Campania Eventi

Campania Stories 2020: conclusa la grande kermesse sui vini campani

Sono stati quattro giorni coinvolgenti quelli che hanno caratterizzato l’evento organizzato da Ais Campania in collaborazione con “Miriade&Partners”. Tra degustazioni, momenti conviviali e visite a territori e aziende vitivinicole, è emersa una regione entusiasmante e dalle grandi potenzialità

Cosa è successo a Campania Stories 2020
Vigneti in Campania (Foto © Manuela Di Luccio).

Si è conclusa da poche ore Campania Stories 2020, la kermesse dedicata alle ultime annate dei vitigni campani che ha segnato anche il ritorno in presenza degli eventi enogastronomici: quattro giorni coinvolgenti fra degustazioni – circa 250 etichette fra bianchi e rossi – visite nei territori e momenti di convivialità.

Campania Stories 2020: un importante gioco di squadra

L’ evento, organizzato in collaborazione da Ais Campania e “Miriade&Partners” nelle figure di Diana Cataldo, Massimo Iannaccone e Serena Valeriani, ha fatto base al Mec Paestum Hotel del gruppo Acanfora Hotels, che è stato anche main partner dell’ evento, mentre la partnership tecnica è stata realizzata con Assoenologi.

Ma cos’è Campania Stories? Non solo una manifestazione ma un’immersione nella produzione vinicola campana, che negli ultimi 10 anni è cresciuta notevolmente fino a toccare numeri interessanti: 450 cantine imbottigliatrici; 50 mila aziende agricole registrate; un’economia del vino regionale che si aggira intorno ai 72 milioni di euro; 10 Dop a cui si aggiungono 10 tipologie  classificate con l’indicazione Igp – Indicazione Geografica Protetta.

Campania Stories 2020: le degustazioni
Sono state tante le degustazioni nel corso della kermesse enologica (Foto © Manuela Di Luccio). 

Incontri, visite guidate e degustazioni

Numeri  importati, ma il mondo del vino è molto articolato, non può fermarsi ad una fredda catalogazione e Campania Stories ha aiutato gli addetti al settore ad avvicinarsi anche agli aspetti umani e strettamente naturalistici e territoriali grazie al dialogo con i produttori e le visite guidate sui territori, dal Sannio all’Irpinia ai vitigni Vesuviani. Le date scelte per l’evento, in prossimità della vendemmia, si sono rivelate ideali per immergersi totalmente nell’ esperienza in vigna.

I lavori si sono aperti martedì 1 settembre con una visita al Parco archeologico di Paestum a cui è seguita la presentazione della guida Campania Stories 2020 e il saluto alla stampa.

Mercoledi 2 settembre si è entrati nel vivo del programma con una degustazione alla cieca di ben 146 etichette di vini bianchi delle annate 2017-18-19 suddivise in Spumanti, bianchi Vesuvio, bianchi Costiera Amalfitana, bianchi a base Pellagrello bianco, bianchi a base Falanghina, bianchi monovarietali e blend misti. La degustazione ha riservato parecchie belle sorprese, soprattutto sugli spumanti da uve bianche quali Falanghina, Greco Irpinia e Caprettone, ma anche conferme su tante case vinicole campane.

Campania Stories 2020
Degustazione alla cieca (Foto © Manuela Di Luccio). .

Il pomeriggio e la serata  sono poi proseguiti in un interessante viaggio in Irpinia con la visita di tre cantine: I Favati, Antico Castello e Bambinuto.

Proprio questo viaggio nell’entroterra campano è stato uno dei momenti più alti dal punto di vista formativo e umano: camminare nei vigneti prossimi alla vendemmia, ascoltare i vignaioli e vederli muovere nel loro habitat ha trasferito al gruppo di visitatori tutto l’ impegno, la costanza e lo spirito di sacrificio di chi sceglie il lavoro di viticoltore in un territorio come l’Irpinia.

La giornata si è conclusa a Montoro, presso il ristorante “La Cantina”, ospiti delle aziende che hanno voluto far conoscere il territorio avellinese anche attraverso le tradizioni gastronomiche: Stefania Barbot, Colli di Lapio, I Favati, Antico Castello, Villa Diamante, Traerte, Bambinuto.

Visite alle cantine del Campania Stories 2020
Viiste in cantina, accolti dai produttori (Foto © Manuela Di Luccio). 

Il terzo giorno giorno è iniziato al Mec Paetum Hotel con la degustazione di 125 vini rossi dalle annate 2012 fino al 2019. Le  tipologie di vino e aree vinicole coinvolte restituiscono un quadro nitido di quanto sia variegata la produzione vinicola campana: vini spumanti e rosati fermi da Aglianico; vini rosati e rossi frizzanti; rossi monovarietali e blend misti; rossi a base Piedirosso; rossi Vesuvio, rossi a base Casavecchia; rossi a base Pellagrello Nero; rossi a base Aglianico.

Dalla degustazione è emersa un’interessante selezione di spumanti con vinificazione in rosso – poco diffusa da queste parti fino a pochi anni fa – ma soprattutto tante belle novità di piccole cantine che stanno dando maggior impulso a questo settore tanto con gli impianti che con il lavoro in cantina.

La giornata è proseguita con una visita nella Città di Benevento, ospiti delle cantine beneventane: Fontanavecchia, Fattoria Ciabrelli, La Guardiense, La Rivolta, Monserrato 1973, Mustilli, Terre Stregate

Il quarto ed ultimo giorno è stato dedicato alla visita ai vigneti partenopei dei Campi Flegrei, mentre non è stato possibile visitare le aziende del Cilento che hanno lasciato comunque molta soddisfazione nel corso delle degustazioni.

Le 80 aziende coinvolte nella quattro giorni di assaggi sono state tutte all’ altezza delle aspettative, non vorremmo far torto alle aziende citandone solo alcune, ma vi invitiamo caldamente a scoprire queste produzioni e vi diamo appuntamento a Campania Stories 2021.

Per maggiori informazioni: www.campaniastories.com

© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Manuela Di Luccio

Manuela Di Luccio

Da sempre appassionata di cucina e scrittura, dal 2011 ho provato a coniugarle con un blog. Dopo tanti corsi e aver gestito un bistrot, ho scelto definitivamente la penna come ferro del mestiere. Oggi sono giornalista e scrivo di ristorazione e viaggi, oltre a curare la comunicazione di alcuni ristoranti. Mi piace raccontare le persone attraverso il loro lavoro e i luoghi che mi hanno impresso qualcosa di bello.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità