1

Souppa Bar: genuinità, freschezza e gusto al centro di Bologna

Quello nella centralissima via Ugo Bassi arriva dopo il primo locale aperto a San Lazzaro nel 2018. Il Souppa Bar di Bologna non è solo un luogo dove mangiare piatti biologici e sani ma concretizza un’idea di ristorazione in cui benessere della persona e dell’ambiente sono promossi con fermezza e scelte imprenditoriali coraggiose

Mangiare meglio, scegliere prodotti freschi, di cui si conosca la provenienza e la modalità di coltivazione e orientarsi verso questi aspetti anche quando si mangi fuori casa. È la moderna tendenza del mercato, basata su una maggiore attenzione e informazione del consumatore che, per quanto possibile, prova a conciliare l’appetibilità del cibo con precisi requisiti salutistici.

Il boom italiano del biologico 

L’Italia, con oltre 80mila operatori, è il primo Paese europeo (e il secondo al mondo) nell’esportazione di alimenti biologi con oltre 2,6 miliardi di euro. Secondo un’indagine condotta da Nomisma per Osservatorio Sana, il mercato italiano del biologico nel 2020 ha raggiunto i 6,9 miliardi di euro (dati Nomisma per Osservatorio Sana), ripartiti tra export (2,6 miliardi, appunto), vendite nella GDO (2 miliardi) e in altri canali per la parte rimanente. Sono alcuni dei dati presentati nel Rapporto Bio Bank 2020 che descrive l’andamento del settore.

Suoppa Bar di Bologna

Sull’onda di numeri così importanti, si inquadra il fiorire di ristoranti e bistrot che mettono al centro della loro filosofia una proposta basata su prodotti freschi e biologici, con un’attenzione anche alla loro preparazione, al fine di garantire anche una certa piacevolezza gustativa. È il caso di Souppa Bar il ristorante a Bologna che nel 2021, nonostante la pandemia, ha inaugurato un secondo punto vendita nella centralissima Via Ugo Bassi, dopo tre anni di successo a San Lazzaro di Savena (BO).

Un concetto molto semplice quello presentato dalla Mister Crab, società bolognese specializzata nella ristorazione e che – oltre ai due Souppa Bar – gestisce anche 5 Burger King. L’obiettivo è attingere alla natura, e al rispetto che di essa hanno alcuni produttori e allevatori, per dare al pubblico una proposta che sa di buono e di genuino, a partire dall’accoglienza garbata in un locale piccolo ma molto luminoso. Lo stesso arredamento è ecologico e sono stati adottati materiali di servizio realizzati con prodotti riciclati e riciclabili.

Un ambiente che brilla di colori vivaci e di grandi illustrazioni che riproducono frutta e verdura di stagione e che, quindi, cambiano nel corso dell’anno esattamente come il menù. Il “giardino d’inverno”, poi, è un angolo intimo e bucolico che fa dimenticare la frenesia cittadina.

Un posto dove mangiar bene, come a casa

A spiegarci com’è nata l’idea del progetto è Filippo Fochi, socio della Mister Crab.

«Abbiamo aperto il primo Souppa Bar a San Lazzaro di Savena, proprio sotto l’ufficio dove lavoriamo, con il proposito “egoistico” di avere un posto dove mangiare bene tutti i giorni, con la consapevolezza di piatti genuini e sani di carne, pesce, verdure o cereali. Non vogliamo essere integralisti del biologico o della dieta vegana, semplicemente siamo orientati alla qualità, all’approvvigionamento di ingredienti naturali, biologici e organoletticamente validi. Spesso sono a km zero ma non solo, sicuramente provengono tutti da fonti controllate. Latte e yogurt per la colazione provengono da pascoli di montagna di Vipiteno, la pasta biologica è solo Senatore Cappelli, il pollo proviene da animali allevati a terra da Fileni (Marche, ndr), le olive taggiasche dalla Liguria, solo per fare qualche esempio. Andiamo anche oltre i confini italiani per cercare determinate caratteristiche di salubrità e bontà: è il caso del salmone “Lock Fyne” proveniente da un allevamento a bassa densità in un ambiente incontaminato della Scozia, oppure delle alici del Cantabrico e del polpo del Marocco».

La nostra esperienza

Ci è capitato di mangiare al Souppa Bar di Bologna un paio di volte e quindi non sarebbe possibile descrivere l’interno menù ma possiamo testimoniare la piacevolezza delle pietanze scelte, il senso di serenità che si respira nel locale, la cortesia del personale e la rapidità di un servizio particolarmente efficace per la pausa pranzo.

Abbiamo provato il “Farro, gamberi, cavolo nero, salsa curry e sesamo” e gli “Gnocchi di zucca fatti in casa, crema di gorgonzola e noci”, due primi cromaticamente attraenti e con una piacevole aromaticità che incontra sapori leggeri ma ben equilibrati, anche nelle diverse consistenze.

Molto buoni anche i “Tre risi con pollo, verdure croccanti e soia”, rassicurante per la presenza del pollo e del riso ma con un tocco esotico e agrodolce conferito dalla soia. Appagante anche il burger di polpo che possiamo suggerire come un must per chi visita il Souppa Bar-

Nel locale tutto è a vista e nei frigoriferi si nota un bell’assortimento di bibite bio. Tra queste, la linea di succhi di frutta Tomarchio, un’azienda situata ad Acireale (CT) che utilizza agrumi da agricoltura biologica, in acqua dell’Etna, senza conservanti e solo con zucchero di canna, aromi naturali e oli essenziali.

Torte artigianali, centrifugati ed estratti di frutta

Si possono chiedere estratti di frutta e centrifugati e non manca la nota “dolce”, quella del dessert a fine pasto ma anche per la colazione o uno spuntino. Se all’inizio della giornata i croissant sono preparati con burro di Normandia, rifuggendo dall’impiego di margarina o altri grassi, il vero pezzo forte sono le torte fatte in casa: alle mele, al cioccolato, la torta di riso o al cocco. Fette di genuinità da degustare nella consapevolezza che in questo posto si trova una cucina simile a quella che prepareremmo tra le mura domestiche.

Recensione Souppa Bar: i prezzi

I prezzi non sono esattamente da fast food ma sono molto coerenti con la qualità degli ingredienti e la minuziosità con cui vengono preparatio i piatti, peraltro di porzioni generose. Il ristorante si trova a 450 metri dalla Fontana di Nettuno e a 4 minuti a piedi dalle Torri degli Asinelli.

Souppa Bar
Via Ugo Bassi 10/G – Bologna
Orari: 7-21.30 dal lunedì al venerdì; 8 alle 21.30 sabato e domenica
Sito webFacebookInstagram