Poderi Morini ottiene il riconoscimento del “5 star wines” al Vinitaly 2018

La cantina faentina ottiene, con il suo Romagna Sangiovese Doc Riserva Oriolo “Nonno Ricco” 2013, l’importante riconoscimento al Salone internazionale del vino di Verona.

Poderi Morini: riconoscimento del 5 star wines

Alessandro Morini con il premio riconosciuto al Vinitaly 2018

Brilla anche la stella del Romagna Sangiovese Doc Riserva “Nonno Ricco” 2013 dei Poderi Morini di Faenza nel firmamento dei top wine del post Vinitaly. Un riconoscimento importante perchè la cantina faentina, per questa tipologia di vino, è stata l’unica ad essere stata inserita nel gotha della vitinicoltura da una giuria di tecnici del Vinitaly 2018. Il prodotto di punta della cantina di Alessandro Morini esce infatti dalla 52esima edizione del Vinitaly con un importante risultato ed entra tra i protagonisti della seconda edizione della guida “5 Star Wines The Book 2018”.

Poderi Morini: riconoscimento del 5 star wines

In tutto sono stati 44 i vini emiliano-romagnoli (solo due quelli nel territorio ravennate) ad ottenere un punteggio di almeno 90 centesimi che ha assicurato loro di essere inseriti nella prestigiosa guida “5star Wines The Book 2018”. Il traguardo è considerato ancora più importante e qualificantese si considera che è stato tributato da esperti di fama internazionale (Master of Wine, Master of Sommelier, Sommelier, giornalisti, ecc.) che hanno assaggiato e giudicato migliaia di vini provenienti da diverse centinaia di cantine provenienti da tutto il Mondo.

Sono anche altri i risultati qualificanti per la produzione a firma Morini segnalati dalla critica nel post Vinitaly. La prestigiosa rivista di settore americana “Vinous” ha infatti riconosciuto punteggi altissimi, tutti sopra i 90/100, per alcuni dei vini più significativi della cantina delle terre di Oriolo. Oltre al “Nonno Ricco” 2013 che ha ottenuto 91+ punti, ci sono il Romagna Sangiovese Doc Riserva Oriolo “Nonno Ricco” 2012 con 90 punti, il Romagna Sangiovese Doc Superiore “Morale” 2016 con 90 punti, il Centesimino Riserva 2011 con 90 punti e il Centesimino “Savignone” 2015 con 92 punti.

Print Friendly, PDF & Email
TAG:     , ,

Autore /


Redazione

La squadra di redazione de La Gazzetta del Gusto è ricca di professionisti della comunicazione, blogger, esperti di alimentazione e di cucina. Ognuno apporta un contribuito unico grazie a personalità ed esperienze eterogenee.

© Riproduzione vietata
Scritto il: venerdì, 20 Aprile 2018

Ti potrebbero interessare: