Emilia-Romagna Eventi

Patata in Bo: a Bologna torna la settimana nazionale della patata

Patata in Bo: tutto è pronto per tagliare il nastro di partenza dell’unico Festival tricolore dedeicato al prezioso tubero.

Annunciata la nuova edizione dell’evento enogastronomico dedicato alla Patata di Bologna DOP e alle mille declinazioni di un prodotto che ha trovato l’eccellenza nelle terre emiliane. Dal 21 al 27 settembre 2015, il centro storico si animerà di degustazioni ed eventi a tema.

La 7° edizione di “Patata in Bo” può essere definita come un bellissimo viaggio che parte dalla terra e arriva al piatto passando attraverso innumerevoli ricette, cultura gastronomica e streetfood. Patata in Bo, dal 21 al 27 settembre 2015, inebrierà la città di Bologna con il primo e unico evento nazionale che, sin dal 2009, si impegna a dare visibilità e valorizzare uno dei più versatili ed economici frutti agricoli del pianeta: la patata.

Tutto questo è possibile grazie all’impegno delle istituzioni e di numerose categorie professionali rappresentate da Confcommercio ASCOM Bologna, promotore della manifestazione.

Considerata per molto tempo un cibo “povero” perché economico, la patata in realtà è un alimento molto ricco, non solo per le sue infinite proprietà e per la sua bontà, ma anche per la poliedricità in cucina. Più che povero andrebbe definito un ingrediente “generoso” perché si presta a ogni preparazione, dall’antipasto al dolce. Infatti, grazie alle sue caratteristiche, è diventata un tubero di pregio, valorizzato al massimo nel territorio emiliano, tanto che la Patata di Bologna è l’unica in Italia con la certificazione D.O.P.

Il 16 settembre, alla presentazione di PATATA IN BO, oltre a Valentino di Pisa, Vicepresidente Confcommercio ASCOM Bologna, erano presenti molte associazioni di categoria, da quella dei panificatori a quella dei ristoratori e tutti hanno confermato l’intento di far crescere questa manifestazione per continuare a dare lustro a un prodotto eccellente.

La settimana dedicata all’evento prenderà il via lunedì 21 settembre con la serata di Gala (ad invito) nella prestigiosa cornice del Royal Hotel Carlton. In questa occasione grandi chef bolognesi insieme a panificatori, sfogline, pasticceri e salumieri, mostreranno le numerose potenzialità della patata in ogni ambito gastronomico

Ma tutti potranno assaporare la buona cucina con la patata di Bologna DOP: infatti, per tutta la settimana, ristoranti, panifici, gastronomie e pasticcerie realizzeranno ricette e preparazioni speciali, innovative e tradizionali. Novità di questa settima edizione è il Mercato di Mezzo, una delle più graziose “food court” d’Europa: per tutta la settimana ogni stallo interno alla corte proporrà uno speciale menù a base di patata, in abbinamento a pregiate birre artigianali “Baladin”.

Altro importante appuntamento è lo “Street food della patata” che animerà il 25, 26 e 27 settembre la corte di Palazzo Re Enzo con degustazioni da passeggio, in assaggio da mattina a sera inoltrata, mentre nell’incantevole loggiato medievale si esibiranno alcune rock band emergenti e sarà allestito un DJ set ideale anche per i più giovani.

Grandi protagonisti dell’evento, insieme alla patata, sono i ristoratori che hanno accettato la sfida di valorizzare al massimo questo ingrediente. Proprio per questo Giuseppe Parisini, fotografo professionista, ha fotografato i piatti realizzati in occasione della serata di Gala insieme agli chef che li hanno realizzati. Il risultato è un bellissimo reportage fotografico che è possibile visitare sul sito www.patatainbo.it, dove si potranno trovare anche tutte le informazioni dell’evento.


PATATA IN BO 2015 – VII EDIZIONE
Dove: Bologna
Quando: dal 21 al 27 Settembre 2015
E-mail: info@patatainbo.it
Sito web: www.patatainbo.it


[mappress mapid=”57″]
© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Amelia Di Pietro

Amelia Di Pietro

La Speziatrice di notizie - Cresciuta in Abruzzo, Amelia vive a Bologna dove si è trasferita a 19 anni per studiare. Si laurea prima in “Sociologia” e poi in “Giornalismo e Culture Editoriali” iniziando a scrivere di cultura e teatro. La cucina è un'altra passione, soprattutto quella vegana; lievito madre, cereali integrali, legumi, frutta e verdura sono oggi i suoi più cari alleati tra i fornelli. Per La Gazzetta del Gusto è la Speziatrice di notizie.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità