Friuli-Venezia Giulia Ristoranti

Osteria Sant’Andrea di Brazzacco, cucina di mare tra i vigneti

Pesce fresco e bollicine, così la nuova gestione fa rinascere l’antico borgo e incanta la vicina Udine

Cucina di mare a Udine: Osteria Sant’Andrea
L’esterno dell’Osteria Sant’Andrea (Foto © Kevin Feragotto).

Il borgo Sant’Andrea, sulle verdi colline moreniche che circondano la città di Udine, comprende i resti del castello di Brazzacco inferiore che un tempo è appartenuto all’imperatore tedesco Ottone II.

Dopo anni di abbandono, anche a seguito dei due incendi che colpirono la costruzione prima nel 1309 e poi nel 1511, oggi il castello ritorna al suo originario splendore grazie ad importanti lavori di restauro.

Osteria Sant’Andrea di Brazzacco: un restyling dalla sala al menù

L’operazione di rinnovamento ha riguardato anche l’antistante Osteria Sant’Andrea che, rispetto al passato, presenta uno stile e un’offerta ristorativa completamente diversi.

Osteria Sant’Andrea a Udine
Osteria Sant’Andrea: il panorama sui vigneti (Foto © Kevin Feragotto). 

L’ambiente, suddiviso in due ampie sale, abbraccia un format moderno dato dalla commistione di materiali primitivi come legno, ferro e vetro; non mancano tuttavia dettagli di rimando alla tradizione friulana.

Durante la bella stagione, ci si può sedere nell’ampia terrazza esterna e godere di una splendida e appagante vista sui vigneti, allietati dal cinguettio degli uccelli e dai migliori brani di musica classica.

Un menù di mare tra semplicità e ricerca

La cucina è presieduta dai giovani cuochi Maurizio Piani e Stefano Campeotto che propongono un menu stagionale a base di pesce, in cui si intravede un segreto amore per la Sardegna. I loro piatti, di identità non sempre ben definita, strizzano l’occhio all’alta ristorazione e fanno della semplicità il loro principale punto di forza.

Si può quindi iniziare con una deliziosa cruditè di pesce (che non manca mai), variabile in base alla disponibilità del giorno. Tra i primi, sono molto buoni i tortelli con ripieno di anguilla e sugo d’anatra. Il sorbetto alle fragole, rabarbaro e cioccolato salato conclude con dolcezza e brio il pasto.

Recensione Osteria Sant’Andrea di Brazzacco
Tortelli con ripieno di anguillae sugo d’anatra e cruditè di pesce (Foto © Kevin Feragotto).
Polpo (Foto © Osteria Sant’Andrea)

La carta dei vini è ben curata e contiene poche ma ben selezionate etichette, locali e d’Oltralpe. Il servizio è sorridente ed efficiente, di vibrante freschezza giovanile, capace di ovattare le piccole imprecisioni. Si spendono sui 55 € scegliendo alla carta e 42 € per il menu degustazione (vini esclusi).

Osteria Sant’Andrea di Brazzacco
Strada Sant’Andrea, 6 – Brazzacco di Moruzzo (UD)
Sito webFacebookInstagram

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Kevin Feragotto

Kevin Feragotto

Classe 1994 e friulano orgoglioso. Dal 2016 mi occupo di ricerca e comunicazione enogastronomica, all’inizio come cuoco e ora come Addetto Stampa e PR, con un Master in Food and Wine Management alle spalle. Grazie alla mia passione per la cucina ho girato il mondo, tenendo show-cooking in Asia e Medio Oriente. Realizzo Masterclass per neofiti e cultori del gusto e collaboro con alcune realtà locali per promuovere lo sviluppo del tessuto agroalimentare regionale.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità

Pubblicità