Malvasia “Miklus” 2014 di Cantina Draga, un vino suggestivo nato dal rispetto per le uve

Un bianco strutturato ed elegante, frutto di un’ecosostenibilità vincente.

Malvasia Miklus 2014 di Cantina Draga

Malvasia Miklus 2014 di Cantina Draga (Foto © Kevin Ferragotto).

Ci troviamo a San Floriano del Collio, in provincia di Gorizia. Nello specifico, all’interno dell’Azienda Agricola Draga, di proprietà della famiglia Micklus che produce vini dal 1992, nel pieno rispetto dell’ambiente e del consumatore.

I vigneti, situati in collina a 200 m.s.l.m., sono totalmente inerbiti e crescono su un terreno ricco in microelementi. La notevole ventilazione e la sensibile escursione termica che caratterizzano questa zona, contribuiscono a rendere unici i vini prodotti dall’azienda, apprezzati in tutta Italia e nel mondo.

La maggior parte degli interventi in vigna, dalla vendemmia ai diradamenti fino alla selezione dei chicchi vengono eseguiti manualmente, nel pieno rispetto della tradizione.

Nell’ambito dell’ampia e varia proposta enologica della Cantina Draga, abbiamo provato la Malvasia Miklus 2014, una DOC che ci ha colpiti per schiettezza e personalità.


Degustazione Malvasia Miklus 2014 di Cantina Draga

La Malvasia “Miklus” 2014 non è il “solito” vino bianco secco ma è dotata di grande forza ed espressività. Inoltre, nel 2017, ha ricevuto anche due importanti riconoscimenti: i 2 bicchieri sulla guida Gambero Rosso e un punteggio di 90+ sulla guida Gilbert&Gillard.

Malvasia Miklus 2014 di Cantina Draga

Il giallo dorato con riflessi verdolini del Miklus 2014 (Foto © Kevin Ferragotto).

Il colore è giallo dorato con riflessi verdolini. Partendo dalla base e facendo roteare delicatamente il bicchiere, sul bordo si notano archetti accentuati e ricorrenti, indice di una buona alcolicità. In questo caso, il titolo alcolometrico è pari al 13%.

Il bouquet aromatico è ampio e complesso. Alle note speziate di noce moscata, si uniscono quelle di frutta secca, come l’albicocca disidratata, l’uvetta sultanina e la mandorla amara. Si percepiscono anche piacevoli sentori legnosi, dovuti alla sosta in barrique per oltre due anni.

Al palato, il Miklus 2014 ricorda la frutta tropicale; risulta persistente, minerale e di buona acidità. Nel complesso è fine e armonico.

 

Può essere definito un vino da meditazione. Si abbina bene ai formaggi semi-stagionati, alle fritture di pesce, allo stoccafisso, all’aragosta e alle carni bianche.

Malvasia Miklus 2014 di Cantina Draga

La Boutique Winery Draga si trova a San Floriano del Collio, Gorizia (Foto © Kevin Ferragotto).

La scheda del vino

Nome vino: Malvasia Miklus 2014 Doc
Vitigno: Malvasia istriana 100%
Colore: Giallo dorato
Vendemmia: 2014
Tipologia di vendemmia: manuale
Nome cantina: Draga – Boutique Winery
Luogo: San Floriano del Collio (GO)
Titolo alcolometrico: 13 % Vol.
Temperatura di servizio: 13 – 15° C
Calice: medio
Punteggio: 91

Draga – Boutique Winery
loc. Scedina, 8 – San Floriano del Collio | Gorizia (Italia)
www.draga-miklus.com

Print Friendly, PDF & Email

   Il nostro parere


- Formaggi semi-stagionati
- Fritture di pesce
- Stocafisso, aragosta
- Carni bianche

  

 

93


Legenda:

= Abbinamento cibo / vino

Il nostro consiglio:

= Lasciamo perdere - = Vale la spesa - = Il regalo ideale - = Il vino dei desideri

Rapporto qualità/prezzo:

= Buono - = Molto buono - = Ottimo

= Punteggio in centesimi

Autore /


Kevin Feragotto

Originario di Artegna (UD), ho una laurea con lode in Produzioni e tecnologie animali. Nonostante un passato da persona in sovrappeso sono riuscito a trasformare l’ossessione per il cibo in una passione. Alcuni anni fa, ho iniziato a condividere le mie ricette su Instagram e questo mi ha permesso di entrare in contatto con tante personme, aprendomi la strada a diverse collaborazioni. Sono Food digital marketer presso l'Albero Magico di Cassacco, erboristeria e negozio bio; frequento un master in Gestione d’Impresa - Food&Wine presso la Bologna Business School e porto avanti il progetto del blog "Il Cavolonero"(Instagram: @ilcavolonero).

© Riproduzione vietata
Scritto il: venerdì, 11 maggio 2018

Ti potrebbero interessare: