Trattoria La Taverna, quelle piacevoli scoperte che lasciano il segno

Ospitalità calorosa, menù tradizionale e minimale ma curato, piatti tipici piemontesi di buona qualità. Una bella scoperta tra le colline sul lago d’Orta.

Recensione di Trattoria La Taverna a Miasino

Trattoria La Taverna, Miasino – Como (Foto © La Taverna).

Andare a mangiare nei ristoranti è un po’ come vivere, ogni volta, una piccola avventura: si va ad esplorare un posto nuovo, si scorre il menù alla ricerca di un’esperienza che ci stimoli, ci si alza soddisfatti (non sempre) e pronti per la prossima esperienza.

Il segreto di questa bellezza forse si nasconde proprio nella scoperta, nel senso di aspettativa, e nell’emozione che si dischiude quando si conoscono i piatti, si viene serviti e si gusta qualche prelibatezza.

Entrare in un nuovo ristorante senza preconcetti, con la mente ed il palato “vuoti”, ci permette di godere appieno di ciò che ci offre e magari di lasciare spazio alla sorpresa ed allo stupore, quando tutto ciò che immaginavamo si rivela qualcosa d’altro, magari di migliore, magari semplicemente di diverso.

Trattoria La Taverna a Miasino

Per questo quando siamo andati a provare la Trattoria La Taverna sulle colline di Miasino (CO), sul lago d’Orta, non ci siamo portati nessun bagaglio di aspettative impacchettate; certo che nel vedere le foto su internet ed il modestissimo e quasi furtivo ingresso di questa casa-agriturismo, qualche dubbio ce lo siamo fatti venire.

Ma eccoci subito di fronte al semplice e suggestivo panorama della terrazza. Il gentilissimo proprietario ci porta letteralmente fuori il tavolo, scherza, ci fa davvero sentire come a casa: una rarità davvero piacevole al giorno d’oggi.

Recensione di Trattoria La Taverna a Miasino

Il panorama che si ammira dalla terrazza (Foto © Francesca Corsetti).

Un menù tradizionale, semplice ma curato

Il menù è minimale ma curato ed offre una serie di piatti tradizionali del luogo e di specialità creative, seppur non troppo coraggiose. Scegliamo quindi di provare gli antipasti misti tipici del territorio: pancetta della Val d’Ossola, lardo al timo, miele fatto in casa, caciotta vaccina aromatizzata alle erbe e bresaola affumicata. Niente di più genuino, eppure così perfetto per conoscere ciò che offrono queste lacustri colline. Non è sempre necessario lanciarsi in esagerate acrobazie culinarie per far scoprire le ricchezze della propria terra!

Continuiamo con degli gnocchi di patate con salsiccia, cipollotti e feta, sapidi ma leggermente aciduli, e con una tagliata di manzo alla griglia cotta al sangue. Pur senza pretese di grande raffinatezza e stile, i piatti sono realizzati con cura e indubbiamente buonissimi; considerando anche il prezzo assolutamente abbordabile ed il servizio cordiale ed estremamente amichevole oltre che professionale, l’esperienza è stata grandemente positiva.

Recensione di Trattoria La Taverna a Miasino

Antipasti misti; Gnocchi di patate con salsiccia, cipollotti e feta; Tagliata di manzo (Foto © Francesca Corsetti).

Uscendo dal ristorante sorpresi ed appagati non abbiamo potuto fare altro che pensare all’ennesima avventura che ci ha stupito. La trattoria “La Taverna” ha confermato la nostra teoria: non bisogna mai essere prevenuti, mai farsi oscurare dai pregiudizi! La prossima meravigliosa esperienza aspetta proprio dietro l’angolo, nei luoghi e nei ristoranti più inaspettati.

TRATTORIA LA TAVERNA
Regione Brascino 8, Miasino (NO)
Sito web

Print Friendly, PDF & Email
TAG:     , ,

Autore /


Luca Lundari

La Penna e la Padella - Milanese, dopo la Maturità classica, ho frequentato il corso "Tecniche di Base" e quello "Superiore" ad ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana di Gualtiero Marchesi. Dopo esperienze in ristoranti ed hotel, tra cui il bi-stellato Principe Cerami a Taormina, e come cuoco a domicilio, mi sono iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Pavia. Il mio sogno nel cassetto è poter studiare e raccontare le emozioni del cibo, la sua storia e la sua arte, in modo semplice, appassionato ed entusiasta.

© Riproduzione vietata
Scritto il: martedì, 31 luglio 2018

Ti potrebbero interessare: