Emilia-Romagna Ristoranti

Bologna: La Prosciutteria raddoppia e presenta le novità

Il giardino delle delizie di via Oberdan  apre un nuovo locale attiguo a quello già presente  e punta  sul panino con la porchetta, un prodotto must dello street food toscano

La Prosciutteria Bologna: secondo locale in via Oberdan
Lo staff de La Prosciutteria di via Oberdan. Da sx, Dario Leoncini, Cinthia Ramos, Silvia Dragoni, Artur Tanuzi, Claudia Limani, Vincenzo Genova ed Antonio Desè (Foto © Tiziano Argazzi)..

La Prosciutteria di via Oberdan a Bologna è un locale piccolo, allegro e piacevolmente caotico che si trova nel cuore della città, a pochi passi da via Rizzoli, dalla zona universitaria e dalle due Torri. Un altro punto vendita si trova nella pittoresca via del Pratello.

La Prosciutteria Bologna: come una fiaschetteria di una volta

Un locale come La Prosciutteria – paragonabile alla vecchia “Fiaschetteria Osteria”, un tempo fulcro della vita di un paese o di un quartiere –  a Bologna ci “sta a pennello”. Qui si possono degustare le specialità toscane unitamente a quelle della salumeria emiliano-romagnola.

Ci sono anche alcuni primi piatti, solo freschi, preparati giornalmente da uno dei fornitori del locale. I vini sono quelli tipici toscani con escursioni mirate per “arruolare” anche etichette di altri territori. Non vengono serviti vini alla spina, ma solo in bottiglia con servizio al calice.

La Prosciutteria Bologna: secondo locale in via Oberdan
Dario Leoncini con il tagliere gourmet (Foto © Ufficio stampa).

«Per noi – dice il titolare Dario Leoncini – aprire un locale a Bologna è stato  un po’ come un punto d’arrivo. Questa, al pari di tutti gli altri locali che abbiamo aperto nel Nord Italia (14 in tutto), è una bottega piccola, affollata, piacevolmente caotica ma è bella e deve rimanere così. Infatti non siamo un semplice ristorante ma un “luogo” dove si mangia, si beve e si sta in compagnia in un ambiente giovane allegro e spensierato. Il turista che arriva dall’estero ha già ben presente che l’Italia è una terra dove si mangiano cose semplici e buone, si sta insieme, si spende il giusto e si trascorrono due ore in allegria».

Un giardino delle delizie con i salumi appesi al soffitto

La Prosciutteria si trova su via Oberdan, all’incrocio con via San Simone. Si notano immediatamente le tre grandi vetrine angolari, gli alti soffitti in legno e l’arredamento composto da pezzi vintage, tutti originali che il proprietario ha scoperto in giro per l’Italia, da appassionati e nei mercatini di antiquariato che mensilmente popolano le piazze di moltissime località del Belpaese.

Il locale è composto da due piani: al livello stradale un grande bancone accoglie i clienti e si prolunga fino alla finestra esterna per essere anche punto di asporto per chi desidera una schiacciata ripiena dalla strada senza entrare. Nel seminterrato si trova l’altro spazio molto accattivante che, per forma e dimensioni, è particolarmente adatto per eventi, cene di lavoro, feste di compleanno e di laurea.

La prosciutteria via Oberdan Bologna
L’interno del nuovo locale bolognese con i salumi appesi al soffitto (Foto © Tiziano Argazzi).

Il tagliere è il piatto forte

Il piatto forte del locale è il tagliere (costo 10 euro) ricolmo di tante cose buone. Contiene quattro tipi di salumi, tre di formaggi e altrettanti di crostini a cui si aggiungono mostarde, frutta e verdure alla griglia. C’è anche la versione gourmet che costa 15 euro. È simile al tagliere normale con l’aggiunta, in base alla stagione, di prodotti speciali quali la porchetta, formaggi super top come quello affinato nella vinaccia di passito o nel balsamico oppure stagionati di alpeggio e anche crostini caldi di fegatini, salumi di cacciagione, di asino, di cavallo e lardo di Colonnata.

Il proscitto crudo è sempre presente nel menù de La Prosciutteria (Foto © Tiziano Argazzi).

«Tutti i taglieri – prosegue il titolare – contengono sempre i nostri “cavalli di battaglia”: il crudo casalingo bello saporito, la sbriciolona e il cacio nostrano. Il resto dipende dalla fantasia di chi lo compone e, volendo, c’è anche una mini versione di tagliere da cinque euro per accompagnare il vino».

Nel locale non si paga coperto, acqua ed internet

«Mi fa piacere sottolineare – sono sempre parole di Leoncini – che da noi non si paga il coperto e neppure acqua (che sgorga microfiltrata dalla fontanella che si trova appena dentro al locale) ed internet, due dei beni primari del terzo millennio».

Con tale scelta non ci sono sorprese per il prezzo finale. Infatti per tagliere, normale e gourmet, ed un buon bicchiere di vino si spendono dai 13 ai 18 euro tutto compreso.

La nuova Prosciutteria Bologna è la terza in città

La Prosciutteria, dopo cinque anni di attività a Bologna, ha deciso di raddoppiare il locale di via Oberdan che in tal modo passa da 80 a 120 posti a sedere con una serie di novità che rinsaldano il legame gastronomico tra i due versanti dell’Appennino.

Questa per il Gruppo toscano è la quattordicesima apertura nell’arco di un decennio e la terza a Bologna (due in via Oberdan ed una in via del Pratello).

La Prosciutteria Bologna apre in via Oberdan
Particolare del bancone di via Oberdan (Tiziano Argazzi).

Ha iniziato l’attività nel 2012  a Firenze, in via de’ Neri, come punto vendita per il vino e l’olio prodotti nell’azienda agricola che la famiglia Leoncini possiede a Montespertoli, un comune in provincia di Firenze che si estende tra Val di Pesa, Valdelsa e Val di Virginio. Da allora il brand ha inaugurato locali in altre città italiane (Milano, Perugia, Siena, Verona, Brescia, Massa) dando lavoro ad oltre 100 persone

La Prosciutteria raddoppia e punta sulla porchetta

Se nelle strategie dell’azienda di Montespertoli resta invariato il focus sui taglieri (basti pensare che nell’anno passato, nonostante le restrizioni del Covid, ne sono stati serviti ben 40mila, più 35mila schiacciate e 60mila bicchieri di vino), l’attenzione si sposta adesso su uno dei must dello street food toscano, il panino con la porchetta.

Il panino con la porchetta è una delle ultime proposte de La Prosciutteria (Foto © Ufficio stampa).

Nei rinnovati e ampliati spazi di via Oberdan, c’è una grande vetrina sul fronte stradale dove ammirare le porchette sempre fresche e da cui ordinare il tradizionale panino servito in diverse versioni: da quella con salsa al gorgonzola tartufato, lattuga e mandorle tostate, alla variante col paté di pomodori secchi e salsa piccante fino a quella con burrata e crema di pistacchio. Per i più golosi non mancano le versioni con crema di ricotta, patate al forno e mosto cotto o con friarielli e fagioli all’uccelletta.

Nel locale di via Oberdan debutta lo spritz

Inoltre per l’aperitivo è prevista un’altra novità: infatti nel locale di via Oberdan debutta lo spritz, tra i drink di maggior successo nelle fasce più giovani.

«Siamo molto felici della terza apertura a Bologna – conclude il patron Leoncini – perché aprire un locale di salumi in questa città è come fare un master per un laureato, un dottorato per un ricercatore: qui si gioca la Champions League dei salumi. Dopo il secondo locale al Pratello volevamo ricambiare il centro per il grande entusiasmo con cui la città ci ha accolti sin dal primo giorno. Siamo sicuri che portare sul panino con la porchetta la stessa alta qualità delle materie prime che abbiamo sui taglieri di salumi è una scelta naturale, conquisterà il palato ed il  cuore dei bolognesi».

La Prosciutteria Bologna
Via Oberdan 19/a – 19/c – Bologna
Apertura: tutti i giorni dalle 11,45 alle 23
Sito webFacebookInstagram

image_pdfimage_print
© Riproduzione vietata

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Tiziano Argazzi

Sono un giornalista appassionato di turismo ed enogastronomia. Da tanto tempo scrivo di viaggi, vacanze slow e tempo libero, inserendo anche suggerimenti enogastronomici. Negli ultimi anni mi sono anche dedicato al mondo del Food & Wine con la consapevolezza che turismo ed enogastronomia costituiscono un binomio inscindibile.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità

I nostri partner