Agnello di pasta di mandorle, il dolce della tradizione pasquale salentina

È il simbolo pasquale per eccellenza ed è preparato soprattutto in Sicilia e in Puglia, le maggiori regioni produttrici di mandorle in Italia.

La ricetta dell’Agnello di pasta di mandorle ha origini molto antiche. Inizialmente opera delle monache di clausura pugliesi e siciliane, in seguito si diffuse in tutto il territorio nazionale.

Famosa è la Pecura, l’agnello pasquale di Favara, in provincia di Agrigento, farcito con pasta di pistacchio e ricoperto di pasta di mandorle. In provincia di Lecce, il tradizionale dolce pasquale è invece farcito con una particolare crema, la faldacchiera, a base di tuorli d’uovo e zucchero.

Agnello di pasta di mandorle con faldacchiera

Agnello di pasta di mandorle con faldacchiera (Foto © Gabriella Rizzo).

Agnello di pasta di mandorle con faldacchiera

Ingredienti

  • 1 kg di mandorle
  • 1 kg di zucchero
  • Faldacchiera
  • Scorza grattugiata di un limone
  • 40 gr cioccolato fondente
  • 150 gr di Pan di Spagna
  • liquore Strega
  • zucchero a velo

Preparazione

  1. Macinare le mandorle finemente con un po’ di zucchero
  2. In una pentola mettere il rimanente zucchero e un bicchiere di acqua; mescolare e aggiungere le mandorle macinate. Cuocere a fuoco lento finché la pasta non si staccherà dal fondo della pentola
  3. A fine cottura aggiungere la scorza grattugiata di un limone
  4. Prendere la pasta di mandorle e lavorarla con le mani. Adagiarla nello stampo spolverato di zucchero a velo
  5. Farcire con la faldacchiera, il pan di Spagna imbevuto di liquore e il cioccolato a pezzetti. Coprire con altra pasta di mandorle.
  6. Riporre l’agnello su un vassoio e decorare con cioccolatini, nastri e altri simboli pasquali.

Ricetta della faldacchiera

  • 4 tuorli d’uovo
  • 12 cucchiai di zucchero

Mettere in una pentola e cuocere la crema ottenuta a fuoco lentissimo senza farla bollire e girandola continuamente con un cucchiaio di legno per circa mezz’ora.

Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Gabriella Rizzo

Homeworkandmuffin. Sono nata in provincia di Lecce, dove ho vissuto fino al 2008, quando mi sono trasferita in Piemonte per insegnare Lettere nella Scuola Secondaria di I grado. Fin da piccola ho avuto una forte attrazione per la cucina che, col passare del tempo, mi ha spinto ad aprire Homeworkandmuffin, un blog dedicato alla merenda e ai materiali di approfondimento di italiano, storia e geografia. Adoro organizzare cene con gli amici e coccolarli con i miei manicaretti ma anche frequentare piccole trattorie, gioielli della buona e genuina cucina tradizionale. Nella mia libreria, troverete libri di letteratura e storia dell’arte tra ricettari e manuali di cucina. Una ragazza sempre attiva, con tanti sogni nel cassetto ancora da realizzare!

© Riproduzione vietata
Scritto il: venerdì, 30 marzo 2018

Ti potrebbero interessare: