Lasagne Portofino con pesto alla genovese

Il nome della ricetta è affascinante ma parliamo di semplici lasagne al pesto, una variante di quelle tradizionali in cui è protagonista il più celebre condimento ligure.

Siamo abituato ad utilizzare il pesto alla genovese per condire gnocchi, trofiette, mandilli de seae (o fazzoletti di seta), trenette e le tradizionali linguine. Ma di recente il condimento tipico della Liguria viene proposto anche nella rivisitazione di una ricetta tradizionale come le lasagne. Il piatto prende il nome di Lasagne Portofino ed è una delle poche eccezioni in cui il pesto viene cotto e preparato al robot.

Ricetta Lasagne Portofino o lasagne al pesto

Ricetta Lasagne Portofino (Foto © Francesca Vassallo).

Ricetta per besciamella

Ingredienti

  • Mezzo litro di latte
  • 40 grammi di burro
  • 40 grammi di farina
  • mezzo cucchiaino da caffè di sale.

Procedimento

Sciogliere dolcemente in un pentolino dal fondo pesante il burro.
Togliere dal fuoco e mescolare la farina e il sale; ottenuto un composto omogeneo, diluire con poco latte caldo e, rimesso sul fornello, versare il rimanente latte e cuocere a fuoco basso per 10 minuti, sempre mescolando.

Ricetta per il pesto alla genovese

Ingredienti

  • 80 grammi di foglioline pulite di basilico genovese
  • 120 grammi di formaggio grana di media stagionatura
  • 30 grammi di pinoli
  • 1 o 2 spicchi di aglio
  • sale grosso
  • 90 cc di olio evo della Riviera ligure.

Procedimento

In un robot, alternare pezzetti di grana e di aglio, sale e pinoli alle foglioline di basilico. Con giri rapidi e veloci tritare gli ingredienti. Il risultato non deve essere una poltiglia, ma una salsa cremosa e omogenea. Abbassare la velocità e mantecare con l’olio.

Conservare in frigo con un foglio di pellicola a contatto con la superficie, per non farlo scurire.

Ricetta Lasagne Portofino

Ingredienti

  • 300 grammi di lasagne fresche
  • 200 grammi di formaggio a pasta filante affettato sottilmente (opzionale)
  • formaggio grana grattugiato.

Preparazione

Scottare le lasagne in acqua bollente a cui sarà sttao aggiunto un cucchiaio d’olio, per non farle attaccare tra loro, e disporle su un tavolo.

Mescolare il pesto con la besciamella tiepida, quasi fredda, lasciandone qualche cucchiaio da parte.

Distribuire sul fondo di una pirofila da forno pesto e besciamella e sistemare uno strato di lasagne, rialzandole ai bordi e condire con un po’ della salsa ottenuta dove si sovrappongono gli strati (Foto sotto).

Ricetta Lasagne Portofino o lasagne al pesto

Come preparare le Lasagne Portofino (Foto © Francesca Vassallo).

Disporre le fette di formaggio (opzionale) e sopra altre cucchiaiate di salsa. Spolverare di Parmigiano più o meno abbondante, a seconda che si sia utilizzato il formaggio, e proseguire con gli strati. Terminare con un leggerissimo strato di salsa e coprire con pesto tenuto da parte e grana grattugiato.

Cuocere a 180° per 15, 20 minuti e servire calde.

Ricetta Lasagne Portofino o lasagne al pesto

Lasagne Portofino pronte per essere infornate a 180° per 15/20 minuti (Foto © Francesca Vassallo).

Vino consigliato. Rimanendo in Liguria, un Pigato Doc della Riviera Ligure di Ponente o un Vermentino, altrimenti un Collio Sauvignon Doc.

TAG:     ,

Autore /


Francesca Vassallo

Persa a Genova. Genovese doc, foodblogger, moglie, mamma e un labrador, Loch.  Il mio blog, La maggiorana persa, non tratta solo di cucina ma anche di curiosità, ricordi e spunti. Le mie ricette rispecchiano la Liguria, con particolare attenzione alla qualità dei prodotti e alla loro stagionalità. Come gli antichi genovesi, però, mi appassiona rivolgere lo sguardo lontano, accostando sapori diversi. Mi piace arricchire le ricette con spunti storici.

© Riproduzione vietata
Scritto il: martedì, 30 maggio 2017

Ti potrebbero interessare:

Cappellacci di zucca ferraresi
Gazpacho, crescenza con fermenti lattici, anguria, capperi, fragole, semi di zucca e granella di man...
Cantina Vino Libero, Albenga: magico connubio tra cucina, vino e ospitalità
MagnaLonga d'Arasce, Alassio inaugura l'edizione numero UNO
Ad Imperia il caffè è tutto un altro Pianeta