I mercatini natalizi di Sant’Agata Feltria: arte, magia e gastronomia anche per celiaci

Natale è un ritorno alle nostre origini e tradizioni ma è anche festa e folklore che si esprime negli eventi a tema in giro per l’Italia. Abbiamo visitato i suggestivi Mercatini di Natale di Sant’Agata Feltria (RN).

mercatini-natale-santagata-feltria

Sant’Agata Feltria (Foto © Virginia Pizza).

Siamo entrati in pieno clima natalizio e una delle tradizioni di questo periodo sono i mercatini di Natale, dove si respira la magia delle feste, delle tradizioni e della convivialità. Piccoli stand ricchi di decorazioni, prodotti regionali gastronomici e tipici del Natale.

Se i più famosi sono i mercatini natalizi di Bolzano, in realtà, se ne allestiscono in ogni città o piccolo paese d’Italia ognuno con usanze da tramandare, frutto delle abitudini e della storia locale. Un mercatino che merita una visita è quello di Sant’Agata Feltria, un piccolo comune di circa 2 mila abitanti, in provincia di Rimini, dominato dalla Rocca Fregoso o Rocca delle Fiabe, un castello che sovrasta tutta la valle.

che si svolge l’ultima domenica di novembre e per tutto il mese di  dicembre nel corso della manifestazione “Il Paese del Natale” che richiama migliaia di visitatori.

Un importante appuntamento d’inverno del centro Italia per tutti gli appassionati di mercatini natalizi, avvolto da una magica atmosfera che affascina grandi e piccini. Per le strade risuonano i tradizionali suoni delle zampogne, si ammirano i suggestivi presepi artigianali e i decori, presenti per tutto il paese. Nella piazza centrale del mercato è allestita “La casa di Babbo Natale e degli Elfi” dove si organizzano eventi per i bambini.

A questa magia fanno da cornice due renne, che trainano una slitta, giunta insieme a loro dalla lontana Lapponia e che sono state protagoniste del celebre film “Il mio amico Babbo Natale”. Un momento magico per i bambini, che possono scrivere e consegnare personalmente la letterina di Babbo Natale.

Il giro delle Fontane di Sant’Agata Feltria

Percorrendo il centro storico, è interessante scoprire il bellissimo giro delle Fontane, opere d’arte di artisti contemporanei: la Fontana della Chiocciola, la Luna nel pozzo e le Impronte della Memoria.

La Fontana della Chiocciola, creata dall’artista Marco Bravura, è composta da circa 300.000 tessere di mosaico; la Chiocciola è simbolo della lentezza, della costanza e della saggezza che richiama una citazione del poeta, scrittore e sceneggiatore romagnolo Tonino Guerra: «Procedere lentamente è il modo giusto per aspettare che l’anima ci raggiunga, andando troppo in fretta si rischia che l’anima resti indietro».

La Luna nel pozzo è un’antica fontana risalente al 1800, ricavata dal muro del castello e ristrutturata dal mosaicista Marco Bravura che ha illuminato la nicchia con stelle e pianeti.

Le Impronte della memoria è un antico abbeveratoio all’entrata del paese dove, storicamente, i viandanti sostavano con gli animali. Anche qui il mosaicista Marco Bravura ha realizzato un variopinto tappeto profumato d’Oriente.

L’offerta di prodotti per celiaci

Aggirarsi per gli stand gastronomici natalizi è un piacere anche per me che sono celiaca, grazie ai tanti prodotti senza glutine. Tartufi, castagne, funghi e il famoso Formaggio di Fossa. Proprio per quest’ultimo, è possibile fare anche un piccolo tour all’interno delle fosse per vedere come viene preparata e conservata questa eccellenza locale, concludendo il percorso con assaggi dei vari formaggi.

Inoltre, nel corso della passeggiata, si possono gustare anche caldarroste o i tipici ceci arrostiti, sorseggiando un caldo bicchiere di Vin Brulè. Profumi, sapori che rievocano lo spirito natalizio del passato.

A riveder le stelle

Un itinerario suggestivo è quello chiamato “A riveder le stelle” un museo permanente che può già contare su 9 opere esposte: 6 nei locali attigui alla chiesa di San Francesco della Rosa, 2 presso il Convento di San Girolamo ed una in località Badia Mont’Ercole.

Viene raccontata, attraverso riproduzioni di scene, “La storia dell’uomo e di Dio, che a volte sembra dimenticata, ma che invece è sempre lì, incancellabile, nel fondo dei nostri cuori”.

Print Friendly, PDF & Email

Autore /


Virginia Pizza

Sono nata e cresciuta ad Agropoli, nel cuore del Cilento. Mare, sole, buon cibo, famiglia, amicizie, ricordi. Laureata in Sociologia, appassionata di viaggi, puzzle, buon cibo e cucinare! Particolarità: sono celiaca da 12 anni e da due vivo a Bologna con mio marito. Nel mio blog www.celiachiamocongusto.it condivido con tutti le mie ricette, i viaggi e tutto sul mondo del senza glutine.

© Riproduzione vietata
Scritto il: giovedì, 8 dicembre 2016

Ti potrebbero interessare: