Pasta frolla con mirtilli e zucchero di canna. What else?

La pasta frolla è una delle preparazioni base più rapide da realizzare ma anche più delicate. Non è semplice, infatti, ottenere buona consistenza, friabilità e un sapore che sia ben equilibrato con la farcitura che decidiamo di aggiungere. Con questa ricetta non sbaglierete più.

Pasta frolla con mirtilli e zucchero di canna, ricetta veloce

Pasta frolla con mirtilli e zucchero di canna, ricetta veloce (Foto © Enzo Radunanza).

Ogni pasticcere ha il suo segreto per la pasta frolla e, nonostante molti diano la propria ricetta e i consigli per una buona riuscita della torta, probabilmente omettono sempre qualche passaggio per non rivelare completamente la loro arte. Cerchiamo di scoprire qualche trucco anche se è la pratica che ci consentirà di ottenere un risultato entusiasmante.

3 Consigli per una frolla perfetta

1. Il burro: come trattarlo

La temperatura del burro è importantissima per la pasta frolla e qualora esso sia troppo caldo il risultato sarà fallimentare perchè sciogliendosi perderà la sua emulsione. Consigliamo di conservare il burro nella parte più fredda del frigorifero e di non tenerlo troppo tra le mani al momento di usarlo.

Ma allora, se il burro non deve essere troppo caldo e morbido e non dobbiamo maneggiarlo eccessivamente, come procederemo ad integrarlo nell’impasto? Continuate a leggere e lo scoprirete!

Una tecnica molto efficace è di estrarre il burro dal frigo, privarlo della carta e inserirlo tra due fogli di carta forno. Con un matterello, dare qualche colpo deciso e renderlo una sfoglia di circa un centimetro. A questo punto, non avrà perso la sua emulsione, manterrà la propria elasticità e sarà pronto per essere impastato.

2. Le uova

Anche la temperatura delle uova deve essere non troppo fredda nè troppo calda. Suggeriamo di usarle a temperatura ambiente.

2. L’impasto

La frolla non va lavorata troppo a lungo nè energicamente. Impastare il tempo necessario per amalgamare gli ingredienti.

Pasta frolla con mirtilli e zucchero di canna, ricetta veloce

Questa torta non è solo buonissima ma la presenza dei mirtilli la rende un ottimo alimento per la nostra salute. Questi frutti, infatti, hanno un effetto benefico per i diabetici perché favoriscono la metabolizzazione del glucosio. Gli antociani, inoltre, agiscono sulla vasodilatazione, migliorano la circolazione sanguigna facendo funzionare meglio il cuore e prevengono la cataratta. Altre virtù dei mirtilli:

  • hanno un effetto antinfiammatorio per problemi di dissenteria
  • riducono il colesterolo, evitando l’indurimento delle arterie
  • contrastano l’arteriosclerosi, il declino cognitivo e varie malattie cardiovascolari
  • sono ottimi in caso di anemia per la ricchezza di ferro
  • contiengono vitamina A, C e acido folico
  • riducono il rischio di cellulite.

Ingredienti per 8 persone

  • 360 grammi di farina 00
  • 125 grammi di zucchero a velo (rende la frolla più friabile)
  • 300 grammi di burro
  • 3 tuorli d’uovo
  • circa 750 grammi di mirtilli
  • scorza di un limone grattugiata
  • 1 bustina di vanillina

Preparazione

  1. Per la ricetta della pasta frolla con mirtilli e zucchero di canna, inserire nella planetaria la farina, i tuorli, lo zucchero a velo e il burro ammorbidito. Qualora si voglia impastare a mano, creare una fontana con la farina e versare gli altri ingredienti
  2. Aggiungere la scorza grattugiata di un limone e impastare solo il necessario per ottenere un composto omogeneo e morbido
  3. Tradizionalmente la frolla si lascia riposare in frigorifero qualche ora, ma in questo caso non lo abbiamo fatto e abbiamo ricavato ugualmente un biscotto friabile e gustoso.
  4. Stendere l’impasto e foderare una tortiera di 30 cm di diametro precedentemente imburrata oppure rivestita con carta forno. Coprire con i mirtilli e spolverare con lo zucchero di canna

    Pasta frolla con mirtilli e zucchero di canna, ricetta veloce

    La torta prima di essere infornata (Foto © Enzo Radunanza).

  5. Infornare a a 170 °C per 25-30 minuti
  6. Lasciate raffreddare (ci vorrà almeno un’ora) e servite.
Print Friendly, PDF & Email
TAG:     ,

Autore /


Enzo Radunanza

Il Cronista d’assaggio. Vivo a Bologna dal 1999 ma con "La Grassa" non è stato amore a prima vista. Abbiamo iniziato come amici e, lentamente, mi sono innamorato della sua cucina, dei prodotti tipici, della sua creatività mista ad anticonformismo. Ho una laurea in Economia aziendale, mi piace leggere, scoprire e raccontare storie, mondi e persone anche molto diverse da me. Appassionato di web marketing e comunicazione, scrivo di teatro, spettacolo, musica e tv anche se, attualmente, l'enogastronomia occupa gran parte del mio tempo libero.

© Riproduzione vietata
Scritto il: sabato, 4 agosto 2018

Ti potrebbero interessare: