Campania Ristoranti

Ciro Savarese: pizza e cucina tra qualità e sperimentazione

Il locale del pizzaiolo-imprenditore di Arzano (NA) ha una carta di 18 pizze, sei primi, sei secondi e gli immancabili fritti napoletani ma, soprattutto, è un concentrato di passione, impegno e determinazione 

Ristorante Ciro Savarese, Arzano
Ciro Savarese all’ingresso del suo locale.

Mentre Napoli già da qualche anno ha impostato un nuovo mercato della pizza incentrato sullo sviluppo di impasti complessi e guarniture più ricercate, ora anche nella provincia si stanno alzando le saracinesche su nuovi e moderni pizza-concept. Si tratta di locali che guardano lontano, nell’intento di portare gli appassionati di pizza alla scoperta della provincia, finora poco avvezza alle novità.

Ciro Savarese ci sta provando: ad Arzano, prima periferia Nord, da un anno ha realizzato il sogno di un pizzaiolo di provincia che ambisce ad uscire dagli stretti circuiti dei piccoli centri per abbracciare un pubblico più grande, realizzandosi anche come imprenditore.

Da “figlio d’arte” a imprenditore con le idee chiare

Cresciuto tra farine e fuochi ardenti, Ciro è la quarta generazione di una famiglia di pizzaioli ma lui ha deciso di mettersi in gioco con un progetto più grande. Nella testa gli è scattato qualcosa, traducibile con la voglia di migliorare, forse anche di sognare una pizzeria nuova, più grande, arredata con gusto e con una cucina ben fornita dove pensare pizze particolari che non fossero solo le storiche margherite e capricciose per l’asporto.

«Sono nato come pizzaiolo Stg – ci ha spiegato – ma con il tempo quel genere non lo sentivo più mio; oggi ho messo a punto un impasto diretto con 40/60 ore di maturazione. Nell’ultimo anno, ho compiuto una full immersion mettendo a punto tante nuove ricette e credo che in futuro alla pizza napoletana affiancherò anche la pizza in pala alla romana».

Nel 2002 Savarese apre “Anema & Pizza” ad Arzano inizialmente solo con il servizio da asporto ma nel giro di pochi anni investe nel locale realizzando due sale che gli consentono di offrire una carta completa anche con il servizio cucina. Nel novembre del 2018 il locale subisce un totale restyling e attualmente prende il nome del titolare.

Cambiare format e puntare su una selezione di prodotti di prima qualità è stata una scelta dettata dall’amore per il proprio lavoro e ha comportato un investimento economico e personale che lo stesso Ciro ci ha raccontato.

«Un anno fa – spiega – fa abbiamo ampliato il locale e oggi abbiamo una cucina con forno a convenzione, abbattitore, strumenti per la cottura cbt; inoltre abbiamo fatto un lavoro strutturale sulla sala e le luci. Il mio sogno era quello di avere una pizzeria più grande con una sala all’altezza e ora abbiamo 75 coperti, siamo aperti a pranzo e cena e la domenica solo a cena».

Ciro Savarese: pizza e cucina ad Arzano (NA)
L’interno del locale Ciro Savarese ad Arzano (NA).

Racconta anche com’è cambiata la sua clientela dopo il rinnovo del format, chiarendo di aver perso coloro che vogliono risparmiare ma ha acquisito un altro pubblico che desidera stare bene anche in pizzeria.

Ciro Savarese, una carta con 18 pizze ma non solo

Oggi il locale di Ciro Savarese ha una carta di 18 pizze, sei primi, sei secondi e gli immancabili fritti napoletani. Fra le pizze, tutte apprezzabili per un impasto curato, morbido al centro e con il bordo gonfio e croccante, spiccano la “Nerano” con Provolone del monaco, zucchine, ricotta e menta oppure la pizza con provola di Agerola e maialino cbt.

Recensione di Ciro Savarese
Pizza con provola di Agerola e maialino cbt e, a destra, la pizza fritta.

Degno di nota anche “Ripieno 60” con provola di Agerola, ricotta di cestino, Prosciutto cotto “Branchi”, uno dei migliori d’Italia, e con una crosta croccante e leggera ottenuta spennellando la superficie con olio evo e Parmigiano grattugiato; viene servito già tagliato per apprezzarne forme, ripieno e profumi. Ottime anche le montanare fritte, soffici e asciutte.

Calzone di Ciro Savarese.

Ciro Savarese, che non rimane indifferente ai problemi economici che affliggono tante famiglie dell’hinterland napoletano, ha anche aderito a un’iniziativa benefica: dal 19 giugno al 30 settembre per ogni pizza Nerano ordinata verrà donato un euro alla Onlus presieduta da Anna Maria Ambrosino per l’acquisto di pacchi alimentari.

Ma le iniziative non finiscono qui perché in tandem con Luca Piscopo, cugino e compagno di avventure professionali, molto presto Ciro Savarese potrebbe puntare alla realizzazione di un sogno ancora più ambizioso in una zona diversa; ma per svelare maggiori dettagli sarà necessario aspettare l’espletamento degli aspetti burocratici. Intanto, c’ è già molto lavoro sotto la luce della nuova insegna di Arzano.

Pizzeria Ciro Savarese
Via Napoli 208 – Arzano (Na)
Pagina Facebook

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter
Manuela Di Luccio

Manuela Di Luccio

Da sempre appassionata di cucina e scrittura, dal 2011 ho provato a coniugarle con un blog. Dopo tanti corsi e aver gestito un bistrot, ho scelto definitivamente la penna come ferro del mestiere. Oggi scrivo di ristorazione e viaggi e curo la comunicazione di alcuni ristoranti. Mi piace raccontare le persone attraverso il loro lavoro e i luoghi che mi hanno impresso qualcosa di bello.

© Riproduzione vietata
Scritto il: giovedì, 19 Settembre 2019

GdG Channel

Categorie

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità