Redazione

La Gazzetta del Gusto – Testata giornalistica online registrata al Tribunale di Bologna con n° 8433 del 04/10/2016.

Contatti:

  1. redazione@gazzettadelgusto.it: per collaborare o per inviare comunicati stampa;
  2. info@gazzettadelgusto.it: per informazioni, suggerimenti o curiosità.

Gestione, Web design, Pubblicità

Agenzia DoppioQuarto
Sede: Via Calabria, 1/C – Bologna
Partita Iva: 03361201209
E-mail: info@DoppioQuarto.it


LA REDAZIONE

Direttore: Mauro Caldera


Emilia Romagna


Enzo RadunanzaEnzo Radunanza (Bologna)Il Cronista d’assaggio
Dalla Campania si è stabilito a Bologna per lavoro, ormai da tanti anni. Laureato in Economia aziendale, è esperto di web marketing e comunicazione, è copywriter e scrive di enogastronomia, teatro, musica, spettacolo e tv. Sta frequentando il primo livello del Corso di sommelier, presso l’AIS di Bologna (Associazione Italiana Sommelier).


Francesca-Badiali-La-Gazzetta-del-GustoFrancesca Badiali (Monghidoro, Bologna) – Kurmilla
“È viva la tua anima? E allora che si nutra!” Tappetino da yoga, assaggiando un buon vino e leggendo un bel libro, con il rock nelle orecchie e il profumo di un dolce che esce dal forno.


Danila-Bronico-La-Gazzetta-del-GustoDanila Bronico (Bologna) – Scoprendo il Molise
Nata in Molise, una delle regioni più piccole d’Italia, ho deciso di dedicare alla comunicazione il mio percorso universitario, al di fuori della mia regione. Dapprima ammaliata dalle colline marchigiane, ho studiato presso l’università di Macerata, per poi trasferirmi in Emilia Romagna per studiare e stabilirmi a Bologna. Amante della buona cucina, della musica e dei bei posti, non ho mai dimenticato la mia terra, anzi ho deciso di raccontarla nel blog Scoprendo il Molise.


amelia-di-pietro-la-gazzetta-del-gustoAmelia Di Pietro (Bologna)La Speziatrice di notizie
Cresciuta tra le maestose rocce del Gran Sasso e la brulla vegetazione, aiuta fin da piccola i genitori nella gestione di una trattoria tipica abruzzese. Oltre a correre sui prati e giocare all’aria aperta, sente presto l’esigenza di esplorare un mondo parallelo in cui la letteratura ha giocato un ruolo predominante. A 19 anni, in cerca della sua identità, si trasferisce a Bologna e scopre l’amore per la scrittura, frutto del desiderio di comunicare e lasciare una traccia. Si laurea prima in “Sociologia” e poi in “Giornalismo e Culture Editoriali”, iniziando a scrivere per diverse testate di cultura e teatro. Non abbandona, però, l’amore per la cucina che, tuttavia, si evolve. Diventa un’appassionata cuoca vegana e prepara piatti rispettosi dell’ambiente e degli animali.


Gabriella Gasparini, La Gazzetta del GustoGabriella Gasparini (Carpi, Modena) – Una mamma ai fornelli
Gabriella Gasparini è chef, scrittrice e vanta una solida esperienza in programmi TV. Nata a Carpi (MO) nel 1975, è sposata con Fulvio e madre di Emma. La passione per i fornelli è nata da piccola quando si divertiva a sperimentare con la mamma e la nonna. Crescendo, matura diverse esperienze relative alla cucina e frequenta corsi con chef del calibro di Cesare Marretti e Masterchef Spyros, di cucina thailandese presso la Cooking Pum School di Phi Phi Isand (Thailand). Dal 2011 partecipa a diversi programmi televisivi: “La Prova del Cuoco“, “I Menù di Benedetta“, “Cuochi e Fiamme“. Nel 2014 inizia a collaborare con TRC Tv per la rubrica di cucina “Nosterchef” in onda tutti i giorni. Nel 2014 è uscito il libro “Cotto e Tatuato” edito da Damster Editore, scritto con Alle Tattoo.


Riccardo-IsolaRiccardo Isola (Faenza, Ravenna)Il Gustonauta
Un viaggio tra inchiostro e liquidi nel cristallo iniziato, ahimé e purtroppo, diversi anni fa. Giornalista enogastronomico in orbita perenne attorno ai pianeti Vino e Cibo. Usurpatore, per professione e per passione, della lingua italiana. Improprio interprete, ma con dedizione e impegno, del raccontare ciò che da sempre fa grande il nostro essere italici: il Gusto. Salute!


Alice-Lombardi-La-Gazzetta-del-GustoAlice Lombardi (Faenza, Ravenna) – La psicogiornalista enologica
Alice è giornalista, psicologa e sommelier AIS. Strana combinazione? Cerca di farne un valore aggiunto intervistando le persone con l’empatia della psicoterapeuta e trattando ognuno con la curiositas della giornalista che é in lei.


Maurizio-Minghetti-La-Gazzetta-del-GustoMaurizio Minghetti (Bologna) – Il cambusiere templare
Nato all’ombra di San Petronio, ho coltivato da sempre il piacere sensuale e intellettuale del cibo. A partire dalla mia tesi di laurea e collaborando col mensile “La gola”, mi sono interessato delle modificazioni dei costumi alimentari italiani durante il XX secolo. L’interesse è proseguito alla ricerca dell’albero genealogico dei più importanti piatti della tradizione italiana, fino ad approdare al magico passaggio dal barocco all’ evo medio. Credetemi è stato divertentissimo.


Daniela-MinnellaDaniela Minnella (Bologna) – La Spacciatrice di sapori
Nata e cresciuta a Siderno, subito dopo la maturità, Daniela lascia la Calabria per trasferirsi a Bologna dove ormai vive e lavora da oltre 20 anni. Carattere allegro, estroverso e generoso, coltivando una fortissima passione per la cucina e soprattutto per la pasticceria fino a diventarere personal chef. Ai fornelli, spazia dalla tradizione calabrese a quella emiliano-romagnola con incursioni nel vegetariano e nel gluten free.


Cecilia Novembri, La Gazzetta del GustoCecilia Novembri (Parma) – Una farfalla nel vigneto
Sono giornalista e sommelier e tutto è iniziato per caso durante i miei studi in Legge e la mia professione legale. Tra codici e tribunali, ho iniziato a coltivare una grande curiosità per il mondo enologico e ora mi muovo, con un batter d’ali, dalla vigna all’uva, dal vino ai suoi aromi fino ad arrivare agli abbinamenti con le pietanze.

 


Virginia-Pizza-La-Gazzetta-del-GustoVirginia Pizza (Bologna) – Una celiaca ai fornelli
Sono nata e cresciuta ad Agropoli, nel cuore del Cilento ma da due anni vivo a Bologna con mio marito. Le mie origini sono tra mare, sole, buon cibo, famiglia, amicizie, ricordi. Laureata in Sociologia, appassionata di viaggi, puzzle, buon cibo e cucinare! Dodici anni fa ho scoperto di essere celiaca e ho pensato di aprire il blog www.celiachiamocongusto.it per condividere le mie ricette, i viaggi e tutto sul mondo del senza glutine. Posso dire che la celiachia mi ha aperto un mondo…è parte di me!


Campania


giuseppe-de-girolamoGiuseppe De Girolamo (Napoli) – Il Decano
Giornalista enogastronomo, penna d’oro per l’enogastronomia in Campania (riconoscimento ricevuto dalla FIC), socio onorario dell’Associazione internazionale dei Discepoli di Auguste Escoffier, socio onorario delle associazioni AMIRA, FIC, APCI, APN, AIBES, ADA e Sommelier Tastevin d’oro dell’AIS. Timoniere d’Oro del Turismo e, inoltre, uno dei 4 giornalisti storici nazionali del concorso Miss Italia, inviato alle finali nazionali dal 1988 e del quale detiene da 24 anni la dirigenza dell’ufficio stampa per la regione Campania.


Anna-RancellaAnna Rancella (Somma Vesuviana, Napoli) – La food addicted
Lavoro nel settore della comunicazione, amo scrivere e conoscere l’universo dell’enogastronomia. Mi piace raccontare con entusiasmo ciò che mi appassiona, credo nel valore evocativo delle parole. Adoro i gatti e con loro ho in comune la forte curiosità nei confronti della novità, mi piace il suono e la magia del mare. Sogno di vivere delle mie passioni.

 


Calabria


Piero Cantore Piero Cantore (Camigliatello Silano, Cosenza) – Parola di chef
Sono nato a Santa Maria Capua Vetere (CE), ma vivo tra le splendide montagne della Sila a Camigliatello Silano (CS), dove lavoro presso la struttura di famiglia “Ristorante Donna Maria”. Grazie al patrimonio alimentare di questa terra, realizzo piatti rigorosamente a chilometro 0, con prodotti freschi e di stagione. Amo la cucina delicata senza molte spezie perchè credo che i prodotti debbano esprimere il loro aroma senza doverli elaborare.  In cucina non può mancare un buon vino, perché un giusto abbinamento esalta la pietanza. Sono assaggiatore di vini ONAV, sommelier della Scuola Europea Sommelier e assaggiatore di Salumi ONAS. Conduco il programma radiofonico “La cucina a modo mio” del circuito Italiastampa.


Lazio


silvia-iacocagni-la-gazzetta-del-gustoSilvia Iacocagni (Roma) – Romana D.O.C.
Studentessa di Comunicazione all’Università di Roma Tre, instancabile viaggiatrice e cioco-dipendente. Alle serate in discoteca preferisco una buona cena e un bicchiere di vino. Nella mia borsa non manca mai un’agenda o un taccuino dove lascio i miei pensieri e, se non mi trovate con carta e penna in mano, sicuramente starò fotografando qua e là. Per me ogni giorno è un’avventura, ma prima datemi un caffè.


Sabrina-Iadarola-La-Gazzetta-del-GustoSabrina Iadarola (Roma) – Panna e calamaio
Giornalista e Editor. Un po’ napoletana e un po’ sannita, oggi vivo e lavoro a Roma. Tutto ciò che è buono da mangiare (o da bere), per me può diventare buono da scrivere. Utilizzando penna e calamaio, o meglio “panna e calamaio”.


manuela-mancino-la-gazzetta-del-gustoManuela Mancino (Roma) – Il segugio scopritore
Quasi vent’anni di passione trascorsi tra territori e ricerca, per rispondere a numerosi interrogativi; curiosità e desiderio di conoscenza, che mi hanno portato ad approfondire il mondo del food. Mi sono formata frequentando numerosi corsi di degustazione di sommelier e tecnico di olio e olive da mensa, di birra, di salumi, di formaggi e di acqua, partecipando a manifestazioni, aggiornandomi e condividendo opinioni. ogni esperienza mi ha donato molto ma soprattutto mi ha motivato a proseguire lungo il mio percorso, nel desiderio di comunicare la valenza del buon cibo italiano. Lasciarsi guidare da profumi e sapori, abbandonandosi alla propria passione e ricercando l’anima più profonda di ogni “frutto” degustato. Questa la mia filosofia!


Lucilla.Mazzella-La-Gazzetta-del-GustoLucilla Mazzella (Ponza, Latina)L’assaggiatrice curiosa
Sono nata a Gaeta, un piccolo e suggestivo paesino sul mare a sud della provincia di Latina e conosciuto come “la perla del Tirreno”. Provengo da studi economici ma la cucina era nel mio cuore sin da piccola e infatti, in questo periodo, frequento un corso serale di enogastronomia presso l’Istituto alberghiero di Formia. L’amore per il buon cibo mi è stato trasmesso da mio padre, il mio mentore. Amo la cucina creativa ed estrosa e sono alla continua ricerca di nuovi sapori partendo dalla cucina tradizionale fino ad arrivare a quella fusion. Considero i piatti delle presentazioni artistiche che, già al primo sguardo, generano esplosioni di emozioni e sensazioni. Il mio piatto forte è, ovviamente, la Tiella di Gaeta.


Adriana-Siciliano-La-Gazzetta-del-GustoAdriana Siciliano (Formia, Latina) – La travelfood
Di origini napoletane vive a Formia quasi da sempre. Mamma di due bambini, laureata in Lettere e con una grande passione per i viaggi, l’arte e la cultura. Opera nel settore food al fianco di alcune piccole aziende del basso Lazio ed è sempre alla ricerca di nuovi prodotti da scoprire e valorizzare.
Gestisce le pagine facebook Sapori Locali e Sulle Strade del Cecubo, un vino dalla storia antica di oltre duemila anni e che veniva prodotto proprio nella zona tra Itri, Fondi e Sperlonga. Collabora con Golfo Tv, un portale di notizie ed informazione digitale del Golfo di Gaeta, curando le rubriche “Viaggi” e “Curiosità”. Il suo blog www.antichisaporilocali.it è stato il punto di partenza di un viaggio virtuale che la porta a condividere ed esplorare ogni giorno nuove avventure.


Liguria


Anna Beccaccini, La Gazzetta del GustoAnna Beccaccini (Imperia) – Pasarla Bien
Nata nello splendido Salento, dopo l’esame di maturità, spicca il volo alla ricerca di esperienze da vivere che stimolino la sua crescita intellettuale. Il nord Italia è la sua meta, Milano, Bologna infine Torino, dove si stabilisce per 30 anni. Nella città sabauda studia Economia aziendale, approfondisce lo studio della lingua francese, una delle sue grandi passioni e, complice il grande amore per i vini di qualità, scrive di cultura enogastronomica, di libri e cinema per varie riviste specializzate. Finalmente un grande sogno si avvera, l’iscrizione all’Albo dei Giornalisti/Pubblicisti. Ama danzare, pratica danza afro per 15 anni e poi tango argentino. Da due anni, lo yoga le svela nuovi orizzonti e nuove impellenti esigenze: molla tutto e si trasferisce ad Imperia. Dalla finestra del suo studio vede e ascolta il mare, la più grande delle sue passioni. Viaggia molto, soprattutto in Italia ed in Europa, ma è un recente viaggio in Sud America, destinazione Buenos Aires e Patagonia Argentina, a regalarle emozioni intense ed indimenticabili. La sua filosofia di vita in una sola immagine: seduta in riva al mare, giornali e kindle al seguito, sorseggiando un vino bianco fresco dal gusto fruttato e delicato.


Marco Benvenuto, giornalista La Gazzetta del GustoMarco Benvenuto (Genova) – Zena a toua.
Giornalista professionista e gastronomo critico di video web cucina: dalla forchetta “felice” e dalla scrittura “golosa”, metto in onda le parole della Liguria ma, purtroppo, non i suoi sapori. Appassionato di pesto al mortaio e finalista, sconfitto, ai campionati del mondo. Descrivo la Liguria del gusto nelle sue varie declinazioni sul blog Zena a toua (Genova a tavola), trattando di novità e tendenze. Mi piace contornare ogni piatto della tradizione, con storie di cibi e persone e ho un insano amore per le ricette dimenticate e la focaccia genovese. La cucina ligure e genovese come crocevia di sapori e culture.  Una Liguria da decantare come il suo vino, una Genova che è capitale dell’aperitivo per antica miscelazione di gusti e sapori all’ombra della Lanterna. Una Liguria tanto bella che si lascia…mangiare.


Tatiana-Mura-La-Gazzetta-del-Gusto

Tatiana Mura (Follo, La Spezia) – La fotocreativa
Mamma di tre bambini, vivo in un piccolo paese in provincia di La Spezia. Da mia madre ho ereditato la passione per la cucina, ed in particolare per la pasticceria, che mi ha portato a frequentare corsi in giro per l’italia, mentre mio padre mi ha trasmesso l’amore per la fotografia. Mi sono avvicinata alla food photography proprio per unire questi due interessi e, dopo una fase iniziale, ho deciso di rielaborarla dandole una mia interpretazione. E’ nato cosi un mio genere… alternativo!


Francesca Vassallo, Genova

Francesca Vassallo (Genova) – Persa a Genova
Persa a Genova, un gioco di parole, perchè in genovese la “persa” è la maggiorana. Nonostante tutti associno alla mia città il basilico, ingrediente principe per il pesto, la pianta che caratterizza le principali ricette è la maggiorana, un’erba timida e poco usata. Genovese doc, foodblogger, socia AIFB, moglie, mamma e un labrador di nome Loch. Il mio blog, La maggiorana persa tratta di cucina, curiosità, ricordi e spunti vari. Le mie ricette rispecchiano la Liguria, con particolare attenzione alla qualità dei prodotti e alla loro stagionalità ma, come gli antichi genovesi, mi piace anche rivolgere lo sguardo lontano, accostando sapori diversi. Amo “raccontare” le ricette con riferimenti storici.


Lombardia


Alessandra-Barbazza-La-Gazzetta-del-GustoAlessandra Barbazza (Lodi) – Narratrice dei Sapori
Gastronoma e cultrice dell’enogastronomia. Cresciuta con i profumi, i sapori, i valori delle tradizioni e della “buona tavola”: in quelle cucine dove, in qualsiasi momento della giornata, c’è sempre qualcosa che bolle in pentola; in quelle cucine in cui si narrano storie passate e aneddoti lontani, riuniti intorno ad una tavola imbandita. Sognatrice e umanista, vedevo i colori anche in un piatto di pasta al burro. Il cibo è sempre stato per me sinonimo di convivialità. Il cibo fa parlare. Il cibo narra.
Dopo un percorso di studi scientifici e classici, ho voluto intraprendere la strada del gusto, del cibo inteso come arte; mi destreggio ai fornelli con curiosità, dedizione e passione, ingredienti che non possono mai mancare nella mia dispensa. Seleziono le materie prime con attenzione e ne gestisco con cura la lavorazione affinché l’assaggio possa esprimersi al meglio ai commensali. Ora do voce ai sapori attraverso la scrittura, cercando di descrivere e far quasi assaporare, ciò che il Cibo ha da raccontare.


Milly-Callegary

Milly Callegari (Godiasco Salice Terme, Pavia) – La chef farmacista
Personaggio unico nel suo genere: laureata in farmacia, per anni ha diretto la farmacia di famiglia pur non abbandonando mai la fortissima passione per la cucina. Questo vero e proprio amore ha portato Milly a intraprendere anche un percorso sulla conoscenza degli alimenti e sull’approfondimento delle tecniche culinarie, conseguendo un diploma sulle terapie naturali specializzandosi in fitoterapia, aromaterapia e omeopatia. Come lei stessa spiega: “Unire il sapere del farmacista a quello dello chef non è da tutti, ma per tutti!”, un binomio vincente che unisce il sapere scientifico alle più dettagliate e curate tecniche in cucina.


William Casalini, La Gazzetta del GustoWilliam Casalini (Villachiara, Brescia)Barman per amore
Svolgere il lavoro che ami è il segreto per essere professionalmente fiero e soddisfatto e fare il bartender mi dà questa opportunità da oltre vent’anni. Un mondo in continua evoluzione e una vita alla ricerca di esperienze multisensoriali che mi regalano entusiasmo ogni giorno. Inizio la mia carriera nei locali della provincia di Brescia ma l’innata curiosità e la voglia di imparare mi portano ad un percorso di crescita in Italia e all’estero. L’avvicinamento al mondo del caffè, al vino e alle realtà brassicole completano una conoscenza a 360° del mondo legato al beverage. Negli ultimi anni, collaboro con diverse realtà di formazione per bartender e trasmetto ciò che ho avuto il privilegio di imparare. «Mai smettere di imparare e restare sempre umili, ricordandosi che chiunque incontrerai ti potrà insegnare qualcosa», questo è stato l’insegnamento del mio primo capo barman che custodisco e metto in pratica ogni giorno.


valentina-della-pia-la-gazzetta-del-gustoValentina Della Pia (Milano) – Pensiero genuino
Sono nata e cresciuta nel grande contesto metropolitano di Milano da cui mi sono spostata, dopo gli studi in ambito linguistico/turistico, perché innamorata della ricchezza della Food Valley. Qui ho riscoperto il fascino della lentezza e della tradizione enogastronomica del nostro Paese, il cui patrimonio necessita di essere valorizzato a pieno. Ora, terminata l’esperienza in terra emiliana, il mio obiettivo è quello di contribuire a dare la stessa attenzione e valorizzazione alla ricchezza enogastronomica presente anche nel resto d’Italia, soprattutto attraverso la promozione di eventi.


Elisabetta-LecchiniElisabetta Lecchini (Milano) – La viaggiatrice famelica
Curiosa per natura, mi piace tutto quanto ruota attorno all’argomento cibo, che si tratti di coltivare un orto, sapere da dove proviene un riso o come si tempera il cioccolato. Mi piace cucinare da sempre; non so dirvi se preferisco piatti dolci o salati nè cosa preferisco realizzare ai fornelli, mi diverto a sperimentare il piatto etnico, i grandi classici, un Pan di Spagna ma anche un piatto di verdure. La curiosità è un motore vivo, uno stimolo continuo per divorare libri, scrivere, viaggiare, buttarmi in nuove avventure come aprire un blog, scrivere un libro di ricette, tenere lezioni di cucina su svariati argomenti, realizzare catering. L’atto del cucinare porta con se’ quello della condivisione, amo la convivialità che si crea mangiando, le chiacchiere, i rituali, le risate. Per farmi felice basta poco, portatemi via da Milano, possibilmente in mezzo alla natura, regalatemi del cioccolato, datemi un libro, un quaderno, una tazza di te.


Marco Miglietta, redazione La Gazzetta del GustoMarco Miglietta (Pero, Milano) TRIPPAdvisor
Dalle orecchiette, passando per lo gnocco fritto, fino alla cotoletta: ecco la mia vita in un menù. Di origini salentine, approdato in quel di Piacenza per motivi di studio mi sono trasferito a Milano per lavoro. Laurea in Giurisprudenza, attualmente lavoro presso una casa editrice giuridica nel capoluogo meneghino. Appassionato di buon cibo, mi reputo una buona forchetta, ma anche un buon cucchiaio e perchè no…pure un buon coltello.


Marche


erica-lorenzini-la-gazzetta-del-gustoErica Lorenzini (Porto Sant’Elpidio, Fermo) – La buongustaia “salutista”
Il buon cibo è da sempre una mia grande passione e da qualche anno ho trasformato questa passione in lavoro. Nel 2014 insieme ad altre due donne ho creato Tasting Marche, un portale dedicato all’enogastronomia della mia regione, le Marche, per far scoprire le meraviglie culinarie che si celano tra le dolci colline del nostro territorio. Curiosa e appassionata di ingredienti genuini, perdo letteralmente la testa per i sapori più semplici e autentici, che la tradizione contadina preserva con tenacia e amore. Racconto storie di prodotti e produttori e, attraverso loro, vi racconto la mia terra.


Piemonte


rita-mighela-la-gazzetta-del-gustoRita Mighela (Torino) – L’apprendista food blogger
Sono nata in un piccolo centro della Sardegna, vissuta per 26 anni a Roma, da 10 risiedo a Torino. Formazione artistica, sofferta, accantonata e di recente rivisitata in ambito culinario, dove esprimo la mia creatività come food blogger, tra fornelli e scatti fotografici, con la dedizione e semplicità tipici del mio modo di essere. Nel 2013 ho creato il primo blog su piattaforma, poi è iniziata l’avventura come sito indipendente su www.paneegianduia.it. Tanto impegno e fatica, ma anche soddisfazioni, per i risultati e l’affetto di chi mi segue e riproduce i miei piatti. Consapevole di poter sempre migliorare, crescere, imparare, nel web, come nella vita privata, condivido la mia passione per il buon cibo.


Vittorio-Valenta-La-Gazzetta-del-GustoVittorio Valenta (Novara) – Il Salumiere Matto
Carlo Petrini: “La vita di Vittorio, il Salumiere Matto, sembra una favola!”.
Gestisce con il fratello Marco il Banco 29 di salumi e formaggi al Mercato Coperto di Novara. Ha un amore folle per la letteratura classica, che condivide con i clienti mettendo nelle loro spese i piccikini, foglietti con citazioni letterarie e con i suoi commenti dissacranti. Ha raccolto i piccikini nel libro CIBI diVERSI: titolo e prefazione sono regali di Arturo Brachetti. L’étoile Luciana Savignano e il traduttore Paolo Maria Noseda sono suoi testimonial. Corrisponde da anni con la regina Elisabetta che gli risponde, sempre nel giro di pochi giorni, scrivendo che è grata dei piccikini e dei formaggi che lui le invia, e che è molto commossa dalle storie con cui lui le condisce questi piccoli doni. Così, il Banco 29 ha collezionato il premio Botteghe del Gusto 2015 da Paolo Massobrio, articoli su La Stampa, la Repubblica, Sale&Pepe, Papillon e trasmissioni a Radio3 Rai, Radio Deejay e Deejay TV. I clienti definiscono il Banco 29 un “Paese delle Meraviglie” perché, come scrive Brachetti nella prefazione a CIBI diVERSI, “dallo stomaco al cuore, il viaggio è più breve.”


Puglia


Sara Gagliardi, La Gazzetta del GustoSara Gagliardi (Bisceglie, Barletta Andria Trani) – Mafaldamagna
Pugliese doc nata e cresciuta in una cittadina del nord barese, nel lontanissimo 1989. I miei studi economici sono stati accompagnati, e spesso messi in ombra, dalla mia folle passione per il buon cibo e per la cucina. Troppe volte ho preferito cimentarmi nell’esecuzione di un paris-brest piuttosto che nella chiusura dei conti fino al punto che questa passione è diventata una necessità. Per questo ho ripreso a scrivere, mossa anche da una vena nostalgica per gli anni in cui mi sono occupata di gastronomia e piatti tipici per il giornale cittadino, e ho creato un blog Cuore di cuoca per raccontare e condividere il mio viaggio nelle tradizioni della mia terra, della quale sono profondamente innamorata.


Sardegna


Carmen Bilotta, collaboratrice La Gazzetta del GustoCarmen Bilotta (Quartu Sant’Elena, Cagliari) – L’antropologa food teller.
Filosofa di formazione, antropologa per scelta. Mi considero un’antropologa-scrittrice errante e curiosa, animata dal desiderio di conoscere e far conoscere luoghi e culture altre. Mi occupo di cibo, marketing territoriale, esperienze di recupero, tutela e valorizzazione delle antiche varietà locali nel campo dell’agro-biodiversità.


Andrea-Triverio-La-Gazzetta-del-GustoAndrea Triverio (Cagliari) – L’artista del cibo
Classe 1982, sono nato e cresciuto in Sardegna, dove lavoro come pittore e scultore da più di dieci anni. Per me, l’arte è – allo stesso tempo – vita e comunicazione. Mi rincorre in ogni momento, fa parte del mio modo di essere. Come ogni buon meridionale, sono anche un appassionato di cucina e il cibo ha sempre accompagnato i ricordi della mia infanzia come una sorta di linguaggio affettivo in famiglia e tra gli amici. Trovo che la comunicazione visiva sia molto importante e quindi, con le mie “Ricette Colorfood“, proporrò una visione “creativa” del cibo, che tenga conto di aspetto, gusto, valore energetico e di uno stile di vita sano.


Sicilia


Gianna Bozzali, La Gazzetta del GustoGianna Bozzali (Vittoria, Ragusa). Vulcanica
Allegra, generosa, con tante storie da raccontare, come la gente di Sicilia così sono io. Giornalista, tecnologo alimentare, amo viaggiare per questa grande isola del mediterraneo e trasformare i miei appunti in racconti da condividere. Un viaggio sensoriale ed emozionale in una terra ospitale per definizione, tra mare, vini autoctoni, prodotti d’eccellenza. Sempre in modalità “ON”. Non riesco a fermarmi!


clarissa-iraci-la-gazzetta-del-gustoClarissa Iraci (Palermo) – Cirasa siciliana
Sono nata e cresciuta a Palermo, capitale dello street food. Concluso il corso di laurea in “Comunicazione per i Media e le Istituzioni“, ho deciso di inserirmi in un settore che avevo scrutato dall’esterno, negli anni in cui facevo servizio ai tavoli per guadagnarmi un po’ di autonomia economica, durante gli studi. Infatti, dopo aver riflettuto se fosse opportuno – e adatto a me – l’inserimento nel luogo ameno del gusto, la mia tesi sulla “Traduzione sinestesica della sensazione gustativa in pubblicità” mi ha definitivamente persuaso a seguire la predisposizione per il mondo della gastronomia. Da siciliana orgogliosa, mi piacerebbe trasmettere passioni e storie di questa terra bella e maledetta. D’altra parte, di cosa si può parlare meglio se non di ciò che si ama incondizionatamente?


mariarosa-vitale-la-gazzetta-del-gustoMariarosa Vitale (Catania) – La regina dei lievitati
Sono nata a Catania il 18 Agosto 1989 e vivo in provincia. Mi sono laureata in “Scienze dell’Educazione e della Formazione”, quale formatore/tutor nell’educazione degli adulti. Mi è sempre piaciuto aiutare gli altri ed essere di supporto; d’altro canto ho anche avuto sempre amore per il cibo, per la cucina e per la famiglia a cui dedicare attenzioni. La mia mamma è stata “La” maestra in cucina; a seguire i libri, le riviste, la TV. Se mi chiedessero in quale epoca mi immagino meglio in queste vesti, direi di sicuro negli anni ’50, in una “caramellosa” e vintage bakery, a sfornare dolci casalinghi e prelibatezze lievitate d’ogni tipo. Nel 2014 ho aperto il blog “L’Angolo delle Prelibatezze” e, grazie al supporto di mio marito che si occupa del lato tecnico e pubblicitario, siamo riusciti a renderlo curato in ogni particolare, con attenzione ossessiva al miglioramento e alla ricerca della perfezione.


Toscana


Morris Lazzoni, La Gazzetta del GustoMorris Lazzoni (Carrara, MS) – VinoperPassione
Sono arrivato al vino alla tenera età di 23 anni, dopo anni di sguardi fugaci e mai pieni di qualunque considerazione. È stato un corteggiamento lungo, ora trasformato in un rapporto indissolubile. Ho attraversato varie fasi, da quella di appassionato passando per quella da sommelier e poi con il blog VinoperPassione in cui mi diverto a scrivere le mie note di degustazione, a raccontare le visite alle cantine e della partecipazione ad eventi oppure a dare qualche nozione per meglio capire questo mondo. Sono innamorato del vino perchè ha la capacità di essere unico per la grandissima varietà di colori, profumi e sapori che lo rendono inimitabile di volta in volta e diverso per bottiglia o annata. È un’esperienza di vita fare questo viaggio che può essere lungo e portarci verso mete sconosciute ma che riempie ogni piccolo passo di grande e meravigliosa soddisfazione!


Veneto


Sabrina Cianciaruso, La Gazzetta del GustoSabrina Cianciaruso (Verona) – La buona forchetta
Lavoro e vivo a Verona, anche se non posso rinnegare le mie radici pugliesi. Infatti sono nata e cresciuta a Corato, una piccola cittadina in provincia di Bari, a due passi dal mare e immersa nel Parco dell’Alta Murgia. Quello che mi ha colpito del Veneto è la sua eccezionale capacità di coniugare cultura e cucina. Sorseggiare un buon vino, in uno dei tanti suggestivi borghi veneti, è una delle cose che più amo fare.


Stefano Zulian | La Gazzetta del GustoStefano Zulian (Padova) – Fashion Gourmand
Sono imprenditore, fashion e lifestyle blogger, creativo e gran sognatore. Cresciuto a pane, burro e zucchero per merenda, ho sempre considerato il cibo uno dei piaceri della vita; mangio di tutto e tutto mi piace, non capisco le persone che all’estero scelgono pizza o pastasciutta invece di provare i piatti tipici. Il cibo non è solo un nutrimento per il corpo ma anche per l’anima. Le emozioni sono la base di ogni piccola scelta che facciamo quotidianamente, anche la più banale è veicolata da esse. Il buon cibo deve emozionare non solo a livello di gusto e di olfatto ma, da esteta quale sono, anche a livello visivo.


Hanno collaborato anche: Francesco Antonelli, Maria Elisa Stefanelli.