News

Presidenza italiana per il G20 2021, quali sono le priorità per l’agroalimentare?

Il prossimo settembre, a Firenze, si terrà la Riunione Ministeriale Agricoltura, uno degli incontri tematici chiave nel contesto dell’annuale “Gruppo dei 20”, la sede principale del dibattito internazionale in ambito economico

 Presidenza italiana G20: le priorità agroalimentari
La lotta alle disuguaglianze alimentari è una delle priorità della Presidenza italiana G20.

Dallo scorso 1° dicembre l’Italia ha il ruolo di presiedere il G20 2021, il grande forum che riunisce le forze economiche internazionali. Quest’anno, le linee di azione dell’evento riguardano le “Persone”, il “Pianeta” e la “Prosperità”. Tre aspetti fortemente intrecciati che, in una lettura d’insieme, hanno l’obiettivo di segnare le fasi di ripresa post Covid.

Il 2021, infatti, sarà l’anno in cui, a livello mondiale, dovranno essere poste le basi per una crescita concreta, consapevole delle difficoltà del passato e, allo stesso tempo, orientata ai paradigmi delle moderne urgenze, comprese quelle agroalimentari.

Incontri tematici in occasione del G20

Per il G20, dunque, in tutta Italia saranno avviati una serie di incontri tematici con precisi ambiti di trattazione. Per il segmento relativo al “Pianeta”, le questioni cruciali che verranno approfondite riguarderanno i cambiamenti climatici, il degrado dei suoli, la perdita di biodiversità e il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030. In un momento in cui la locuzione “transizione ecologica” ha assunto un profilo fortemente operativo, infatti, l’utilizzo virtuoso delle energie rinnovabili, la visione ecocompatibile dei complessi cittadini, il progressivo azzeramento degli impatti ambientali dei sistemi produttivi, possono considerarsi – a tutti gli effetti – delle linee prioritarie di avanzamento.

Per il comparto primario è prevista, per i prossimi 19 e 20 settembre, la Riunione Ministeriale Agricoltura con la finalità di interpretare, in un’ottica multilaterale, la cooperazione internazionale tra Paesi alla luce dell’attuale pandemia. Si svolgerà a Firenze e sarà diretta dal Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Stefano Patuanelli.

Presidenza italiana G20: le priorità agroalimentari

Secondo fonti Mipaaf, la Presidenza italiana, in tale contesto, promuoverà tre argomenti prioritari di intervento:

  1. Sostenibilità e resilienza dei sistemi agroalimentari;
  2. Contributo del G20 all’agricoltura dei Paesi in ritardo rispetto all’obiettivo fame zero;
  3. Contributo del G20 al dibattito preparatorio per il vertice delle Nazioni Unite sull’alimentazione.

L’approccio verde alla coltivazione e distribuzione dei cibi che ogni giorno arrivano sulle nostre tavole e la lotta alle disuguaglianze in campo alimentare, quindi, costituiranno gli elettivi spazi di azione per interpretare nuovamente il mondo enogastronomico.

Sul piano globale, ancora una persona su tre soffre di una forma di malnutrizione: un dato assai preoccupante, che si scontra con l’opposto fenomeno dell’obesità nel versante occidentale della Terra. Al bando, quindi, qualsiasi forma di spreco, e via libera, invece, ad una distribuzione orizzontale dei prodotti colturali e alla protezione sociale delle fasce vulnerabili, sotto tutti i punti di vista.

© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Selena Vacca

Esperta di legislazione agroalimentare e consulente prestata alle Istituzioni. Una laurea in Giurisprudenza, diversi master e la passione per il mondo enogastronomico declinato in maniera sostenibile. Nata in Ciociaria, stabile a Roma, giro il mondo ma torno sempre nella terra d’origine con due intenti: assaporare prodotti rigorosamente 100% bio e rubare alla nonna la ricetta del pollo con le patate. Il mio motto? Niente è impossibile!

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità