Zuppa di vino bianco dell’Alto Adige con ingredienti calabresi

Pochi ingredienti ma di gran classe in un piatto che fa incontrarare due regioni geograficamente e culturalmente lontane. Provatela in una fredda giornata d’inverno e ne resterete conquistati.

Zuppa di vino bianco dell'Alto Adige, versione calabrese

Zuppa di vino bianco dell’Alto Adige (Foto © Piero Cantore).

La zuppa di vino bianco è una ricetta dal sapore straordinario che mi ha stupito e, sicuramente, stupirà anche voi. Tipica della Valle Isarco, una delle due valli principali dell’Alto Adige, è perfetta per una gelida serata invernale quando abbiamo bisogno di coccolarci e ritemprarci.

Zuppa di vino bianco dell’Alto Adige, versione calabrese

In questa ricetta ho ho voluto far incontrare l’Alto Adige alla Calabria, inserendo nella zuppa degli ingredienti legati al territorio silano: ricotta affumicata, funghi porcini e salsiccia dop calabrese.

Ingredienti per 4 persone

  • 75 cl di brodo di carne
  • 10 cl di brodo di funghi porcini
  • 70 cl Vino Lunapiena (Cantine Spadafora)
  • 1/2 bicchiere di panna liquida
  • 20 grammi di ricotta affumicata grattugiata
  • 40 grammi di Parmigiano grattugiato
  • 100 grammi di salsiccia Dop Calabrese, tagliata a fette
  • crostini di pane q.b.

Preparazione

  1. Versare in una pentola prima il vino Lunapiena Bianco e poi brodo di carne; portare il tutto a bollore e aggiungere il brodo di funghi.
  2. Far bollire ancora 5 minuti circa e aggiungere la panna fresca. Quando inizierà a bollire nuovamente, dopo un minuto, versare il Parmigiano grattugiato e mescolare con l’aiuto di una frusta per evitare che il formaggio si depositi sul fondo.
  3. Lasciare cuocere a fuoco basso per altri 25 minuti, mescolando di continuo.Trascorso questo tempo servire in 4 piatti di portata fondi, con cubetti di pane tostati, salsiccia dop tagliata a fette, scaglie di ricotta affumicata e un filo di olio extravergine di oliva.
Print Friendly, PDF & Email
TAG:     , ,

Autore /


Piero Cantore

Parola di chef. Sono nato a Santa Maria Capua Vetere (CE), ma vivo tra le splendide montagne della Sila a Camigliatello Silano (CS), dove lavoro presso la struttura di famiglia "Ristorante Donna Maria". Grazie al patrimonio alimentare di questa terra, realizzo piatti rigorosamente a chilometro 0. Sono assaggiatore di vini ONAV, sommelier della Scuola Europea Sommelier e assaggiatore di Salumi ONAS. Conduco il programma radiofonico "La cucina a modo mio" del circuito Italiastampa.

© Riproduzione vietata
Scritto il: giovedì, 18 Gennaio 2018

Ti potrebbero interessare: