Liquori, amari, birra Prodotti

Erba di San Pietro: l’outsider delle piante aromatiche

Le sue mille risorse e il sapore inconfondibile la rendono una pianta degna di essere riscoperta, assicurandosi uno spazio sul vostro terrazzo in mezzo agli altri profumi.

Erba di San Pietro: caratteristiche, proprietà e 3 ricette facili
Erba di San Pietro (Foto © Paola Alemanno).

L’erba di San Pietro (Tanacetum balsamita L), detta anche erba amara, è ideale nelle minestre, nei ripieni o per insaporire pesce e carni a cui conferisce un sapore particolare, simile a quello della menta ma leggermente amaricante. La pianta è rigogliosa tutto l’anno ma, nonostante la sua versatilità in cucina, tra tutte le erbe aromatiche resta senz’altro in posizione defilata. Non tutti, infatti, ne conoscono bene le caratteristiche, le dosi corrette e le pietanze a cui abbinarla.

Erba di San Pietro: caratteristiche, proprietà e 3 ricette facili

L'”erba amara” è un’antica pianta appartenente al genere Asteraceae e risalente al tempo degli Egizi, Greci e Romani. In seguito, si diffuse in tutta l’Europa e successivamente in America, dove attualmente cresce spontanea sui margini delle strade e in zone dal clima temperato.

Le foglie sono di forma ovale, colore verde acceso e un profumo spiccato ma piacevole. Durante la fioritura, i boccioli sono di colore giallo ocra: proprio da quest’ultimi e dal loro antico utilizzo come segnalibri, l’Erba di San Pietro viene anche chiamata “erba della Bibbia”.

Molte sono le proprietà medicinali e officinali: è digestiva, disinfettante, cicatrizzante, diuretica; inoltre la pianta ha diverse peculiarità terapeutiche e si adopera per preparare tisane e unguenti. Inoltre, messa all’interno dei cassetti, li profuma e tiene lontani gli insetti.

Liquore, sorbetto e frittate: 3 preparazioni con l’erba amara

Se avete già una di queste piantine ma non sapete mai come utilizzarne le foglie fresche o se siete incuriositi e intendete acquistarla, ecco tre ricette gustose e veloci che vedono l’erba di San Pietro protagonista: un liquore, un sorbetto e delle gustosissime frittatine.

1. Ricetta liquore digestivo all’erba di San Pietro

Liquore con Erba di San Pietro
Liquore con Erba di San Pietro (Foto © Paola Alemanno).

Ingredienti

  • 500 millilitri di alcol 95°
  • 600 millilitri di acqua
  • 300 grammi di zucchero
  • 50 foglie di erba amara.

Preparazione

  1. Raccogliere le foglie di erba amara, lavarle bene sotto l’acqua e tamponarle con un canovaccio
  2. Mettere le foglie in un barattolo richiudibile, aggiungere l’alcol e lasciare macerare in luogo fresco, asciutto e buio per una settimana
  3. Trascorso questo tempo, mettere sul fuoco una pentola con l’acqua e lo zucchero, fino a completo scioglimento di quest’ultimo. Lasciare raffreddare
  4. Unire al composto di acqua e zucchero l’alcol filtrato. Imbottigliare e consumare non prima di un mese.

2. Ricetta Sorbetto all’erba di San Pietro

Erba di San Pietro: caratteristiche, proprietà e 3 ricette facili
Sorbetto con Erba di San Pietro (Foto © Paola Alemanno).

Ingredienti

  • 5 foglie di erba amara©
  • 250 millilitri di prosecco
  • 70 grammi di zucchero
  • 2 albumi

Preparazione

  1. Unire nel mixer il prosecco, lo zucchero, le foglie di erba amara e frullare il tutto. Filtrare il composto ottenuto in una ciotola
  2. Unire, con l’aiuto di una spatola, gli albumi montati a neve fermissima. Riporre in freezer per alcune ore, mescolando di tanto in tanto, fino a ottenere la consistenza desiderata.

3: Ricetta frittatine all’erba di San Pietro

Erba di San Pietro: caratteristiche, proprietà e 3 ricette facili
Frittatine con Erba di San Pietro (Foto © Paola Alemanno).

Ingredienti

  • 4 uova
  • 60 grammi di Parmigiano
  • Una decina di foglie di erba amara
  • Uno spcchio d’aglio
  • Sale qb
  • Olio qb

Preparazione

  1. Tritare con la mezzaluna un pezzettino di aglio insieme alle foglie di erba amara
  2. Sbattere le uova con il Parmigiano, unire il trito di aglio e erba di San Pietro e, infine, aggiustare di sale
  3. Scaldare un filo d’olio in un padellino antiaderente e cuocere una alla volta le frittatine di erba amara
  4. Adagiarle su fogli di carta assorbente prima di servire. Ottime sia calde che fredde.
Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter
Paola Alemanno

Paola Alemanno

Supernova - Classe 1994, ho origini liguri ma sono nata e cresciuta ad Acqui Terme (AL). Il cibo per me rappresenta, da sempre, una grande passione: amo cucinare, ma altrettanto bere e mangiare! Sarà per la mia tradizione familiare che mi ha tramandato ricette e ricordi di ristorazione. Sono laureata in Scienze Politiche dell’Amministrazione e specializzata in Giornalismo Culturale.

© Riproduzione vietata
Scritto il: mercoledì, 25 Luglio 2018

GdG Channel

Categorie

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità