Calabria Prodotti

Caprino nicastrese, il formaggio “da pascolo” della Calabria

Prodotto dall’antica razza nicastrese, questo salutare formaggio di capra è ricco di sostanze antiossidanti, proteine e vitamine liposolubili. Lo confermano i recenti dati scientifici

Caprino nicastrese: virtù nutrizionali del formaggio calabrese
Caprino nicastrese (Foto © Gianna Bozzali).

Sostanze antiossidanti, polifenoli, vitamine liposolubili, proteine nobili: c’è tanto nel Caprino Nicastrese da poterlo considerare un vero alimento funzionale e questa sua unicità è strettamente legata ai pascoli naturali. Lo storico formaggio calabrese è prodotto dal latte crudo delle capre nicastresi, una razza autoctona da secoli allevata nel territorio di Nicastro (oggi Lamezia Terme) in provincia di Catanzaro.

A confermare le sue virtù, ci sono le ricerche scientifiche condotte da diversi studiosi nell’ambito del progetto Canestrum Casei, sostenuto e finanziato da Ager – Agroalimentare e ricerca, l’associazione di origine bancaria che riunisce diverse Fondazioni che sostengono la ricerca scientifica di eccellenza, a favore dell’agroalimentare italiano.

Capra nicastrese
Un semplare di capra nicastrese (Foto © Gianna Bozzali). 

Il Caprino nicastrese e il legame con il territorio

Come spiega la prof.ssa Adriana Di Trana dell’UNIBAS, il Caprino Nicastrese è strettamente legato al territorio di produzione, un legame che si estrinseca sia nella capacità antiossidante totale (CAT) sia nel contenuto in polifenoli.

«I pascoli hanno una grande incidenza sul contenuto in sostanze antiossidanti che in polifenoli. – dichiara l’esperta – Quello che noi abbiamo notato è che, con il cambiare delle stagioni, cambia la qualità dell’erba e di conseguenza il loro contenuto: mentre la capacità antiossidante totale manifesta valori più elevati in primavera e leggermente più bassi in estate, il contenuto in polifenoli totali ha un andamento crescente con il procedere delle stagioni, con un evidente aumento che va da gennaio a giugno. Da qui possiamo affermare che ci sia un grande legame con il territorio e soprattutto con l’alimentazione degli animali».

Vitamine E ed A, preziose per la salute

Per quanto riguarda il profilo acidico e il contenuto in vitamine liposolubili, sono state condotte delle ricerche dalla prof.ssa Margherita Addis di AGRIS, l’Agenzia per la ricerca in agricoltura della Sardegna.

«Il Caprino Nicastrese è un’ottima fonte di acidi grassi saturi ma è pur vero che di formaggio non ne mangiamo tanto! Molto interessante è quanto abbiamo scoperto sulla presenza degli acidi grassi polinsaturi. In particolare – conferma la prof.ssa Addis-, vi è un ottimo rapporto ω 6/ω 3 e vi è un buon livello di vitamine liposolubili (E ed A)».

Una forma di caprino nicastrese abbinato al miele (Foto © Gianna Bozzali). 

Buono e …digeribile

Un consumo giornaliero di circa 50 grammi di Caprino nicastrese fa bene a tutti, anche ai giovanissimi che sono coloro i quali consumano meno formaggio. Un dato che è emerso da un’indagine condotta dalla dott.ssa Elisa Mazza, ricercatrice in scienze e tecniche dietetiche presso l’UMG di Catanzaro. Questo formaggio di nicchia merita, a suo dire, di essere inserito nella dieta per il ruolo protettivo nei confronti dello stroke e per il prezioso contenuto proteico.

«Il caprino nicastrese ha una particolarità. – sottolinea Mazza- Rispetto agli altri formaggi di capra presenta molte più proteine nobili. Inoltre, ha meno caseina, quindi è più leggero e digeribile, e presenta un buon contenuto in taurina, un amminoacido essenziale. Possiamo dire che, se consumato nelle giuste quantità, il Caprino Nicastrese può considerarsi a buon diritto un alimento funzionale».

image_pdfimage_print
© Riproduzione vietata

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Gianna Bozzali

Allegra, generosa, con tante storie da raccontare, come la gente di Sicilia così sono io. Giornalista, tecnologo alimentare, amo viaggiare per questa grande isola del Mediterraneo e trasformare i miei appunti in racconti da condividere. Un viaggio sensoriale ed emozionale in una terra ospitale per definizione, tra mare, vini autoctoni, prodotti d’eccellenza. Sempre in modalità “ON”. Non riesco a fermarmi!

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità

I nostri partner