Panini soffici alla zucca con spezie: buoni a tutte le ore!

Bastano pochi ingredienti per preparare delle morbide e sane pagnottelle che si possono mangiare da soli o farcire per una pausa pranzo saporita e veloce. Eliminando il miele, diventa un’ottima ricetta vegana!

Panini soffici alla zucca con spezie

Panini soffici alla zucca con spezie (Foto © Rita Mighela).

I panini alla zucca con spezie, diventeranno una prelibatezza a cui non si rinuncia sulla tavola autunnale o da farcire per merenda o una pausa pranzo saporita e veloce. Eliminnado il miele, queste profumate pagnottelle sono perfette anche per i vegani.

La zucca, colore, gusto e salute in autunno

Dalla polpa color arancio acceso, o di un giallo più delicato tendente al verde, la zucca è uno degli ortaggi autunnali per eccellenza, ricca di carotene, vitamina A, C e del gruppo B, nonché di sali minerali come fosforo, ferro, potassio e magnesio. Usata anche come ornamento, contiene poche calorie e – della sua pianta – si mangiano anche fiori, foglie (o tenerume) e semi.

Le varietà di zucca coltivate e disponibili in commercio sono numerose e adatte a vari usi, dalla zucca mantovana a polpa soda, ideale per la preparazione dei tortelli o cappellacci di zucca ferrarese, alla zucca napoletana dalla consistenza più acquosa, perfetta per vellutate e risotti fino alla zucchina trombetta di Albenga, che offre anch’essa un’infinità di spunti golosi.

Panini soffici alla zucca con spezie

Questa cucurbitacea è un ingrediente perfetto anche per la preparazione di prodotti da forno, dolci o salati: sfiziose ciambelle da colazione, dessert alla zucca con gocce di cioccolato, torte di ispirazione americana e, perché no, soffici panini da portare a tavola o da farcire per una pausa pranzo saporita e veloce.

Ingredienti per 8 panini da 80 g circa

  • 250 g di farina di grano tenero tipo 0
  • 150 g di farina di grano tenero integrale
  • 150 di zucca napoletana pulita
  • 150 ml di acqua tiepida
  • 5 g di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino raso di spezie miste macinate: cannella, pepe, noce moscata

Procedimento

Tagliare la zucca a cubetti e cuocerla al vapore oppure al forno, finché sarà morbida. Lasciare che si freddi, quindi schiacciarla bene con una forchetta.

Setacciare la farina 0 unire la farina integrale, la zucca e impastare velocemente per valutare l’idratazione.

Sciogliere il lievito con il miele e 2/3 dell’acqua tiepida prevista, aggiungerla alle farine e lavorare l’impasto. Se è necessaria, versare l’acqua rimasta. Continuare a lavorare il composto finché sarà omogeneo, quindi mettere il sale con le spezie e proseguire la lavorazione per altri 5 minuti.

Trasferire l’impasto in una ciotola, coprire con pellicola e lasciare riposare per 30 minuti. Trascorso questo tempo, metterlo sulla spianatoia infarinata, schiacciare delicatamente con le mani per allargare la pasta, piegare a portafogli e fare un’altra pausa di 30 minuti.

Arrotondare il composto con le mani, spingendo i bordi verso il basso, posarlo dentro una ciotola capiente e infarinata, coprire con pellicola e attendere il raddoppio del suo volume.

Tagliare la pasta ormai lievitata in 8 pezzi uguali, dare forma e struttura con il metodo della pirlatura, aiutandosi con i palmi delle mani. Adagiare i panini su una placca foderata con carta forno, distanziandoli perché si cuociano in modo uniforme. Coprire con un panno e lasciar lievitare per un’altra ora. Con un coltello affilato e umido, praticare un taglietto sulla superficie dei panini.

Scaldare il forno a 200°C e, poco prima di infornare, mettere sul fondo una ciotolina con 3 cubetti di ghiaccio, perché si crei vapore. Infornare i panini e dopo 5 minuti abbassare la temperatura a 190°C. Far cuocere per altri 15 minuti circa, verificare che siano gonfi e dorati, quindi sfornare.

Sistemare i panini alla zucca su una gratella e far freddare bene, prima di consumarli.

Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Rita Mighela

L’apprendista food blogger. Nata in un piccolo centro della Sardegna, ho vissuto per 26 anni a Roma e, da 10, sono residente a Torino. Sono curatrice del blog "Pane e Gianduia" che mi consente di esprimere la mia vena artistica tra fornelli e scatti fotografici, condividendo la mia passione per il buon cibo.

© Riproduzione vietata
Scritto il: venerdì, 20 ottobre 2017

Ti potrebbero interessare:

Cipollotti stufati al Barolo, un contorno irresistibile
Claudia Tiberti: «Con Verde Cardamomo, metto un pizzico di pepe in cucina e nella vita».
Insalata con funghi, faglioli, germogli e agretti
Osteria Il Rovescio, Bologna: il biologico si veste di passione e competenza
Torta con farina di castagne, cacao e cocco