Emilia-Romagna News

SANA 2016: tutti i numeri di un successo strepitoso

Il futuro è una storia BIO”: questo è uno dei tanti slogan che hanno accompagnato l’ennesima edizione di successo di una delle fiere più importanti e longeve di Bologna, il SANA – Salone internazionale del biologico e del naturale.

sana-2016-bolognaBologna è una città all’avanguardia, una delle poche in Italia capace di cogliere le tendenze e di intercettare alcuni argomenti fondamentali, come la tutela della società in cui viviamo. Tra i fiori all’occhiello della città felsinea, che prima di altri ha colto l’importanza del concetto di biologico ed economia sostenibile, c’è sicuramente la fiera del SANA, il Salone internazionale del biologico e del naturale, che giunta alla sua 28esima edizione, ha saputo, ancora una volta, riunire il meglio della produzione nazionale e internazionale dei settori dell’alimentazione biologica, della cura del corpo naturale e bio e del green lifestyle.

Ed è grande il successo che ha riscosso anche questa edizione: 47.221 visitatori hanno animato i 500 metri quadri di aria espositiva dando la possibilità alle 833 aziende (numero sempre in crescita) di far conoscere i loro prodotti agli addetti del settore, a chi volesse intraprendere delle attività nel bio o a semplici visitatori desiderosi di adottare uno stile di vita sostenibile per far bene a se stessi e al Pianeta dove viviamo. 4.800 invece i partecipanti all’intenso programma culturale che si è articolato negli oltre 60 convegni, nei tre incontri dell’Academy e nei numerosi appuntamenti organizzati dalle aziende, dalle associazioni e dagli enti di categoria che hanno sviluppato le tematiche di maggiore attualità e interesse.

Quattro giorni, dal 9 al 12 settembre, in cui i 5 padiglioni allestiti hanno accolto i tre settori principali che caratterizzano il Salone (alimentazione biologica, cura del corpo naturale e bio e green lifestyle) e dove le aziende hanno incontrato i visitatori esponendo tutte le novità del settore, grazie a un ricco programma di formazione e aggiornamento.

Oltre alla fiera va ricordato anche il SANA city, con circa 160 eventi sparsi in ogni angolo di Bologna che, dal 9 fino al 18 settembre, continuerà ad animare la città e i comuni limitrofi proponendo ai cittadini, turisti e visitatori percorsi enogastronomici, corsi e workshop tenuti da nutrizionisti, prove pratiche di discipline orientali, prove di trucco, show cooking, presentazioni di libri, performance artistiche e tanto altro, tutto a tema biologico e naturale.

Molto importante è l’andamento, sempre più internazionale, che oramai da anni assume questa manifestazione: sono ben 2.300 i buyer internazionali arrivati da 27 Paesi per incontrare le aziende presenti a SANA: Albania, Belgio, Bulgaria, Bosnia ed Erzegovina, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Inghilterra, Polonia, Olanda, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Svezia, Ucraina, Ungheria , Australia, Canada, Cina, Emirati Arabi Uniti, Giappone, Sud Corea e Usa. A loro è stato riservato un fitto programma di incontri b2b organizzato in collaborazione con FederBio e reso possibile anche  dagli importanti progetti di incoming avviati con la collaborazione del MIPAAF – Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

bologna-sana-2016

Il pubblico del SANA ha inoltre scelto tra 500 prodotti in gara, segnalati dalle aziende espositrici, uno per ogni settore della manifestazione: Alimentazione biologica, Cura del corpo naturale e bio e Green lifestyle. I vincitori del premio SANA di quest’anno sono:

  • per il settore dell’alimentazione biologica i Granomela di Baule Volante, dei frollini realizzati con sola farina integrale di grano e pezzetti di mela, senza olio di palma e senza zuccheri aggiunti;
  • per la Cura del corpo a spuntarla è stato Baciamibio di Montalto Bellezza Bio, una collezione che, attraverso elementi naturali come rosa selvatica, acido ialuronico, argento, diamante e quarzo, promette, basandosi sui principi della biodinamica e della fitocosmetologia, di valorizzare la bellezza a 360°;
  • per il green style ha avuto la meglio Dissuasore BioDinamico per Oidio della Vite di Agri.Bio Piemonte, prodotto omeopatico che tiene lontano il fungo dell’oidio della vite, grave problema per i viticoltori.

Insomma i numeri sono sempre più promettenti: il biologico è uno dei settori in maggiore espansione in questo momento di presa di consapevolezza, da parte di sempre più persone, dell’importanza che ha, per la nostra salute e per la salute della Terra, la scelta quotidiana di ciò che mettiamo nel piatto, di come ci si veste e di come si sceglie di pulire la propria casa. Il SANA è, e sicuramente continuerà a essere, un grande punto di riferimento per le scelte consapevoli degli individui.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter
Amelia Di Pietro

Amelia Di Pietro

La Speziatrice di notizie - Cresciuta in Abruzzo, Amelia vive a Bologna dove si è trasferita a 19 anni per studiare. Si laurea prima in “Sociologia” e poi in “Giornalismo e Culture Editoriali” iniziando a scrivere di cultura e teatro. La cucina è un'altra passione, soprattutto quella vegana; lievito madre, cereali integrali, legumi, frutta e verdura sono oggi i suoi più cari alleati tra i fornelli. Per La Gazzetta del Gusto è la Speziatrice di notizie.

© Riproduzione vietata
Scritto il: giovedì, 15 Settembre 2016

GdG Channel

Categorie

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità