“Al Negoziatt”: a Rastignano rinasce la vecchia bottega alimentare

“Al Negoziatt” di Rastignano, rinasce la vecchia bottega alimentare. Due giovani imprenditrici danno vita ad un’impresa in cui al centro si mette il contatto umano.

Al Negoziatt-di-Rastignano-rinasce-la-bottega-alimentare

Le titolari di “Al Neguziatt”. Da sinistra Elena Fogli e Valentina Ciambella.

Il 7 giugno 2015 a Pianoro-Rastignano (BO) in via A. Costa n. 142 si è inaugurato “Al Negoziatt”, un negozio di alimentari con un ricco assortimento di prodotti tipici di qualità dell’Emilia Romagna, dell’Umbria, della Puglia e della Sardegna. Al Negoziatt offre, inoltre pane fresco, prodotti da forno artigianali e prodotti per l’igiene della casa e della persona.

Le ultime indagini economiche ci rivelano che la grande distribuzione è in crisi, e non soltanto per effetto della recessione. I consumatori hanno desiderio di ritornare ad una relazione diretta con i negozianti costruendo, con gli stessi, un rapporto di fiducia e di cordialità anche per avere la sicurezza che gli alimenti acquistati rispondano a certi standard di qualità. Sempre più spesso, infatti, scoppiano scandali alimentari da cui emergono raccapriccianti e pericolose situazioni di contraffazione dei cibi o tecniche di produzione e allevamento irrispettose degli animali e della salute dell’uomo.

Quale cosa migliore, quindi, se non affidarsi al bottegaio di fiducia, magari a pochi passi da casa, con cui avere una relazione di amicizia e basata sulla stima? E poco importa se il prezzo degli articoli è leggermente superiore di quello che troviamo nella grande distribuzione perché la nostra salute va preservata con una buona e sana alimentazione.

Al Neguziatt nasce proprio interpretando questa esigenza e, le due imprenditrici trentenni Elena Fogli e Valentina Ciambella, hanno deciso di lanciarsi in questa avventura che rappresenta anche un’opportunità di lavoro.

In una società in cui si ripete che i giovani non sono intraprendenti, e sinceramente spesso è una cosa vera, iniziative simili vanno segnalate e incoraggiate perché rimettono al centro dell’attenzione i prodotti tipici regionali, un patrimonio italiano che deve essere custodito e valorizzato.

All’inaugurazione del 7 giugno c’era tanta gente che ha voluto salutare “Al Neguziatt” con una bella festa e dare il proprio sostegno a Valentina ed Elena. C’era anche La Gazzetta del Gusto che ha avuto il piacere di rivolgere qualche domanda alle due titolari. Vediamo cosa ci hanno raccontato, queste due spigliate e simpatiche ragazze.

Iniziamo a conoscere Valentina Ciambella, 30 anni di origini umbre e arrivata a Bologna tre anni fa per cercare lavoro. Ciao Valentina, raccontaci un po’ di te e di come è nata l’idea di questo negozio.
Ho 30 anni e sono arrivata a Bologna dalla bellissima Orvieto. Ho lavorato per circa due anni alla Coop, maturando un’esperienza nel reparto gastronomia e addetta ai generi alimentari. Proprio lì mi sono accorta di quanto mi piacesse questo settore e il contatto con il pubblico a cui “raccontare” il cibo.
“Al Negoziatt” è stata un’idea che ci è venuta con Elena per creare qualcosa di nostro a livello lavorativo e abbiamo pensato di ricreare l’atmosfera e il servizio delle botteghe di un tempo, ossia quella tradizione che negli ultimi anni si era un po’ persa soprattutto nelle grandi città. Nei piccoli centri come Orvieto, sono realtà ancora esistenti. Perchè, ci siamo chieste, non può funzionare anche a Bologna?

Cosa offre di particolare questo negozio?
Accanto al rapporto umano e diretto con i clienti abbiamo previsto un’offerta di prodotti di qualità, spesso artigianali, ed eccellenze regionali provenienti dall’Umbria, dalla Puglia, dalla Sardegna ed ovviamente dall’Emilia Romagna. Relativamente a quest’ultima regione realizziamo la filosofia del km zero con prodotti forniti da agricoltori e produttori locali per garantire genuinità, riduzione dell’inquinamento e una forma di commercio equo che gratifichi il venditore e l’acquirente.

Chiediamo anche ad Elena Fogli di presentarsi e raccontarci la sua idea di questa avventura.
Io, a differenza di Valentina, sono originaria di Bologna e ho 33 anni. Sono stata un’educatrice di scuola materna, un lavoro che mi piaceva molto e che solo apparentemente è diverso da quello che ci accingiamo a fare in questo negozio. Infatti “Al Neguziatt” vogliamo offrire un servizio oltre che un prodotto. Ci impegneremo a diventare un riferimento per le persone, anche quelle di età avanzata e spesso sole, che vogliono venire da noi a fare la spesa e desiderano anche fare un po’ di chiacchiere, come si faceva una volta. La nostra sfida è ridare un pò di vita a questo posto e porci come persone amiche. Proprio in questa ottica, offriremo anche un servizio a domicilio per i clienti che abitano qui vicino. Basta che ci telefonino comunicando le loro richieste e consegneremo la spesa a casa loro.

Hai definitivamente abbandonato l’insegnamento?
Al momento si. Ho sempre avuto il sogno di gestire un’attività e i problemi occupazionali nella scuola mi hanno definitivamente spinto verso la direzione imprenditoriale.

Facciamo il nostro in bocca al lupo ad Elena e Valentina e ricordiamo che “Al Neguziatt” si trova a Rastignano-Pianoro (BO) sulla via A. Costa, 142 ed è servito da un comodo parcheggio. Apre dal lunedi al sabato, con chiusura il giovedi pomeriggio.

Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Daniela Minnella

Nata e cresciuta a Siderno, dopo la maturità, Daniela si stabilisce a Bologna. Allegra, estroversa e generosa ha, da sempre, la passione per la cucina e per la pasticceria, con cui delizia il palato della sua famiglia e di tanti amici. Da qualche anno, ha deciso di farne un lavoro ed è diventata una personal chef di successo. Per La Gazzetta del Gusto è "La Spacciatrice di sapori" e racconterà di ricette ed eventi enogastronomici.

© Riproduzione vietata
Scritto il: domenica, 14 Giugno 2015

Ti potrebbero interessare: