Villa Selvatico e la cucina stellata di Alessandro Rossi

A Roncade (TV), nel ristorante ospitato in un edificio del primo novecento, la giovane stella Michelin sorprende con un menù ricercato, fantasioso e sapiente connubio tra cucina toscana e veneta.

Villa Selvatico a Roncade, il menù dello chef Alessandro Rossi

Lo chef Alessandro Rossi (Foto © Lido Vannucchi).

Roncade, bella cittadina a pochi chilometri da Treviso e a circa mezzora di strada da Venezia, ospita “alcune splendide ville venete, tra cui la celebre Villa Giustinian, meglio nota come Castello di Roncade, oggi dedita allaproduzione di vino“.

Villa Selvatico a Roncade, il menù dello chef Alessandro Rossi

All’interno di questo straordinario contesto si inserisce anche Villa Selvatico, edificio del primo novecento circondato da un grande parco naturale, che ha due corpi distinti: uno adibito al pernottamento, l’altro dedicato al ristorante. Proprio questo locale, formato da tre salette – una al piano terra, protetta dai Beni Culturali, e due al primo piano – è il cuore della struttura, dove convivono armonicamente gli stucchi veneti alle pareti, gli affreschi originali sul soffitto, i lampadari di vetro di Murano e l’arte contemporanea delle tele dell’artista trevigiano Rijo.

Ma a Villa Selvatico si va soprattutto per gustare la cucina, originale e fantasiosa, dello chef Alessandro Rossi, classe 1991. Pur essendo giovane, infatti, il talentuoso chef può già vantare una carriera di successo; per cui, dopo l’importante esperienza alla Leggenda dei Frati prima a S. Giovanni d’Asso e poi a Villa Bardini, nel centro di Firenze, inizia a costruire il suo personale corso modulato sulla tradizione ma proiettato sulla ricerca, fino ad ottenere la prima stella Michelin a novembre 2016.

Si dedica poi al progetto di Villa Selvatico che, il 5 dicembre 2017, culmina nell’apertura del Ristorante con proposte originali sia a pranzo che a cena.

Villa Selvatico a Roncade, il menù dello chef Alessandro Rossi

Una sala del ristorante (Foto © Lido Vannucchi).

Villa Selvatico, cucina originale a pranzo e cena

Il menù di Villa Selvatico è un mix sapiente di cucina toscana, presente nel Dna di Rossi, e cucina veneta rivisitata in chiave moderna, partendo da una base comune: il territorio. Alessandro mostra di “osare” accostamenti inediti, che rivelano indiscutibile maestria, creatività e talento, come il sottoelencato menù:

Per iniziare

  • Club Sandwich di fegatini
  • Astice, coniglio, pesca
  • Foie gras, pollo, scampo, frutto della passione
  • Riccio & Riccio
  • Le verdure dell’orto

Pasteggiando

  • Riso, cipolla e tè rosso, animelle d’agnello, cacao;
  • Gnocchetti di patate di montagna, erbe di campo, lumache, aria di bosco;
  • Spaghettoni “Gerardo di Nola”, gamberi rossi, limone alla brace;
  • Tortello di carbonara, seppie e piselli;
  • Piccoli ravioli del Plin, basilico, pomodoro, burrata.
  • Branzino, yuzu, patate, fagiolini;
  • Rombo chiodato, olive verdi, ostriche, asparagi.

Dalla fattoria…

  • Piccione, rape, pop-corn;
  • Maialino da latte, maionese di crostacei, carciofi;
  • Agnello, cipolla bianca, senape, spugnole, pimpinella.
Villa Selvatico a Roncade, il menù dello chef Alessandro Rossi

Agnello, cipolla bianca e senape, uno dei piatti forti di Alessandro Rossi (Foto © Lido Vannucchi).

I menù degustazione

5 Portate: € 65,00
7 Portate : € 85,00
9 Portate : € 110,00
Con degustazione vini €140,00

I menù degustazione verranno serviti solo per l’intero tavolo.

Ristorante Villa Selvatico
Via Cà Morelli, 27 – Roncade (TV)
www.relaisvillaselvatico.com

Print Friendly, PDF & Email
TAG:     , ,

Autore /


Cinzia Dal Brolo

Travel Journalist - Sono giornalista freelance e mi occupo di turismo ed enogastronomia, dopo diverse esperienze nell’economia. Ho collaborato con giornali ed emittenti televisve regionali presentando rassegne enogastronomiche e ho insegnato in corsi di marketing e comunicazione per varie Associazioni di categoria. Per raccontare le mie tante passioni ho creato un blog che porta il mio nome.

© Riproduzione vietata
Scritto il: martedì, 5 Giugno 2018

Ti potrebbero interessare: