CheftoChef, sapori e saperi dell’Emilia Romagna alla riscossa

Nell’anno del Cibo italiano è stato presentato, a Bologna, il programma delle attività 2018 dell’associazione culturale che riunisce i migliori chef e le aziende del tipico emiliano romagnolo.

éProgetti 2018 di CheftoChef

La conferenza stampa del 12 febbraio 2018 (Foto © GdG).

Siamo in un momento particolare ed importante per l’agroalimentare del Paese e, non a caso, il Governo ha proclamato il 2018 “Anno nazionale del cibo italiano”, prevedendo una serie di iniziative per la promozione e tutela delle tradizioni tricolore. L’Emilia Romagna, d’altra parte, si è sempre distinta per la grande importanza assegnata a questo comparto e spicca per credibilità e riconoscibilità dei suoi prodotti DOP e IGP.

Gli ultimi anni, hanno fatto registrare un’impennata del turismo enogastronomico regionale e Bologna sta facendo notizia per il gran numero di nuove insegne che hanno aperto e che riescono a soddisfare gourmet italiani ed internazionali.

Una delle associazione culturali emiliano-romagnole che da molti anni, con impegno e successo, porta avanti queste tradizioni – in collaborazione con la Regione – è CheftoChef emiliaromagnacuochi nata dall’unione dei cinquanta grandi chef, cinquanta aziende, i più importanti Consorzi dei prodotti tipici e i gourmet di riferimento dell’Emilia Romagna.

Il programma e le iniziative previste per il 2018 sono state presentati il 12 febbraio, presso Villa Guastavillani di Bologna alla presenza, tra gli altri, di Massimo Spigaroli confermato presidente dell’associazione e Simona Caselli, Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Emilia Romagna.

CheftoChef, presentate le attività 2018

Accanto a manifestazioni ormai diventate consuete come “Centomani di questa Terra” e “Al Mèni, il circo dei sapori e cose fatte con le mani e col cuore”, CheftoChef emiliaromagnacuochi ha predisposto anche trasferte internazionali confermando la volontà di divertire, informare, formare e divulgare saperi e sapori.

Centomani di questa Terra 2018

Si parte il 9 aprile a Polesine Zibello (PR) con “Centomani di questa Terra” che, quest’anno, avrà come titolo “I moderni artigiani fanno scuola per l’anno del Cibo italiano”.

La manifestazione è un importante, e frequentatissimo, momento di aggiornamento ed incontro tra professionisti e studenti degli istituti alberghieri, licei e Università ma anche tra scuole di cucina e centri di formazione professionale. Sarà una giornata ricca di show cooking, form di discussione,  mostre mercato e degustazioni delle prelibatezze regionali di qualità eccelsa.

CheftoChef, presentate le attività 2018

Un’immagine di Centomani di questa Terra 2017.

Al Mèni 2018, Rimini

Dà il benvenuto all’estate riminese, invece, “Al Mèni, il circo dei sapori e cose fatte con le mani e col cuore” che si svolge il 23 e 24 giugno. Show cooking di chef importanti, street food gourmet, mercato dei prodotti di contadini, artigiani e designer faranno da contorno ad un messaggio che va oltre l’intrattenimento perchè vuole trasmettere identità e capacità di fare squadra, tipica e vanto di questa parte d’Italia.

Altri appuntamenti di CheftoChef

A questi due appuntamenti se ne affiancheranno altri ospitati in alcune delle 12 “Città della gastronomia CheftoChef”. Tra queste la “Festamercato dell’Anolino e delle paste ripiene” a Fiorenzuola d’Arda (PC), prevista il 10 e 11 marzo, e una serie di iniziative che si svolgeranno a Ravenna.

La base di queste ultime, sarà l’Osteria Guiccioli, nella frazione di Mandriole a ridosso delle Valli, dove opereranno chef ravennati affiancati ad altri chef regionali per una cucina caratterizzata dal “selvatico di pregio” (pesce, selvaggina, erbe).

Saranno anche protagonisti:

  • le tre liliacee dell’Emilia Romagna (Aglio di Voghiera, Scalogno di Romagna e Cipolla di Medicina) per un’innovazione di prodotto (i fermentati) e per una promozione/commercializzazione integrata;
  • i suini autoctoni (partendo dalla Mora Romagnola e dal Nero di Parma) che avranno come prima iniziativa un “trittico” di eventi a partire dalla tradizionale Festamercato dei Salumi cotti a Russi (RA) il 14 e 15 aprile;
  • acque&farine, tema di grande attualità di cui si parlerà anche nel Festival dell’Anolino e della paste ripiene e alla Festamercato dedicata a acqua, farine e vini rifermentati dell’Emilia Romagna a Borgonovo Val Tidone.

Progetti internazionali

A livello internazionale, invece, CheftoChef sta già lavorando per cercare di concretizzare tre possibili progetti in Israele a Tel Aviv, in Irlanda a Dublino e in Repubblica Ceca.

Prosegue, invece, il “gemellaggio” gastronomico, avviato lo scorso anno, fra Emilia Romagna e Costa Brava, due regioni similari tra loro che, figlie di un turismo costiero e marittimo, hanno saputo rilanciarsi e imporsi a livello internazionale per l’alta qualità della cucina proposta.

Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Enzo Radunanza

Il Cronista d’assaggio. Vivo a Bologna dal 1999 ma con "La Grassa" non è stato amore a prima vista. Abbiamo iniziato come amici e, lentamente, mi sono innamorato della sua cucina, dei prodotti tipici, della sua creatività mista ad anticonformismo. Ho una laurea in Economia aziendale, mi piace leggere, scoprire e raccontare storie, mondi e persone anche molto diverse da me. Appassionato di web marketing e comunicazione, scrivo di teatro, spettacolo, musica e tv anche se, attualmente, l'enogastronomia occupa gran parte del mio tempo libero.

© Riproduzione vietata
Scritto il: martedì, 13 Febbraio 2018

Ti potrebbero interessare: