Malvasia Dolce Spumante “Rubigalia Gold” 2017: un racconto brioso testimone di una lunga tradizione vitivinicola

Uno spumante dal sorso vivace, espressione elegante dell’antica storia della cantina Cà dè Medici.

Malvasia Dolce Spumante “Rubigalia Gold” 2017 di Ca' De Medici

“Rubigalia Gold” 2017 di Ca’ De Medici (Foto © Amanda Arena).

Da una piccola osteria con produzione propria del vino ha origine, nella seconda metà dell’Ottocento, l’avvincente storia della cantina Ca’ de’ Medici. Nel 1911, l’antica passione per il vino conduce il capostipite Remigio Medici ad iniziare – nel cuore dell’Emilia-Romagna – la propria avventura vitivinicola con l’originaria azienda  “Remigio Medici e figli”. Sin dall’inizio si distingue per la ricerca dell’eccellenza, come sancito dall’attribuzione della Menzione d’Onore e della Medaglia d’Oro Croce al Merito durante l’Expo Internazionale di Roma.

Solo quattro anni dura per Remigio l’ingresso nel mondo del vino. Difatti, dopo la sua morte prematura, il figlio Regolo prende il timone dell’azienda, focalizzata sulla valorizzazione della produzione di Lambrusco, il vitigno principe della tradizione vitivinicola della regione.

A più di cent’anni dalla fondazione a Cadè, in provincia di Reggio-Emilia, adesso è la quarta generazione a guidare l’azienda. All’interno della ricca gamma aziendale, un vino che senza dubbio si distingue è la Malvasia Dolce Spumante “Rubigalia Gold” 2017 Emilia IGT, prodotta sin dal 1939.

Dopo aver provato i Lambruschi rossi Terra calda riserva 2017” e Piazza San Prospero 2016” ora ci godiamo questo spumante brioso, che esprime sin da subito finezza olfattiva e delicata freschezza gustativa. Al sorso c’è persistenza ma anche leggerezza che invita alla beva, soprattutto a fine pasto come originale conclusione per suggellarne la riuscita.

Il Rubigalia Gold 2017 è un vino ottenuto da mosto parzialmente fermentato di uve di Malvasia aromatica vinificate con Charmat lungo in autoclave con lieviti selezionati a 18°C.


Malvasia Dolce Spumante “Rubigalia Gold” 2017 di Ca' De Medici Degustazione Malvasia Dolce Spumante “Rubigalia Gold” 2017 di Ca’ De Medici

Di un giallo paglierino con leggeri riflessi dorati. La spuma è persistente, dal perlage fine.

 

Al naso delicate sensazioni floreali e fruttate, con un’intrigante sfumatura di miele. Dopo qualche minuto di ossigenazione, si apre ad un finale di frutta secca e tonalità minerali.

 

Fiori gialli, mela golden, un dolce abbraccio di miele e una vibrante nota acida sul finale. Il sorso è molto vivace, una carezza dolce, scorrevole. Il Rubigalia Gold 2017, si caratterizza per buona struttura e un piacevole equilibrio gustativo.  I tratti minerali avvertiti al naso ritornano in maniera felpata sul palato.

Un vino ideale per una cena tra amici, che si abbina bene a macedonia, piccola pasticceria di pasta frolla o dolci a base di frutta secca.

 

La scheda del vino

Nome vino: Malvasia Dolce Spumante “Rubigalia Gold” 2017
Emilia Indicazione Geografica Protetta
Nome cantina: Ca’ de’ Medici
Luogo: Villa Cadè (RE)
Vitigno: Malvasia aromatica 100%
Colore: Giallo paglierino con riflessi dorati
Titolo alcolometrico: 6% Vol.
Temperatura di servizio: 6°/8° C
Calice: tulipano
Punteggio: 87/100

Ca’ de’ Medici – Azienda agricola Tezza Fabio
Via della Stazione, 34
42124 Cadè (Reggio Emilia)
www.cademedici.it

Print Friendly, PDF & Email

   Il nostro parere


- Macedonia
- Piccola pasticceria di pasta frolla
- Dolci a base di frutta secca.

  

  

87


Legenda:

= Abbinamento cibo / vino

Il nostro consiglio:

= Lasciamo perdere - = Vale la spesa - = Il regalo ideale - = Il vino dei desideri

Rapporto qualità/prezzo:

= Buono - = Molto buono - = Ottimo

= Punteggio in centesimi

Autore /


Amanda Arena

Esploratrice del gusto - “Mangiare è una necessità. Mangiare intelligentemente è un’arte.” Così scriveva François de La Rochefoucauld ed è la frase che mi guida, ogni giorno, nella scelta dell’ alimentazione. Da sempre appassionata di enogastronomia, dopo la laurea in Scienze Politiche, frequento un master per specializzarmi in marketing vitivinicolo e divento sommelier. Lavoro nell’ambito della comunicazione e amo esplorare i mondi del vino e del cibo, in tutte le loro molteplici sfaccettature, raccontandone l’identità, gli aromi, i sapori, i protagonisti e i territori.

© Riproduzione vietata
Scritto il: lunedì, 9 luglio 2018

Ti potrebbero interessare: