Gazzetta del Vino

Giulio Ferrari Collezione 2001: si rinnova la sfida con il tempo

Vede la luce dopo 19 anni dalla vendemmia. Per il Gruppo Lunelli è lo spumante «mito che va oltre il mito». Bottiglie destinate alle migliori enoteche e all’alta ristorazione

Giulio Ferrari Collezione 2001: famiglia Lunelli
Alessandro, Camilla, Matteo e Marcello Lunelli (Foto © Ferrari f.lli Lunelli S.p.A.).

Gli esemplari numerati sono 2001, in sintonia con l’anno in cui sono state vendemmiate le uve. Chardonnay in purezza, come felice consuetudine per il Giulio Ferrari Riserva del Fondatore fin dal 1972.

La sfida con il tempo, intrapresa quasi cinquant’anni, s’è fatta via via più estrema con il Giulio Ferrari Collezione 2001, la sola bollicina italiana affinata sui lieviti per almeno 18 anni, la cui prima edizione risale alla vendemmia 1995. Il 2001 rappresenta, dopo il 1997, la terza annata giudicata in grado di esprimersi al meglio con un invecchiamento così lungo.

Bollicine di montagna Trentodoc

Il Giulio Ferrari Collezione esprime la continua ricerca dell’eccellenza insita in ogni scelta di Casa Ferrari. Nasce da un vigneto formidabile, quale quello di Maso Pianizza, posto in alta quota e interamente circondato da boschi, simbolo di quella viticoltura di montagna di cui Giulio Ferrari intuì oltre un secolo fa il potenziale per la creazione di un Metodo Classico di grande eleganza. Fu poi Mauro Lunelli, con la creazione del Giulio Ferrari Riserva del Fondatore, a dimostrare come le bollicine di montagna Trentodoc potessero esprimere una straordinaria longevità, acquisendo nel tempo complessità, senza perdere in freschezza e finezza.

In vigna e nel calice

Giulio Ferrari Collezione 2001
Giulio Ferrari Collezione 2001 (Foto © Ferrari f.lli Lunelli S.p.A.).

Il 2001 è stato un anno caratterizzato da un andamento regolare con una buona insolazione ed elevate escursioni termiche durante l’estate. La maturazione graduale delle uve ha permesso di individuare il momento ottimale per la raccolta di ogni partita, enfatizzando al massimo la vocazione del vigneto di Maso Pianizza alla creazione di grandi riserve.

La degustazione del Giulio Ferrari Collezione 2001 evidenzia un profilo olfattivo incredibilmente complesso, che spazia dagli aromi salini alla frutta a polpa gialla (come la pesca e l’ananas), a ricordi di caramella d’orzo, fino a cenni delicatamente speziati di zenzero e cardamomo, se lasciato più a lungo nel calice.

In bocca, l’ingresso racchiude la dinamicità e la ricchezza delle sue bollicine e nel sorso impressiona per profondità e spessore. Il finale è di lunga persistenza e si distingue per la grandissima eleganza.

Il Club dei collezionisti Giulio Ferrari

Il Giulio Ferrari Collezione è destinato alle enoteche di alto livello e ai ristoranti di grande prestigio. Il suo acquisto darà l’accesso all’esclusivo Club dei Collezionisti Giulio Ferrari, che offre ai soci una serie di esperienze e privilegi speciali. Per la prima volta, con l’annata 2001, il Giulio Ferrari Collezione sarà disponibile anche in formato magnum.

Cantine Ferrari – Ferrari f.lli Lunelli S.p.A.
Via Ponte di Ravina 15 – Trento
Sito webFacebook Instagram

© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Agostino Palomba

Agostino Palomba

Giornalista professionista freelance, vivo a Roma. Dopo la laurea in Economia e Commercio, ho lavorato a lungo nel Gruppo 24 Ore come responsabile di alcune testate specializzate. Sommelier diplomato Fisar, Ais e Wset, scrivo di vini, distillati, food e lifestyle.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità