Papeete Beach di Imperia, un angolo di gusto tra mare e cielo

Al Papeete Beach Imperia l’atmosfera è da favola. Spiaggia, mare, comodi lettini, ombrelloni e un team di professionisti del buon cibo a km zero a disposizione dei clienti, dalla prima colazione alla cena.

Papeete Beach Imperia, chef Antonio Pandolfi

Papeete Beach Imperia.

Antonio Pandolfi, calabrese di nascita comasco d’adozione, è più di uno chef, è un artista del gusto. Ai fornelli da 25 anni, crea piatti semplici ed equilibrati, tra terra e mare, dal sapore indimenticabile. La sua creatività lo porta a proporre accostamenti geniali, utilizzando materie prime stagionali a km zero.

Dopo 20 anni di ristorazione a Como, a grandi livelli, circa 5 anni fa, in un momento in cui la sua vena creativa reclamava nuovi orizzonti, Antonio parte per una nuova avventura culinaria, destinazione Liguria, prima a Ventimiglia poi ad Imperia, con la compagna di sempre, Rossella Gobbi (milanese) e le loro tre splendide figlie, sovente e piacevolmente coinvolte nella conduzione dell’azienda di famiglia.

Insieme dal 1988, Antonio in cucina e Rossella a dirigere il personale che opera tra i tavoli (e molto altro ancora…), sono una vera forza della natura. L’intesa tra loro è perfetta, il cliente è accolto e vezzeggiato ed i cinque sensi di ognuno appagati.

Il Papeete Beach Imperia, cosa ci aspetta

Da aprile 2015, Antonio Pandolfi delizia i palati di tutti presso il Papeete Beach di Imperia, stabilimento balneare con servizio ristorante e bar. I frequentatori, pieds dans l’eau, sono serviti da uno staff preparato e cortese e possono assaporare le sue proposte culinarie a base di pesce fresco di giornata: tonno, pesce spada, rovelli, pagelli, banchette, mostelle, acciughe, verdoni, zerro.

Papeete Beach Imperia, chef Antonio Pandolfi

Un piatto del Papeete Beach Imperia (Foto © Anna Beccaccini).

Il pescato locale è preparato con sapienza e semplicità, insaporito con olio extra vergine di oliva ed erbette aromatiche del territorio. I suoi tagliolini allo scoglio, sono una vera libidine così come il fritto di paranza, il fritto misto, le acciughe fritte, la zuppetta di cozze, i maltagliati al sugo di spada e zucchine, l’insalata di polpo con patate.

Non amate il pesce? Poco importa, Antonio vi preparerà insalatone gustosissime, trofie al pesto ligure, taglieri di salumi e formaggi, carciofi fritti o in padella e tanto altro ancora.

La carta dei vini è di tutto rispetto e il vino italiano fa da padrone: Vermentino, Pigato, Ormeasco, Gewürztraminer, Chardonnay, Arneis.

Ma non di solo pranzo e cena vivono gli esseri umani! Al mattino, appena arrivati in spiaggia dovrete decidere se farvi preparare un caffè o addentare la focaccia fumante e profumata preparata da Antonio. E certamente a metà mattinata, così come nel tardo pomeriggio, tra un tuffo in mare ed una nuotata, avrete già un languorino da soddisfare con un aperitivo sfizioso, da consumare lentamente guardando l’orizzonte.

Aperto tutti i giorni, da aprile a novembre, a colazione, pranzo, aperitivo e cena!

Papeete Beach Imperia, chef Antonio Pandolfi

Papeete Beach Imperia (Foto © Anna Beccaccini).

Papeete Beach
Via Angelo Silvio Novaro, Imperia
Telefono: 348 452 6679

Autore /


Anna Beccaccini

Pasarla Bien - Giornalista nata nel Salento, dopo la maturità, spicca il volo alla ricerca di esperienze da vivere che stimolino la sua crescita intellettuale. Il nord Italia è la sua meta, Milano, Bologna infine Torino dove si stabilisce per 30 anni, studia Economia aziendale e approfondisce lo studio della lingua francese, una delle sue grandi passioni. Complice il grande amore per i vini di qualità, scrive di cultura enogastronomica, di libri e cinema per varie riviste specializzate. Pratica danza afro per 15 anni e poi tango argentino. Da due anni, lo yoga le svela nuovi orizzonti e nuove impellenti esigenze: molla tutto e si trasferisce ad Imperia. Dalla finestra del suo studio vede e ascolta il mare, la più grande delle sue passioni.

© Riproduzione vietata
Scritto il: mercoledì, 26 aprile 2017

Ti potrebbero interessare:

Tortello zebrato al nero di seppia, ripieno di crema di broccoli su crema di scampi e aria di Grana
La cucina naturale di Simone Salvini alle Serre dei Giardini Margherita di Bologna
Birra nel piatto al Ristorante L’Arcimboldo di Bologna
Baccalà al Marsala con olive nere
Osteria U Papa, sapori d'antan nel cuore di Imperia