Emilia-Romagna Ristoranti

A Bologna, il Gran Hotel Majestic inaugura le cene in terrazza

Rinnovata la proposta gastronomica estiva dello storico hotel cinque stelle lusso di via Indipendenza. Oltre alla Carta di benvenuto e al nuovo menù, viene valorizzato l’olio evo con l’accostamento di una tipologia specifica per ogni ricetta e una piccola carta dedicata

Gran Hotel Majestic Bologna: nuovo menù e carta degli oli
La terrazza del Gran Hotel Majestic (Foto © Ufficio stampa).

Parte con diverse novità l’estate 2021 del Gran Hotel Majestic di Bologna che, il 5 giugno, ha inaugurato la storica terrazza panoramica per ospitare aperitivi e cene sotto le stelle. Quello che ancora molti ricordano come l’Hotel Baglioni, si trova in via Indipendenza all’interno di un palazzo del ‘700 con testimonianze di arte e storia tra cui la prima opera nota dei Carracci.

Gran Hotel Majestic di Bologna: la Carta di benvenuto

Sono diverse le idee messe in campo dalla struttura alberghiera bolognese per salutare nel migliore dei modi una ripresa ristorativa che segue un difficile periodo di pandemia. Si inizia dalla speciale Carta di benvenuto composta da diverse “mini selezioni” secondo temi differenti: i cocktail, gli aperitivi, le bollicine e le acque.

Confermato l’iconico cocktail “Roberta”, omaggio allo storico barman dell’hotel Pietro Cuccoli che, con questa preparazione, nel ’63 trionfò all’International Cocktail Winner at Competition-Saint Vincent.

Gran Hotel Majestic Bologna: nuovo menù e carta degli oli
Nel nuovo menù ogni piatto è accompagnato da un olio che ne esalti le caratteristiche (Foto © Ufficio stampa).

Nuovo menù e olio evo da valorizzare

L’olio extravergine di oliva non è un semplice condimento per esaltare il sapore dei piatti ma rappresenta un “alimento” completo e salutare. Se per molto (troppo) tempo la sua importanza nella ristorazione è stata poco evidenziata, fortunatamente negli ultimi anni si assiste a un’inversione di tendenza che viene confermata anche nel nuovo menù del Gran Hotel Majestic. Ogni piatto, infatti, sarà contrassegnato da un simbolo che attesta il tipo di olio extravergine d’oliva utilizzato, la sua provenienza, l’intensità e le proprietà organolettiche.

Ad esempio, alcuni primi, come gli “Strangolapreti all’ortica con ragù di cortile, Castelmagno e polvere di funghi primaverili” la “Chitarra all’uovo con tonno rosso” o un secondo sostanzioso come il “Filetto di manzo piemontese”, saranno conditi con olio evo dell’Emilia Romagna, intenso, amaro e piccante con sentori di carciofo, erba e mandorla. Il più armonico ed equilibrato olio umbro, invece, si abbinerà a piatti più leggeri ed estivi grazie ai suoi aromi erbacei e di mela verde (si vedano i “Tortelli alla burrata e lime con zuppetta di vongole, cozze e corallo”, il “Polpo arrostito” o la “Melanzana alla menta”). Un olio fruttato e leggero, come quello della Liguria, sarà proposto con la “Tataki di tonno rosso del Mediterraneo, nettarine, liquirizia e porro”.

Ottima la scelta di presentare ai clienti una piccola carta degli oli, con informazioni più dettagliate e la possibilità di acquistare direttamente le bottiglie.

Gran Hotel Majestic
Via dell’Indipendenza, 8 – Bologna
Sito webFacebookInstagram

© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Redazione

La redazione de La Gazzetta del Gusto è composta da professionisti della comunicazione, blogger, esperti di nutrizione e di cucina. Ognuno apporta un contribuito unico grazie a personalità ed esperienze eterogenee.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità

va