Risotto alla zucca con toma del Lago Nero

Un risotto che sposa due ingredienti prettamente autunnali, ideali per un piatto delicato e gustoso allo stesso tempo, adatto anche ai vegetariani.

Nel risotto alla zucca con toma del Lago Nero, la dolcezza della zucca si lega bene con la sapidità della toma del lago Nero, un formaggio grasso che crea la necessaria cremosità di un risotto all’onda. Il profumo e l’aromaticità particolari di questo prodotto caseario tipico di Cesana, nell’Alta Val Susa, sono dovuti ai pascoli di alta quota; la sua stagionatura termina in autunno e proprio in questo periodo viene commercializzato.

Immancabile nel tagliere di formaggi piemontesi, questa toma squisita, dall’occhiatura pronunciata, è presente in tante ricette corpose a base di riso e polenta, tradizionali della cucina montana e valligiana.

Ricetta Risotto alla zucca con toma del Lago Nero

Risotto alla zucca con toma del Lago Nero (Foto © Rita Mighela).

Ricetta Risotto alla zucca con toma del Lago Nero

Ingredienti per 4 persone

  • 320 grammi di riso Carnaroli
  • 250 grammi di zucca pulita
  • 100 grammi di toma del Lago Nero + 20 gr per guarnire
  • 20 grammi di burro
  • ½ bicchiere di vino bianco secco
  • 1 cipolla piccola
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • 1 pizzico di pepe bianco.

Preparazione

Versare 1 litro e mezzo d’acqua in una pentola e portare a bollore, aggiungere il sale, la zucca tagliata a pezzi e cuocere a fiamma bassa per circa 30 minuti.

Scolare la zucca e schiacciarla con una forchetta per ridurla in purea. Tenere da parte e al caldo l’acqua di cottura, in quanto fungerà da brodo per bagnare il riso.

Tagliare la toma del lago Nero a cubetti e tenere a portata di mano.

In un tegame, sciogliere il burro a fiamma bassa, senza far sfrigolare, e far appassire la cipolla tritata finemente. Aggiungere il riso e far tostare per qualche minuto, mescolando con un cucchiaio perché non scurisca. Versare il vino e sfumare, quindi bagnare con un mestolo di acqua di cottura della zucca. Attendere che si restringa il liquido e unire un altro mestolo di acqua con la zucca ridotta in purea.

Proseguire aggiungendo brodo appena si asciuga, a metà cottura mettere la toma e far sciogliere. Il tempo totale di cottura dovrà essere di circa 15 minuti ma va valutato anche in base alla qualità del riso scelto e tenendo presente che dovrà restare al dente.

Spegnere la fiamma, coprire il tegame per circa un minuto, quindi servire nei piatti con una spruzzata di pepe bianco e qualche cubetto di toma.

Buon appetito.

Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Rita Mighela

L’apprendista food blogger. Nata in un piccolo centro della Sardegna, ho vissuto per 26 anni a Roma e, da 10, sono residente a Torino. Sono curatrice del blog "Pane e Gianduia" che mi consente di esprimere la mia vena artistica tra fornelli e scatti fotografici, condividendo la mia passione per il buon cibo.

© Riproduzione vietata
Scritto il: giovedì, 2 novembre 2017

Ti potrebbero interessare:

"Sembran gnocchi" con caviale d'aglio
I profumi dell’orto alle diverse consistenze
Involtini di melanzane gratinate: chi può resistere?
La zucca, regina delle tavole autunnali
Pasta con patate e zucchine al pepe rosa