News

A Bologna, nel Parco Cavaioni nasce il BOsco di Ca’ Shin

Il progetto della Cooperativa Le Ali, che gestisce la struttura polivalente Ca’ Shin al cui interno c’è anche l’omonimo ristorante, prevede la realizzazione di un Parco Avventura per i bambini. Per raccogliere i fondi necessari, è stato lanciato un crowdfounding

BOsco di Ca’ Shin: l'area per bambini nel Parco Cavaioni di Bologna
Le casette che saranno realizzate nel bosco. 

Nel momento più cupo della pandemia, mentre le riaperture dei ristoranti sono ancora incerte e lo sconforto pervade gli animi di ciascuno di noi, Bologna riparte dalla natura e da quel Parco Cavaioni  che è una delle aree naturali più estese della città.

L’iniziativa è stata lanciata dalla “Cooperativa Le Ali” che ha avviato una campagna di raccolti fondi per realizzare un Parco Avventura per i bambini nel BOsco di Ca’ Shin, la grande struttura polivalente che ospita già l’omonimo ristorante, di cui avevamo scritto prima della pandemia).

BOsco di Ca’ Shin: i dettagli del progetto

L’obiettivo della Cooperativa Le Ali è ricreare all’interno del bosco in custodia un vero e proprio Parco Avventura dedicato, in una prima fase, ai bambini più piccoli che potranno divertirsi all’aria aperta in tutta sicurezza: il BOsco di Ca’ Shin.

Il progetto consiste nel riqualificare il bosco facendolo diventare un luogo per attività sia ludiche che ricreative: passaggi sospesi tra gli alberi, sui quali verranno “edificate” delle casette, piccoli rifugi realizzati con materiali ecologici, ponti tibetani e tanto altro. Inoltre, il Parco Avventura sarà anche l’occasione di riqualificare l’area boschiva, tutelare la biodiversità di flora e fauna che ci vive e, con il tempo, il disegno si amplierà coinvolgendo anche l’area delle pendenze, l’area dei Calanchi, i percorsi a ostacoli e tanto altro.

«Crediamo molto nel progetto “Il BOsco di Ca’ Shin”. – spiega Franca Zucchelli, Vice Presidente della Cooperativa Le Ali – In un momento così difficile vogliamo dare ai bambini e alle famiglie l’occasione di poter passare i pomeriggi al Parco Cavaioni in assoluta sicurezza. Inoltre, con l’apertura del Parco Avventura avremo bisogno di nuovi animatori ed educatori competenti, così saremo in grado di offrire nuovi posti di lavoro a chi cerca da mesi opportunità lavorative».

Un crowdfounding per realizzare il Parco avventura

BOsco di Ca’ Shin: l'area per bambini nel Parco Cavaioni di Bologna
Il Parco avventura sarà allestito nel Parco Cavaioni di Bologna (Foto © Ca’ Shin).

Per realizzarlo è però necessaria la partecipazione di coloro che vedono in questa idea un’ opportunità per offrire ai bambini nuovi spunti di aggregazione all’aria aperta e a contatto con la natura; per questo motivo sulla piattaforma “IdeaGinger” si è aperto un crowdfounding per raggiungere la somma di 10mila €, necessari per realizzare il progetto.

La campagna di raccolta fondi, aperta a fine marzo, sarà operativa per 60 giorni, fino al 25 maggio, e già a partire da giugno le porte del parco si apriranno per accogliere i bambini da 0 a 11 anni e le loro famiglie con laboratori didattici volti a sensibilizzare i più piccoli sui temi di sostenibilità ambientale, campi estivi ma anche feste per i bimbi.

Le fasce di donazione sono nove (10, 20, 30, 50, 100, 250, 500 e 1000 €) e, collegandosi alla pagina di Idea Ginger sarà subito possibile sostenere l’ iniziativa: clicca qui.

© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Manuela Di Luccio

Manuela Di Luccio

Da sempre appassionata di cucina e scrittura, dal 2011 ho provato a coniugarle con un blog. Dopo tanti corsi e aver gestito un bistrot, ho scelto definitivamente la penna come ferro del mestiere. Oggi sono giornalista e scrivo di ristorazione e viaggi, oltre a curare la comunicazione di alcuni ristoranti. Mi piace raccontare le persone attraverso il loro lavoro e i luoghi che mi hanno impresso qualcosa di bello.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità