Il ristorante Al588 e lo chef Andrea Perini premiati da Flos Olei 2019

La guida più importante sull’olio EVO ha assegnato la medaglia d’oro al locale toscano di Bagno a Ripoli (Firenze) per essere il più vocato all’uso dell’extravergine d’oliva, tra carta e abbinamenti ad hoc.

Flos Olei 2019 premia il Ristorante Al 588 e lo chef Andrea Perini

Il Ristorante Al 588 si trova a Bagno a Ripoli (FI).

Il ristorante Al 588 di Bagno a Ripoli (FI) è il locale più vocato all’utilizzo dell’olio extravergine d’oliva e quello più capace di abbinare l’oro verde ai piatti serviti. Il prestigioso riconoscimento, ottenuto anche grazie allo chef Andrea Perini, è stato assegnato da Flos Olei, la guida di settore più autorevole in materia di olio Evo.

Come ogni anno, anche nell’edizione 2019, i curatori hanno selezionato 500 aziende operanti in 52 Paesi in tutto il mondo e hanno assegnato la medaglia d’oro della qualità al ristorante di Borgo I Vicelli per la «rigorosa e particolare attenzione negli abbinamenti tra i piatti e gli oli Evo».

Andrea Perini, infatti, riserva una cura quasi maniacale all’abbinamento tra ciascun piatto e la cultivar di olio che ritiene più adeguata ad esaltare i sapori. Lo stesso ristorante, tra l’altro, vanta una carta degli oli con circa 90 referenze e un carrello ad hoc con una decina di etichette, in modo che i clienti possano scegliere il condimento preferito, esattamente come si è sempre fatto con il vino.

Flos Olei 2019 premia il Ristorante Al 588 e lo chef Andrea Perini

Lo chef Andrea Perini (Fonte Facebook).

«Siamo onorati di ricevere questo premio – hanno dichiarato Giulia Franco, titolare del ristorante e Andrea Perini – e siamo felici che vengano riconosciute le eccellenze del nostro territorio. Crediamo che l’olio Evo possa rappresentare un valore aggiunto per ogni piatto, ed è questa convinzione che ci sprona a far sempre meglio».

Impossibile non lasciarsi conquistare da alcuni piatti dello chef che elevano il profilo sensoriale degli oli utilizzati. Tra questi, i cappelletti di fichi e salame ripieni di caprino mantecato all’olio, i tagliolini di uova d’anatra saltati in olio su crema d’aglio con prugnoli spadellati e polvere di prezzemolo, oppure – tra i dessert – il bombolone di cavolo nero con oliva caramellata e crema all’olio passato in zucchero con polvere di cavolo nero e bergamotto.

Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Enzo Radunanza

Il Cronista d’assaggio. Vivo a Bologna dal 1999 ma con "La Grassa" non è stato amore a prima vista. Abbiamo iniziato come amici e, lentamente, mi sono innamorato della sua cucina, dei prodotti tipici, della sua creatività mista ad anticonformismo. Ho una laurea in Economia aziendale, mi piace leggere, scoprire e raccontare storie, mondi e persone anche molto diverse da me. Appassionato di web marketing e comunicazione, scrivo di teatro, spettacolo, musica e tv anche se, attualmente, l'enogastronomia occupa gran parte del mio tempo libero.

© Riproduzione vietata
Scritto il: martedì, 11 Dicembre 2018

Ti potrebbero interessare: