Libri, Guide, Riviste

Aprire un bar e avere successo: un libro suggerisce come evitare errori

Aprire un locale ti rovina la vita – Se non sai come farlo” di Luca Malizia è un manuale pratico per aiutare gli imprenditori a non commettere errori e far funzionare un’attività

Come aprire un bar di successo
Insieme a Ilias Contreas, Luca Malizia ha fondato la Mixology ACADEMY (Foto © Canva).

Ristoranti, bar e locali vivono un momento di grande difficoltà, solo parzialmente superata dopo la riapertura seguita ai mesi di lock down. Da un lato ci sono le restrizioni sugli accessi da contingentare che limitano il numero di clienti e, dall’altro, moltissime persone sono ancora restie ad avvicinarsi ai luoghi pubblici dove, spesso, è difficile un reale distanziamento.

Se già prima del Covid il successo e il guadagno di un bar non erano scontati, oggi la gestione deve essere ancora più oculata e competitiva per attrarre il pubblico, soddisfarlo nei suoi bisogni e fidelizzarlo nel tempo. In questo senso, tutti gli strumenti per accrescere la propria cultura manageriale, i consigli e le esperienze altrui nonché l’approfondimento delle tecniche di marketing tradizionale e digitale, diventano risorse preziose e necessarie.

Aprire un locale ti rovina la vita – Se non sai come farlo

Il libro “Aprire un locale ti rovina la vita – Se non sai come farlo” di Luca Malizia in collaborazione con Marco Improta, approfondisce proprio il tema della gestione di un bar o di un ristorante, proponendo un sistema definito “scientifico” perché sarebbe capace di ottenere un risultato ripetibile.

«È facile fare soldi con un locale! È questa la convinzione di tutti quelli che aprono un bar e credono di sapere come mandarlo avanti, – dichiara Malizia – tuttavia il 96% dei locali che apre in Italia fallisce e 96 persone su 100 bruciano i propri risparmi e si ritrovano a chiudere con migliaia di euro di debiti da pagare».

Chi è Luca Malizia

Aprire un locale ti rovina la vita - Se non sai come farlo
Aprire un locale ti rovina la vita – Se non sai come farlo

Luca Malizia è un imprenditore che ha avviato bar, ristoranti e cocktail bar e, da 13 anni, si occupa del settore della somministrazione di alimenti e bevande. Insieme a Ilias Contreas ha fondato la Mixology ACADEMY, un’importante scuola professionale per formare barman.   

Il suo metodo BarBiz promette di fornire gli strumenti di conoscenza più adeguati per avviare, gestire e rendere profittevole un locale. 

Aprire un locale ti rovina la vita o può essere un successo?

Va detto subito che il libro “Aprire un locale ti rovina la vita – Se non sai come farlo” è un’evidente azione di marketing per la promozione del metodo “scientifico” (termine ripetuto di continuo) elaborato dall’autore sulla base della sua esperienza e che viene proposto in corsi specifici.

Il paradigma del moderno venditore si rivela fin dall’inizio del libro: gli autori prospettano la peggiore situazione possibile per l’imprenditore che gestisca un bar o intenda avviarlo e che potrebbe avere qualche possibilità di successo solo seguendo il loro corso. Almeno per le prime 70 pagine, parole e frasi come “fallimento”, “restare in mutande”, “chiudere dopo poche settimane”, “bar come una prgione” o “sogno che diventa un incubo” vengono utilizzate con ritmo incalzante e una certa (inutile) ridondanza. Si vuole creare nel lettore una situazione di ansia o immedesimazione tale che le soluzioni proposte con il metodo BarBiz™ appaiono finalmente un’ancora di salvezza.

Sia chiaro che non si vuole esprimere alcuna critica o parere sull’efficacia del metodo, non spetta a noi e lo valuteranno i tecnici o i lettori del libro, ma – come si conviene a una recensione obiettiva – raccontiamo ed esprimiamo un parere su quanto letto, aggiungendo che si può fare informazione e trasmettere delle competenze preziose in una forma più asciutta, che possa coinvolgere più per la sostanze delle idee che per una forma da “fenomeni”.

I pregi del libro: 9 regole del metodo BarBiz

Compiuta la debita premessa, e al netto di una costruzione letteraria troppo strutturata sull’ottica del marketing, il libro ha una sua utilità per chi si appresti ad aprire un bar oppure ne abbia uno da risollevare.

Le 9 regole del metodo scientifico offrono una serie di spunti pratici e interessanti che conviene approfondire; si basano sul principio, condivisibile, che per far funzionare un bar bisogna essere prima un buon imprenditore e poi un barman. È necessario, infatti, creare un’organizzazione efficiente e che crei le basi del profitto per mettere in condizione il barman di svolgere il proprio lavoro in modo professionale.

Vengono anche evidenziati i 10 errori più comuni che fanno partire con il piede sbagliato. Tra questi, non tenere conto del cambiamento dei tempi, non adattare le spese di ristrutturazione ai probabili guadagni futuri, non individuare una proposta specifica, chiedere consigli ad amici e parenti o non assumere personale in regola, solo per citarne alcuni. Consigliamo di leggerli tutti con attenzione perché sicuramente, ritroverete atteggiamenti errati che si assumono quasi inconsapevolmente ma che vanno corretti per intraprendere la strada giusta.

Il volume è anche una guida pratica con un test costituito da 35 domande e risposte chiave per la corretta pianificazione di un progetto imprenditoriale, dalla tipologia di attività alla concorrenza potenziale, dalle competenze possedute al tempo da dedicare al lavoro, dalla considerazione del web marketing all’analisi dei costi e così via.

Se intendete lanciarvi nel mondo del beverage o della ristorazione, non fatelo solo trascinati dalla passione e dall’entusiasmo. Questo libro, usato e letto con intelligenza, può essere un ausilio e un motivo di riflessione per assumere l’atteggiamento più giusto e professionale.


Aprire un locale ti rovina la vita – Se non sai come farlo
Autore: Luca Malizia
Pagine: 349 pagine
Prezzo: 19,70

© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Enzo Radunanza

Enzo Radunanza

Giornalista e addetto stampa, mi occupo di enogastronomia dal 2010. Nel 2019 sono stato nominato "Ambasciatore dei vini dell’Emilia Romagna" per la mia costante attività divulgativa. Inoltre, sono copywriter e digital media marketer per varie realtà. Per tutti sono anche "Il Cronista d'assaggio".

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità