinque collane, i lettori si sono ormai affezionati e con questi piccoli-grandi libri hanno sorriso, ricordato, sognato e cucinato. Vediamo quali sono.

Collana I Quaderni del Loggione

Realizzati con chef, associazioni di categoria, istituti alberghieri, giornalisti e scrittori, i Quaderni del Loggione hanno l’aspetto di manoscritti e sono illustrati con disegni fatti a mano per esaltare storie e ricette. Fra i numerosi autori si possono citare l’Associazione Pasticceri Bolognese, l’Associazione Sfogline di Bologna e Provincia, Pina Siotto esperta di cucina vegana e vegetariana, Damiano Damiani premiato dal Gambero Rosso come chef emergente del 2012, Mauro Spadoni chef che, tra le altre esperienze, ha partecipato alla Prova del Cuoco. Nel corso del 2017, usciranno nuovi libri sui quali la casa editrice mantiene il massimo riserbo ma che promettono grandi successi.

Collana Le scorribande del Loggione:

La guida “Bologna la Golosa” è stato un autentico best seller del settore al punto che è stata tradotta in inglese con il titolo “Bologna the indulgent” ed è in vendita perfino a New York. Sono in lavorazione una guida su Roma e una sulla Rocchetta Mattei, nel Comune di Grizzana Morandi (BO).

Collana Il Profumo dei Ricordi

La filosofia di questi libri, realizzati in collaborazione con gli Assessorati alla Cultura di vari Comuni, è quello di raccogliere la memoria di un territorio e tramandarla alle nuove generazioni.

Collana I Maestri del Loggione

Sono grandi nomi della cucina e della pasticceria quelli degli autori che hanno firmato i libri di questa collana. Da Mario Ferrara, chef dello Scacco Matto di Bologna a Gabriele Spinelli, pastry chef dell’Associazione Pasticceri Bolognesi fino a Riccardo Facchini, diventato popolare al grande pubblico per la partecipazione a La Prova del Cuoco su Rai 1.

Collana Agrodolce

Profuma di poesia e rivela tutte le sfumature della vita. Nata solo da un anno, la Collana Agrodolce ha conquistato il pubblico già dall’esordio. 2 libri sono dedicati a “Le donne che fecero l’Impresa”, antologie di imprenditrici dell’Emilia Romagna e della Lombardia.

Bianca Neve” è l’opera prima di uno scrittore poco più che diciottenne che affronta, con lucidità, il tema scottante della droga nelle scuole; infine “Piccoli ospiti parenti del cuore” che tratta di accoglienza dei bambini di Chernobyl. Prossimamente andranno alle stampe le antologie delle donne marchigiane e piemontesi.

Print Friendly, PDF & Email
TAG:    

Autore /


Enzo Radunanza

Il Cronista d’assaggio. Dalla Campania si è stabilito a Bologna per lavoro, ormai da tanti anni. Laureato in Economia aziendale, è esperto di web marketing e comunicazione, è copywriter e scrive di enogastronomia, teatro, musica, spettacolo e tv. Sta frequentando il primo livello del Corso di sommelier, presso l’AIS di Bologna (Associazione Italiana Sommelier).

© Riproduzione vietata
Scritto il: mercoledì, 29 marzo 2017

Ti potrebbero interessare:

Vegetaliana. Note di cucina italiana vegetale, di Giuseppina Siotto
Il libro "Bologna the Indulgent" arriva al Piccolo Cafe di New York
"Scaccomatto. Cuochi si diventa", lo chef Mario Ferrara si racconta in un libro
Con un e-book in cinese, le massaie del Sol Levante potranno cucinare all'emiliana
Tiramisù. Storia, curiosità, interpretazioni del dolce italiano più amato